cultura barocca
Problemi dei docenti in una sarcastica poesia = precariato, abilitazione, immissione in ruolo, retribuzione ecc. con la possibilità o non di farsi una famiglia sviluppati da un precario in un raro epitalamio del XIX sec. Maestri, Professori, Discenti maschi ed il problema di scolare e studentesse = studiare o no? e cosa?: la vittoriosa fine della lotta per il sapere e la parificazione delle femmine ai maschi nel diritto all'istruzione. In merito all'Italia le Riforme (coi presupposti prerisorgimentali da Parini a Ponza) dall'Unità al Fascismo alla Democrazia: v. anche le interazioni su programmi e tipologia dei corsi e su valori istituzionali, libri di testo, lingua, dizionari (nel contempo v. il valore dato alla cura dell'igiene pure in ambito scolare

[ INDICE INTRODUTTIVO DIACRONICO = L'UOMO, LA CULTURA, LA SCUOLA DALLA ROMANITA' AL MEDIOEVO ALL'ETA' INTERMEDIA SIN AI TEMPI NUOVI ]
******************
INDICI TEMATICI
1 -L'INTERPRETAZIONE DI SCUOLA E ISTRUZIONE NELLA GRECIA CLASSICA E QUINDI IN ROMA, REPUBBLICANA E POI IMPERIALE SECONDO IL LESSICO RAGIONATO DELL'ANTICHITA' CLASSICA DI FEDERICO LUBKER
2 -SCUOLA, ISTRUZIONE, DIDATTICA, MATERIALE DIDATTICO IN ROMA ANTICA (NELLA ROMANITA'): un' attenzione specifica ai LIBERA PROFESSIONE DI DOCENTE - DOCENTE DIPENDENTE DELLO STATO - VARI TIPI DI SCUOLA e DIDATTICA compresa la VEXATA QUAESTIO DELLA RETRIBUZIONE DEI DOCENTI - vedi anche qui SCUOLA e DOCENTI nelle interpretazioni del CODICE DI TEODOSIO II e nel CODICE DI GIUSTINIANO I IL GRANDE
3 -
INDICE GENERALE (VOCI E TRATTAMENTI TEMATICI) dei vari momenti di sviluppo di SCOLARITA' - ISTRUZIONE - DIDATTICA DAL MEDIOEVO AL XVIII SECOLO = in dettaglio vedi qui un CARDINE DELLA FORMAZIONE DIDATTICA MEDIEVALE, L 'ALMA MATER, L'"ABBAZIA DI S. PIETRO DI NOVALESA", ED IL SUO SIGNIFICATO PER LA RINASCITA CULTURALE ITALIANA ED EUROPEA
4 - IL "PARNASSUS POETICUS" UN CLASSICO DELL' ISTRUZIONE AI TEMPI DI APROSIO

* - Le smisurate potenzialità di un'interazione culturale e formativa non sempre sfruttata: "SCUOLA - LIBRARIE - CAMERE DELLE MERAVIGLIE" = ISTITUZIONE SCOLASTICA - EDUCAZIONE - BIBLIOTECHE - ACCADEMIE - MUSEI - GABINETTI SCIENTIFICI ECC.

** - In un testo del '600 qui integralmente digitalizzato la grande ORGANIZZAZIONE CULTURALE - EDUCATIVA - ASSISTENZIALE DI ROMA DALL'EPOCA DI A. APROSIO AI TEMPI DI D. A. GANDOLFO: indici di tutte le biblioteche, collegi, accademie, strutture di ricetto, ospedali...
*** - Il XVII secolo, un periodo epocale per il non semplice passaggio dal vecchio al nuovo = APROSIO DOCENTE, BIBLIOFILO ED INQUISITORE AL CENTRO DEL DIBATTITO FRA SCIENZA ARISTOTELICA E "NUOVA SCIENZA": DALL'ASTRONOMO G.D. CASSINI FREQUENTATORE DELLA "BIBLIOTECA APROSIANA" ALLA TRADUZIONE DEL LUCREZIANO DE RERUM NATURA DI A. MARCHETTI
**** - [ SECOLI XVII - XVIII = IL MAESTRO, CHI ABBIA TITOLO AD ESSERLO, RAPPORTI COI DISCENTI, POSSIBILI RESPONSABILITA', LAUREA DI MAGISTERIO O DOTTORATO IN UNA FACOLTA' TEOLOGICA, GIURIDICA, CANONICA, CIVILE, MEDICA O FILOSOFICA, MAESTRI O DOTTORI DETTI LICENZIATI, ALTRI LICENZIATI, MAESTRI BACCALAUREI, ADDENDA SUI "MAESTRI DI SCUOLA" SECONDO LA BIBLIOTHECA CANONICA, JURIDICA, MORALIS, THEOLOGICA NEC NON ASCETICA, POLEMICA, RUBRICISTICA, HISTORICA ECC. DI LUCIO FERRARIS ]
5 - FASI DELL'EPOCALE DIBATTITO SE LE DONNE DEBBANO O NON FRUIRE DI UN'ISTRUZIONE PARI A QUELLA DEGLI UOMINI
A - IL DIBATTITO SULLA FORMAZIONE CULTURALE DELLA DONNA DELL'ETA' INTERMEDIA, NON ORGANIZZATA, ESTEMPORANEA, LASCIATA A SCELTE DELLA FAMIGLIA PATRIARCALE, PATERNALISTA E MASCHILISTA = VEDI QUI LE OSSERVAZIONI DI ARCANGELA TARABOTTI NELLA SUA OPERA LA SEMPLICITA' INGANNATA CONTRO LE MONACAZIONI FORZATE PER INTERESSI DI FAMIGLIA MA DEL PARI SUL DIRITTO DELLE DONNE AD AVERE UN'EDUCAZIONE PARITETICA CON GLI UOMINI ED A NON RESTARE IN GRAN PARTE ILLETTERATE SI CHE CONTRARIAMENTE AD UNA ODIERNA CONVINZIONE MACCHIATA DA DIFETTI DI PRESENTISMO TRA XVI E XVII SECOLO LE DONNE DOVENDOSI ISPIRARE SECONDO IL GIUDIZIO ISTITUZIONALE ALL'ICONA DELLA MADRE EVANGELICA NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI VENIVANO SOLO ALFABETIZZATE AI FINI DELLE MERE ESIGENZE DI ECONOMIA DOMESTICA E POCHISSIME OTTENEVANO UNA FORMAZIONE MEDIA-SUPERIORE SI' DA DIVENTARE SCRITTRICI,POETESSE E/O INTELLETTUALI LE QUALI -TALORA DEFINITE PROVOCATORIAMENTE LIBERTINE- ERANO IN NUMERO COSI' LIMITATO DA POTER OGGI ESSER ASCRITTE A QUESTI NON ESTESI ELENCHI
B - IL DIBATTITO SULLA FORMAZIONE CULTURALE DELLA DONNA DELL'ETA' INTERMEDIA DA UN TESTO CHE RECUPERA TUTTA LA LETTERATURA ANTIFEMMINISTA = 1 - LE DONNE OLTRE CHE ALLA PRATICA DELLE ARMI SONO O NON IDONEE ANCHE A QUELLA DELLA LETTERATURA? - 2 - CAUSA VERA PER CUI POCHE DONNE SI DEDICHEREBBERO ALLA LETTERATURA [NEL CAPITOLO L'AUTORE CERCANDO INVANO DI PROPORRE UNA RISPOSTA PUNGENTE CONTRO ARCANGELA TARABOTTI SOSTIENE CHE LE DONNE SONO PRIVE DELLE LETTERE NON PER COLPA DEGLI UOMINI MA PERCHE' ESSENDO NEMICHE DELLA FATICA NON SANNO STACCARSI DALL'ORO]
C - [RELIGIOSE - SUORE - MONACHE = vedi a titolo esemplificativo anche REGOLA DATA DAL PADRE S. AGOSTINO ALLE MONACHE e in dettaglio LIBRI CHE LE RELIGIOSE DEBBONO E POSSONO O NON DEBBONO NE' POSSONO LEGGERE ed ancora si veda il censurato TRACTATIO DE MONIALIBUS FRANCISCI PELLIZZARII = CON DIGITALIZZAZIONE E INDICI DI TUTTI I CAPITOLI ]
[INTEGRAZIONE AL PUNTO C = DAL "NUOVO MONDO" UN ULTERIORE ESEMPIO DI DONNA CONTROCORRENTE FAUTRICE DELLA DIGNITA' FEMMINILE ALL'ISTRUZIONE E NON SOLO JUANA DE ASBAJE Y RAMIREZ NOME AL SECOLO DI SUOR JUANA INES DE LA CRUZ ED UNA REGINA CHE A ROMA SI FECE PRUGNATRICE DEI DIRITTI DELLE DONNE NON SOLO ALL'ISTRUZIONE MA ANCHE AD UNA PARTECIPAZIONE ATTIVA ALLA VITA SOCIALE MARIA CRISTINA EX REGINA DI SVEZIA]
6 - FRATI NOVIZI - NOVIZI E PROFESSI : CONTRO ABUSI, COSTRIZIONI, FALSE VOCAZIONI, DISORGANICA FORMAZIONE ECC. ED A FAVORE D'UNA ADEGUATA FORMAZIONE CULTURALE E SPIRITUALE LE "INSTITUTIONES" DI PAPA CLEMENTE VIII SULL'"EDUCAZIONE DEL NOVIZIO" = vedi anche i: SEMINARI
7 - Anche A. APROSIO visse la non facile professione di PEDAGOGO DI UN PATRIZIO DI GENOVA
8 - A. APROSIO più in generale quale DOCENTE A VENEZIA esperimenta i vari lati del MONDO DELLA SCUOLA: alla fine uscendone un poco banalmente con questi cenni satirici avverso avverso i PEDAGOGHI PEDANTI in un suo GRILLO
9 - La figura storica dell' INSEGNANTE in una particolare INTERPRETAZIONE LAICA e nel GIUDIZIO UFFICIALE SULLE CARATTERISTICHE DI UN BUON MAESTRO DA PARTE DELLA CHIESA ROMANA (SECOLI XVII - XVIII)
[INTEGRAZIONE DOCUMENTARIA: leggi di Angelico Arosio "il Ventimiglia", per gli insegnanti di materie letterarie (e i letterati), la triste e rassegnata sanzione = Della poca stima, che si fà delle buone lettere, e de' Letterati, e della cagione]

D - Ancora vedi qui nel contesto della STORIA DELLA SCUOLA/ SCOLARITA'/ ISTRUZIONE (VEDI QUI GLI INDICI) alcuni importanti SCRITTI SEI-SETTECENTESCHI comportanti la SANZIONE PUBBLICA dell'importanza dell' ISTRUZIONE anche per le DONNE affermata contro tante resistenze oscurantiste da INTELLETTUALI ILLUMINATI e da CORAGGIOSE LETTERATE = in dettaglio un nome da non dimenticare quello dell'onegliese GASPARE MORARDO precettore di MARIA PELLEGRINA AMORETTI una delle prime donne italiane che ottennero la laurea divenendo un modello della
DONNA CHE NONOSTANTE LA MORTE PREMATURA DIVENNE UN SIMBOLO DEL DIRITTO AD UN'ISTRUZIONE PARITETICA CON GLI UOMINI

* - LA LIGURIA ED IL PROBLEMA DI SCUOLA ED ISTRUZIONE, DOCENTI E STUDENTI = DUE ASPETTI EMBLEMATICI: LA "FUGA DEI CERVELLI" E L'ISTITUZIONE DELL'UNIVERSITA' DI GENOVA

10 - Fenomeni di sperimentazione didattica e scolarità in Liguria occidentale nel XVIII sec. :UNA SCUOLA PUBBLICA A POMPEIANA (IM)
[INTEGRAZIONE DOCUMENTARIA = XVII - XIX SECOLO DAI GIOCHI DIDATTICI DEI FANCIULLI BENESTANTI ALL' ISTITUZIONE DI SCUOLE ADATTE ALLE "ZITELLE" (FANCIULLE DI UMILI CONDIZIONI): L'ESPERIENZA DI PADRE VITALIANO MACCARIO A SAN BIAGIO DELLA CIMA (IM)

11 - [ La RIVOLUZIONE DELLA SCUOLA PUBBLICA studiata attraverso i dibattiti e le polemiche sui "MANUALI DA ADOTTARE" : il ruolo dell'educatore sabaudo "MICHELE PONZA DA CAVOUR" anche per la risoluzione della difficile interazione tra LINGUA NAZIONALE ITALIANA e DIALETTI DEGLI ANTICHI STATI) ]
12 - SCUOLA PER IL POPOLO: passaggio nel XIX secolo dalla "SCUOLA PUBBLICA DI MATRICE ECCLESIASTICA E/O GESTIONE FILANTROPICA" alla "SCUOLA COMUNALE" (o finanziata con le entrate dell'Amministrazione Civica)
** - L'ILLUMINISMO, LA RIVOLUZIONE FRANCESE, L'EGEMONIA NAPOLEONICA, IL RISORGIMENTO E IL PROCESSO VERSO L'UNIFICAZIONE D'ITALIA = L'ACCELERAZIONE VERSO TEMPI NUOVI ANCHE IN CAMPO EDUCATIVO
13 - La FINE DI UN'EPOCA = lenta evoluzione della scuola popolare e della faticosa istituzione di SCUOLE POPOLARI SIA MASCHILI CHE FEMMINILI
14 - SCUOLA PER IL POPOLO: passaggio nel XIX sec. da "SCUOLA ELEMENTARE COMUNALE" a "SCUOLA ELEMENTARE STATALE" (RIFORME NELLA SCUOLA - PROGRAMMI E LIBRI DI TESTO DI UN ALUNNO OTTOCENTESCO DI SCUOLA ELEMENTARE LIBRO DI EDUCAZIONE CATTOLICA IN LIGURIA)
15 - SCUOLA PUBBLICA - ISTRUZIONE PUBBLICA: LEGGI E RIFORME DELLA SCUOLA ITALIANA DAL XIX SECOLO ALLA II META' DEL XX SECOLO
[INTEGRAZIONE DOCUMENTARIA = SCUOLA MATERNA - GIARDINO D'INFANZIA - ASILO INFANTILE (VALENZA PROGRESSISTA DELL'ISTITUZIONE - OPPOSIZIONI DEI CONSERVATORI: TIPOLOGIA DI UN ASILO D'INFANZIA DEL REGNO SARDO [REGOLAMENTO DELL'ASILO INFANTILE IN CARRU' DEL 1858])
*** - LA "NUOVA SCUOLA" ATTRAVERSO L'ICONOGRAFIA DI UN'EPOCA = UNA SIGNORINA BORGHESE DI PRIMI XX SECOLO TRA VECCHIA E NUOVA SCUOLA

**** -ALTRE ESPERIENZE SCOLASTICHE A PRO DELLE FANCIULLE = STUDENTESSE DELL'ISTITUTO FEMMINILE DI MARIA AUSILIATRICE DI VALLECROSIA (IM) IN GITA SCOLASTICA AI PRIMI DEL '900
[INTEGRAZIONE DOCUMENTARIA SU ALTRE ESPERIENZE DI SCOLARIZZAZIONE IN VALLECROSIA = esperita l' importanza del saper leggere e scrivere specie in rapporto alla "Rivoluzione degli Otto Luoghi" risultò esser alquanto sentita dalla popolazione nell'estremo Ponente Ligure e qui in area vallecrosina e contestualmente recepita dalle autorità sia laiche che ecclesiastiche di maniera che a prescindere dall'inziativa comunale e poi statale della Scuola Pubblica contestualmente o quasi vi si ebbero altre importanti esperienze didattiche come quella realizzata in merito ai Salesiani da Don Bosco e quindi il Collegio- Scuola delle Suore di Sant'Anna in un areale già caratterizzato dall'esperienza patrocinata da Luisa Georgiana Augusta Anna Murray sposata Boyce della Scuola Valdese]

**** - LA RICERCA SCIENTIFICA DAI PRIMI DECENNI DEL XIX SECOLO =
- Scienza - Scienziati alla "Prima riunione pisana degli scienziati, italiani e non, del 1839"
-Scienza - Scienziati nel XIX secolo: "Relazione integrale" (con aggiunta dell'elenco dei partecipanti e del "Regolamento Generale") del I congresso scientifico di Pisa del 1839
-[ Scienza - Scienziati (minima partecipazione di scienziati liguri alla suddetta "Riunione": le ragioni di una ottocentesca problematica ligure della "ricerca accademica e universitaria")]
****** - LE PRIME SCUOLE PER I DIVERSAMENTE ABILI = MARCACCI MATTEO ABATE, ELOGIO FUNEBRE DEL PADRE OTTAVIO G . BATT. ASSAROTTI DELLE SCUOLE PIE FONDATORE DEL REGIO ISTITUTO DEI SORDO-MUTI DI GENOVA...[L'OPERA E' QUI DIGITALIZZATA NELLE QUATTRO PARTI CHE LA COSTITUISCONO: IL TESTO VERO E PROPRIO - LE CORPOSISSIMA SEZIONE DI ANNOTAZIONI E DOCUMENTI - LE DUE APPENDICI DELLE ISCRIZIONI ONORIFICHE E DELLA LIRICA IN MORTE DEL P. OTTAVIO ASSAROTTI / VISIONE / / DEL PATRIZIO / GIAN CARLO DI NEGRO]
******* - DAL XVIII SECOLO AL XX SECOLO = LE RIFORME DELLA SCUOLA "MODERNA" DALL' OPERA DI GIUSEPPE PARINI PER UNA RIFORMA DEI LIBRI SCOLASTICI A QUELLA DELL'EDUCATORE SABAUDO MICHELE PONZA DA CAVOUR NEL VOLUME DELLA ISTRUZIONE DEI FANCIULLI E DEI GIOVANI (TESTI QUI DIGITALIZZATI) ALLE RIFORME RISORGIMENTALI DELL'ITALIA UNITA (DIBATTITO SU SCUOLA PUBBLICA E PRIVATA, SCUOLA CONFESSIONALE: PREGI E LIMITI STRUTTURALI) ALLE RIFORME PROCEDENTI DALLA LEGGE CASATI ALLA LEGGE DANEO-CRADERO E QUINDI ALLE RIFORME DELL'EPOCA FASCISTA: "LA RIFORMA GENTILE" (CON UNA CONSIDERAZIONE SULLA LINGUA RESA CONSONA ALLE ESIGENZE DEL REGIME = VEDI IL DIZIONARIO DELLA LINGUA ITALIANA DI ENRICO MESTICA) ED ANCORA ALLE RIFORME DELL'ITALIA DOPO LA FINE DELLA GUERRA
[INTEGRAZIONE POETICA SUI PROBLEMI DEI DOCENTI SIA PRIMA CHE DOPO L'UNITA' = in questo contesto sotto forma di epitalamio o "poesia per nozze" emblematicamente intitolato Scherzo -scritto e fatto stampare a guisa di dono od omaggio nuziale secondo una moda consolidata per un anonimo Professore Precario ad un amico Professore Titolare coniugatosi con una Maestra- si analizza la peculiare questione della scarsa retribuzione degli insegnanti di maniera che pur se titolare e coniugato con una Maestra il docente precario all'amico, nel caso i figli, a venire lo inducano pensare di volersi dedicare all'insegnamento, in chiusa dell'epitalamio o "Scherzo Poetico" dice = "Fammi, in grazia, un tal piacere / Dagli un calcio nel sedere"]

******* -[integrazione su SCUOLA, PROFILASSI E IGIENE = vedi qui - con trattazione più estesa- l'argomento come didascalia multimediale a foto all'albumina di primissimo '900 una scolaresca femminile di Genova = sulla scia della nuova scienza e medicina [vedi qui Studi per una Geografia medica d’Italia del dottor Cesare Lombroso, Milano, Tipografia e Libreria di Giuseppe Chiusi Editore, 1865 [per la regione ligure si possono consultare i seguenti collegamenti ipertestuali: Genova e Liguria (vedi anche qui Sulle malattie e mortalità della Liguria) a metà XIX secolo casi di pellagra - casi di cretinismo e gozzo = vedi anche poi per l'anno 1861 rapporto in Genova tra popolazione - malattie - cause di decessi]. anche a riguardo della scuola si intensificano le informazioni di igiene pubblica e personale (come si legge nel " Manoscritto Wenzel " il cui anonimo autore era un assertore convinto dell'igiene all'inizio del secolo era comparso, provenendo dalla Galizia e dalla Francia, in maniera particolarmente virulenta il Colera contro cui però lo Stato Sabaudo seppe porre grazie argini superiori che altrove in Italia -dove l'epidemia falciò la popolazione, specie nel Regno di Napoli- anche in virtù di avvertimenti pubblici, profilassi e cura dell'igiene). La profilassi e l'igiene ambientale quanto personale ebbero del resto nel Regno Sabaudo grandi teorici: citiamo qui, a puro titolo esemplificativo, l'immunologo Michele Buniva che, con vantaggio di tutti ma in particolare di moltissimi bambini, patrocinò la vaccinazione contro il vaiolo negli Stati Sabaudi ed in merito all'igiene l'opera di Andrea Majocchi, pur se un ruolo basilare in materia spetta sempre e comunque a Paolo Mantegazza nativo di Monza ). Nei testi scolastici sin dalle scuole primarie compaiono osservazioni importanti come si vede in questo libro scolastico in cui sono accorpati i testi di varie discipline e specificatamente in questo trattato intitolato L'Uomo e l' Universo in cui dopo la Prefazione entro il Cap. I della qui digitalizzata "Parte Prima" son trattati argomenti connessi alla cura del corpo umano e cose indubbiamente innovative osservazioni su varie Avvertenze Igieniche con nel contesto dei Paragrafo 9 la trattazione "Primi soccorsi in alcune malattie" = oggettivamente il discorso pare talora non semplice da recepire e come oggi si direbbe abbastanza pauroso per bambini alla maniera che si legge a riguardo per esempio delle "Morsicature di cani arrabbiati" da pag. 35: ove l'unico rimedio proposto risulta la cauterizzazione della ferita con ferro incandescente (ma, a prescindere dal fatto che spesso, per varie ragioni l'età degli scolari era più alta del'attuale -anni perduti, tardiva iscrizione ecc.- l'argomento poteva esser utile per tutti, anche nel contesto delle famiglie dove certo i libri, specie quelli di igiene mediamente non comparivano)]






CLICCA QUI PER RITORNARE ALLA "HOME PAGE" DI CULTURA-BAROCCA