cultura barocca
Testo e informatizzazione a cura di Bartolomeo Ezio Durante

Francesco Puccinotti fu storico della medicina di chiara fama il cui nome spicca di luce propria quale criminologo e redattore di basilari e rivoluzionarie opere di medicina legale. Vide la luce ad Urbino nel 1794 (si spense nel 1872) ma risulta celebre anche per l'amicizia che lo avrebbe legato a Giacomo Leopardi (fu del resto medico condotto a Recanati) sì che da alcuni, ma non universalmente, venne considerato come l'unico allievo filosofico che Leopardi abbia avuto.
Sotto il profilo professionale è da dire che divenne docente di patologia a Macerata e poi di medicina legale [qui del resto integralmente digitalizzata con indici moderni oltre che variamente utilizzata nel contesto di Cultura-Barocca)] a Pisa: in merito fu convinto assertore della patologia induttiva, concependo lo stato dell'uomo come il risultato di un destino individuale.
Nel 1845 succedette quindi a Carlo Pigli nell’insegnamento di Storia della medicina all’Università di Pisa.
Iniziato nel 1806 a Firenze da Giovanni Bertini l’ insegnamento di storia della medicina fu tenuto da insigni studiosi quali ad esempio Salvatore De Renzi che insegnò a Napoli dal 1869: Francesco Puccinotti ha inoltre pubblicato tra il 1850 e il 1866 una storia della medicina in tre parti di ampio respiro e grande interesse in cui ha raccolto, copiato, tradotto e pubblicato antichi testi aprendo spesso nuovi orizzonti agli studiosi.

CLICCA QUI PER LA HOME PAGE DI CULTURA-BAROCCA O SULLE FRECCE PER LA DIGITALIZZAZIONE DELL'OPERA