CREDITI 23

Poiché di alcuni interlocutori, corrispondenti e fautori dell'iniziativa aprosiana si son perse tracce documentarie (in molti casi essendo religiosi amici del Ventimiglia o semplici eruditi senza alle spalle prodotti culturali a stampa) in questa sede se ne riproduce l'elenco in ordine alfabetico dei nomi, alla maniera aprosiana, cercando di raccogliere, previo opportuni collegamenti, il numero maggiore di dati possibili:
- DIONISIO VARSI - - ANGELO CUNGI
- DOMENICO LAVAGNINI - DOMENICO PALMIERI - FABRIZIO LANDUCCI
- EGIDIO TESORO DA GENOVA- ELISEO BAMBAGINI - EMANUELE FENOGLI
- FRANCESCO MARIA DE GIUDICI - FRANCESCO MARIA BRONZINO -GAETANO CIRINI
-GENNARO MARIA D'AFFLITTO -GIOVANNI FIORMAGGIO-GIOVANNI AGOSTINO MANICHI
-GIOVANNI AGOSTINO PENNA -GIOVANNI ANTONIO DA CREMONA
- GIOVANNI BATTISTA BODOINO - GIOVANNI BATTISTA BORRELLI - GIOVANNI BATTISTA BRACCO
- GIOVANNI BATTISTA CORDERI - GIOVANNI BATTISTA DAVEO - GIOVANNI BATTISTA GIGLI
- GIOVANNI BATTISTA GUBERNATIS - GIOVANNI BATTISTA MORONI - GIOVANNI BATTISTA PALLAVICINO
- GIOVANNI BATTISTA PIZZICHI (?) DI MONTICIANO - GIOVANNI BATTISTA RICCHELMO
- GIOVANNI BATTISTA RUSCONI - GIOVANNI BATTISTA SALVI - GIOVANNI BATTISTA SETTIMO
- GIOVANNI BATTISTA BOZZO - GIOVANNI FRANCESCO PISANI - GIOVANNI FRANCESCO RAIMONDI
- GIOVANNI LUIGI GARINI - GIOVANNI MARIA HELENA - GIROLAMO ZONCA
- GIULIO GARINI - GIUSEPPE LIBERALE - HILARIO AGOSTINIANO
-ORAZIO FIGHERA - GIACOMO CALVI - GIACOMO FENOGLI
GIACOMO GRUGNARDI - GIACOMO RAZZINI - GIACOMO ZANONI
GIACOMO FILIPPO BERTOLOTTI - INNOCENZO CORTE - INNOCENZO ROMERO
LUCA CHIANEA DI TENDA - ANGELO GIANO - MADDALENA TRENTA
MATTIA NEWENTSAL - MICHELE ANGELO RICCOBONO - MICHELE ANGELO VIGARELLI
NICOLA BENSI - ODOARDO GARGIARIA - OTTAVIO GUALTIERI
OTTAVIO PORRO - PAOLO EMILIO BERTA - PIETRO D'AMICO
PIETRO PAOLO DE ROSSI - PLACIDO CICALA - PLACIDO FERRARI
PRUDENZIO VIGANEGO - ROBERTO GALEANI - SIGISMONDO COCCAPANI
SILVIO CONTI - STEFANO MERIZZANO - TOMMASO DEL VASTO
VALERIO DA PARMA - VALERIO RIVAROLA - VINCENZO DELLA CELLA











Mazza, Pio (domenicano, oratore sacro, autore di opere agiografiche, corrispondente di Aprosio [vedi qui la trascrizione delle sue epistole]: Napoli 1632 o 1633 - ?), Ristretto della vita, virtu, e miracoli del beato Pio 5. Sommo, e gloriosiss. pontefice dell'ord. de' predicatori. Dedicato all'altezza serenissima di Cosimo 3. gran duca di Toscana. Dal P. lettor fra Pio Mazza de' predicatori, In Firenze : all'Insegna della Naue, 1672 - 199, [1] p., [1] c. di tav. : ritr. ; 12o. - Fregi xilogr. - Ritr. xilogr. di Pio 5 - Segn.: A-Huu I4. - Impronta - e-vn I.M; i.a. maMa (3) 1672 (A) - Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino
Monografia Mazza, Pio, Compendio della vita, e miracoli di san Luigi Bertrando dell'Ordine de' predicatori ... / Pio Mazza, - In Firenze : all'ins. della Stella, 1671 - 103 p. ; 12 - Il nome dell'A. a c. A5v - Impronta - a-i- lee- furo truo (3) 1671 (A) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze
: Testi di Pio Mazza custoditi presso la C.B.A.:
1 - Ristretto della vita, virtù, e miracoli del beato Pio 5. sommo , e gloriosiss. Pontefice ... dal P. Lettor Fra Pio Mazza .., In Firenze : all'insegna della Nave, 1672 199 p. ; 12°.
2 - Compendio della vita, e miracoli di San Luigi Bertrando dell'ordine dei Predicatori canonizzato dalla Santità di N.S. Papa Clemente 10. l'anno 1671 .., In Firenze : all'ins. della Stella, 1671, 103 p., [1] c. di tav. ; 12°.
3 - Compendio della vita, virtù e miracoli di Santa Rosa di Santa Maria ... beatificata dalla Fel. memoria di Papa Clemente 9. e canonizata dalla Santità di N. Sig. Papa Clem. 10. l'anno 1671 .., In Firenze : all'insegna della Stella, 1671 195 p. ; 12°


Pierfrancesco : da Camerino, Opera nuoua piaceuole, da ridere de vn villano lauoratore nomato Grillo quale volse douentar medico in rima istoriata, in Venetia : per Nicolo Zopino e Vincentio Compagno, 1519 adi vi. de octubrio - 20 c. ; 12o - Di Pierfrancesco da Camerino, cfr. Sander 1553 - Sul front.: xilografia - Segn.: A-B8 C4 - Impronta - rade iare naso DaSi (C) 1519 (R) - Localizzazioni: Biblioteche della Fondazione Giorgio Cini
Crescenzi Romani, Giovanni Pietro : de <1615-1650>, Presidio romano ouero Della milizia ecclesiastica et delle religioni si caualleresche, come claustrali libri 3. ... Aggiunteui le memorie di molte illustri famiglie, ... di Gio. Pietro de' Crescenzi Romani, nobile piacentino, accademico tra gli Adaggiati di Rimini il Solitario, ... Con l'Arsenale de' religiosi in fine .., In Piacenza : Per Gio. Antonio Ardizzoni, stampatore camerale, 1648 (In Piacenza : per Gio. Antonio Ardizzone stampator camerale) - 2 pt. ([24], 530, 136; 69, [3] p.) ; 2o. - Contiene anche, a p. 407: Lupo d'Olmeto il venerabile libri cinque di don Pjo Rossi - Marca non controllata (leone su roccia: Vias tuas domine) sui front. - Pt. 2: Presidio romano libro terzo ... ouero Arsenale de' religiosi . - . Segn.: a-c4 A-3X4, 2A-R4; A-I4. - Impronta - IOea o.ma lin- Or48 (3) 1648 (R) - O.uo nil- o-z' CoPi (3) 1647 (R) - Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino - Biblioteca dell'Opera pia collegio Nazareno - Roma - Biblioteca Giovardiana - Veroli - FR - Biblioteca statale del Monumento nazionale di Montecassino - Cassino - FR - Biblioteca comunale - Palazzo Sormani - Milano - Biblioteca Palatina - Parma - Biblioteca comunale Classense - Ravenna - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
Del Crescenzi Romani per gli studiosi di araldica può altresì essere interessante il volume Il nobile romano, o' sia trattato di nobilta, libri due di Gio. Pietro de' Crescenzj Romani nobile piacentino, ampliato con molte aggionte dal conte di Guardamiglio fratello uterino del medesimo. ..., In Bologna : per gli eredi d'Antonio Pisarri : Ad instanza di Lodovico Ruvinetti Libraro in Bologna al Mercurio, 1693 - [28], 334, [2] p. ; fol. - Titolo dell'occhietto : Il nobile del Crescenzio - Iniziali xilogr. - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca della Fondazione Marco Besso - Roma - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca dell'Accademia delle scienze - Torino [altre edizioni note: In Bologna : Per gli eredi di Pisarri, 1694 loc. in Biblioteca della Societa' napoletana di storia patria - Napoli].
VEDI BIBLIOGRAFIA RAPPORTI G. P. CRESCENZI ROMANI - A. APROSIO


Muscettola, Francesco Duca di Spezzano, figlio di Antonio Muscettola fu anche pastore in Arcadia; di lui si è individuata l'opera Molis, et inscriptionum sedilis montaneae die vigesima maij anni 1702. Qua publicae Neapolim ingressus est Philippus 5. narratiuncula / [Franciscus Muscettola dux dux Spezzani], Neapoli, 1702


Munieri, Giovanni Alcidio [medico lorenese che visse ed operò nell'arco del XVII secolo: di buona erudizione fu corrispondente di Aprosio] De venis tam lecteis thoracicis, quam lymphaticis, nouissime reoertis. Sylloge anatomica in qua quaecunque habentur, versa pagina indicabit. Opera, et studio Io. Alcidii Munieri philosophi, & medici Lotharingi, ciuisque Genuensis, Genuae : typis, & impensis Benedicti Guaschi, 1654 - [24], 224, [2] p., [3] c. di tav. calcogr. ripieg. ; 8o. - Il fascicolo D segnato C La c. ch1 contiene l'errata. - Raccolta di opere dei seguenti autori: Jean Pecquet e Thomas Bartholin, come figura a c.A2 - Segn.: A12B-P8ch1 - Impronta - e-er s.i- n-u- depi (3) 1654 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca della Accademia Lancisiana - Roma


Ferrari, Francesco , Felsina trionfante nel felicissimo dottorato dell'ill.mo sig. abbate Giorgio Lodouico Bianchetti di Francesco Ferrari bolognese, In Bologna: Benacci, Vittorio, 1625
Ferrari, Francesco , Apparato di lutto ne i funerali celebrati nella santa metropolitana chiesa di Bologna l'anno 1684 nel primo giorno di febraro al gia eminentissimo, ... cardinale Boncompagni ... descritto dal dottore Francesco Ferrari, In Bologna: Benacci, Vittorio erede, 1684
Ferrari, Francesco , In funere eminentissimi, & reuerendissimi Angeli S.R.E. card. Ranutii Bononiae archiepiscopi, & principis / Francisci Ferrarii], Bononiae: Benacci, Vittorio erede
Ferrari, Francesco , Compendio della vita, e miracoli di S. Nicolo il Magno arciuescouo di Mirea del signor Francesco Ferrari, In questa vltima edizione accresciuto, & aggiontoui nel fine vn breue discorso della miracolosa mann: Lovisa, Domenico <1.>, 1714
Ferrari, Francesco , Panegirico di Francesco Ferrari bolognese alla nobile citta e deliciosissimo paese di Bertinoro dedicato alla generosita del sig. Caualiere Giuliano Seluaggiani, In Bologna: Benacci, Vittorio, 1625
In Francesco Ferrari "Dottore di filosofia, professore di belle arti nel seminario di Bologna" autore prevalentemente di agiografie di Santi (ma gli viene attribuita anche una tragedia) si identifica l'autore dell'ultima biografia seicentesca del Marino quella Vita accorpata alla Strage degli innocenti dedicata all'Illustrissimo Conte Francesco Martinengo Villagana..., in Venezia, 1633, presso Giacomo Scaglia: la Vita presenta un semplice frontespizio autonomo con la dedica a Domenico Molino, senatore, membro del Consiglio dei Dieci, nonché Conservatore dello Studio di Padova.
Lo cita G. Fantuzzi,Notizie degli Scrittori Bolognesi, Bologn, Stamperia di S. Tommaso d'Aquino, 1781-1794, vol. III, p.319: avrebbe conosciuto il Marino a Parici legandosigli "in indissolubili lacci di vera amicizia.
Da ciò avrà tratto quelle notizie che rendono la sua biografia come la più completa anche se più verisimilmente tal pregio le deriva dall'aver sfruttato le notizie delle precedenti e l'aver utilizzato le informazioni dei letterati di Bologna che avevano seguito per circa 20 anni la carrira di G.B.Marino.


Ferrari, Francesco Bernardino <1577-1669>, Il sacerdote di Gesu Cristo ammaestrato ne' principali suoi doveri. Opera utilissima per qualunque siasi sacerdote, e molto piu per chi aspira allo stato sacerdotale. Divisa in due tomi. Tomo primo (-secondo, In Napoli: Campo, Donato, 1772-1773
Ferrari, Francesco Bernardino <1577-1669>, Francisci Bernardini Ferrarij ambrosiani collegij doctoris, De antiquo ecclesiasticarum epistolarum genere. Libri tres, Mediolani: Locarno, Pietro Martire erede & Bidelli, Giovanni Battista, 1613
Ferrari, Francesco Bernardino<1577-1669>, Bernardini Ferrarii ... De Ritu sacrarum Ecclesiae Veteris Concionum. Cum praefatione Joannis Georgii Graevii, Ultrajecti: Broedelet, Willem, 1692
Ferrari, Francesco Bernardino <1577-1669>, De veterum acclamationibus et plausu libri septem Francisci Bernardini Ferrarii Mediolanensis theologi, ac Ambrosiani Collegij doctoris, Mediolani: Stamperia del Collegio Ambrosiano , 1627


Falconieri , Lelio <1585-1648>, Castello d'Argile... In Christi nomine amen. Anno a Natiuitae eiusdem millesimo sexcentesimo quadragesimo sexto, indictione decima quarta, die vero vigesima tertia mensis Nouembris ..., [1646] -[4] c. ; fol. - it. dall'intit. - Data del documento - Decreto del cardinale Lelio Falconieri legato in Bologna per il quale il comune d'Argile, attual Castello d'Argile, ottine in perpetuo la manutenzione dell'argine della Fioppa - Segn.: [1]4 - Bianca l'ultima c - Impronta - uat, lai- t-mo mii- (C) 1646 (Q) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
Falconieri, Lelio, De fide et symbolo exercitatio theologica iuxta doctrinam SS. Augustini et Thomae Aquinatis publice habenda / a Laelio Falconerio ..., Romae : ex typographia Joannis Zempel, 1771 - 107 p. : iniz. com.; 2 - Stemma dell'Aut. sul front. (?) - Segn.: A-2Cae - Impronta - ami- a-go l-i- poqu (3) 1771 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale universitaria


Cartari, Antonio Stefano <1651-1685>, Europa gentilizia ouero Armi ed insegne di regni prouincie citta e famiglie di Europa raccolte e descritte da Antonstefano Cartari nobile oruietano, ... Tomo primo .., In Roma: Tinassi, Nicolo Angelo, 1681
sacri e morali detti nell'Accademia de gli'Intrecciati eretta dal dottore Gioseppe Carpano ... Co i Fasti di tutte le accademie fin'hora tenute. Publicati da Antonio Stefano Cartari nobile oruietano .., In Roma: Stamperia Camerale , 1673
Cartari, Antonio Stefano <1651-1685>, Prodromo gentilizio, ouero Trattato delle armi ed insegne delle famiglie preliminare alla Europa gentilizia di Antonstefano Cartari ..., In Roma: Tinassi, Nicolo Angelo, 1679
Cartari, Antonio Stefano <1651-1685>, Istoria antica latina, e sua traduttione in lingua italiana; del martirio di S. Pietro di Parenzo, podesta, e rettore della citta d'Oruieto, seguito nell'istessa citta l'anno 1199. Publicata dal sig. Antonio Stefano Cartari nobile oruietano .., In Oruieto: Giannotti, Palmerio, 1662


Santa Sede : Sacra romana rota, Acta canonizationis sanctorum Petri de Alcantara et Mariae Magdalenae De Pazzis S.S.D.N. Clementi IX pont. max Dominicus Cappellus D.D.C, Roma : , 1669 (Romae : excudebat Fabius de Falco, 1769) - 8, 364, 12 p.: ill., inc. ; 4° (23 cm) - Front. inciso Iniziali e testate xilogr. - Ultima p. bianca Segn.: croce latina4 A-3A4 - Impronta - m-z. s-u- m.in baer (3) 1669 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca statale del Monumento nazionale di Casamari - Veroli - FR - Biblioteca Palatina - Parma - Biblioteca del Seminario vescovile Barbarigo - Montefiascone - VT


Bonifacio, Gaspare , Amor venale fauola boschereccia di Gasparo Bonifaccio. Al claris. sig. Vincenzo Benedetti, In Venetia : appresso Gio. Battista Ciotti, 1616 - 144 p. ; 12o. - Marca (Donna. Phoero micat aurea) sul front - Segn.: A-F12. - Impronta - nete e,si tedo SoPe (3) 1616 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale Braidense - Milano - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
Nonostante la citazione di questa operetta la celebrità di Gaspare Bonifacio riuslta connessa ad un fatto moltompiù interessante e che non poteva non attrarre l'interesse, anche
epistolare, del marinista Aprosio.
Tutto ha inizio con la figura di Giovan Battista Baiacca nato a Como verso il 1575 (vedi sotto voce "Baiacca" in Dizonario biografico degli Italiani, Roma, istituto della Enciclopedia Italiana, 1960) prima segretario del nunzio apostolico Lodovico Sarego (cui dedicò l'opera Nicolai Ruscae S.T.D....ab haereticis necati, vita et mors, in Como, apud Io. Angelum Turatum, 1621) e quindi del cardinale Desiderio Scaglia O. P. fatto da Clemente VIII inquisitore dapprima a Pavia e poi a Roma, quindi eretto a commissario, alla fine onorato della porpora cardinalizia nel 1621 da Paolo V e innalzato al soglio episcopale di Como nel 1622 ove verosimilmente conobbe il Baiacca: vedi G. Moroni, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica, Venezia, Tipografia Emiliana, 1840-1879.
Nel 1625 il Baiacca sorprendendo un pò tutti onorò il celeberrimo Marino facendo uscire dalle stampe di Giacomo Sarzina a venezia un libro in 12° intitolato Vita del Cavalier Marino, opera che ebbe una discreta divulgazione, tanto che se ne ebbe celermente una seconda edizione milanese per i tipi del Bidelli nel 1626.
L'evento non mancò di colpire gli ambienti intellettuali anche perché gli eruditi avevano dovuto attendere a lungo prima di entrare in possesso, a 20 anni dalla scomparsa del Marino, della sua Vita redatta da G.B.Manso (Venezia, per il Deuchino, 1621) e nemmeno particolarmente approfondita.
G. B. Marino aveva conosciuto il Baiacca, verisimilmente in Roma e nel 1623: esiste una lettera del poeta napoletano all'amico Antonio Bruni in cui quest'ultimo viene invitato a recare "...Le mie più affettuose raccomandazioni al signor Baiacca, che si mostra così parziale delle mie cose [la menzione dipendeva dal fatto che il Baiacca si era procurato i favori del suo padrone cardinal Scaglia per garantire ad un chierico parente del Marino - forse Francesco Charo - una qualche protezione: cosa che avvenne con estremo gradimento del Marino che si premurò di favorire lo Scaglia di una scatola di dolciumi, le cui vicissitudini, nella spedizione da Napoli a Roma, il poeta napoletano registrò in diverse lettere a G. Preti].
La Vita del Cavalier Marino, contro certe abitudini epocali, risulta opera autonoma e non allegato a qualche pubblicazione riedita del poeta napoletano, indice di un'operazione editoriale ben costruita e volta ad approfittare del momento, prima che eventuali scritti di denigratori del marino o le definitive sanzioni inquisitoriali dell'Adone potessero relegare nell'oblio e quindi nella scarsa commerciabilità il discusso quanto famoso autore napoletano.
Maurizio Slawinski (che ha studiato a fondo l'argomento ed a cui si rimanda per ulteriori approfondimenti: Agiografie Mariniane in "Studi Secenteschi", XXIX, 1988, pp. 19 e seguenti) tiene a rammentare come la Vita scritta dal Baiacca sia stata il frutto di un'operazione più sofisticata di quanto si pensi e nonostante le sole 40 pagine di cui risulta composta.
In particolare lo studioso moderno tiene a precisare come, prescindendo dalla citazione di un singolo autore, tale opera debba esser stata il frutto di un lavoro ben concordato al cui vertice più del Baiacca verisimilmente vi dovette essere il patrizio rodigino Gaspare Bonifacio, letterato poco noto, ma di famiglia eminente ed in particolare, oltre che nipote di Giovanni Bonifacio (estensore di vari testi giuridici oltre che di un'opera curiosa, l'Arte dei cenni edita a Venezia, per il Grossi nel 1616), fratello di Baldassarre Bonifacio destinato ad esser celebrato dall'Aprosio alla stregua di uno dei suoi più significativi amici, protettori e mecenati.
Il riassunto dei contenuti di questa Vita del Marino offre peraltro informazioni concise ma utili:
1 - (pp.3-4) Epistola dedicatoria di Gaspare Bonifacio al card. Scaglia, datata Rovigo 1 ottobre 1625. 2 - (p.5) Lettera tramite cui il Baiacca presenta a Bonifacio il suo scritto con data Roma 12 maggio 1625.
3 - (pp. 6-7) Lettera del Bonifacio "a' benigni lettori".
4 - (pp. 8-14) Lettera di Girolamo Preti a Claudio Achillini ("di Roma li 2 aprile 1625") e replica dell'Achillini (s.d.).
5 - (pp. 15-16) Lettera di Bonifacio a Baiacca in lode della sua pubblicazione e dell'opera letteraria del Marino datata Rovigo 2 settembre 1625.
6 - (p.17) Sonetto di Giacomo Litegato, "O portento gentil, come l'ha schernita, in celebrazione dell'estensore della Vita.
7 - (p.18) Sonetto di G.F. Maia Materdona "in morte del Cavalier Marino ("Immortale Alessandro esser credea").
8 - (pp. 19-54) "Vita del Cavalier Marino" opera del Baiacca.
9 - (p.54) Due quartine, "Sepolcro" (s.a.) e "L'istesso mutato dal sig. Bernardo Ciceri".
10 - (p.55) Epitaffio latino senza autore, nella lettera di Baiacca qui al n. 13 attribuito a Orazio d'Afeltro: "Io. Baptistae Marino...sui aevi poetarum principi".
11 - (p.56) Due madrigali di Gaspare Bonifacio "in morte" del marino ("Piangete Muse, e in tenebre sepolte - Mentre accordasti il canto").
12 - (p.57) Ode latina di baldassarre Bonifacio "Ad Silvestrum Maurocenum, patritium venetum, academicum Humoristarum, in excessum Marini Academiae principis".
13 - (pp. 58-63) Lettera di baiacca a Bonifacio in cui descrive le esequie celebrate per Marino dagli Accademici Umoristi di Roma: in data Roma li 11 settembre 1625.
14 - (pp. 64-67) "Problema del Sign. Antonio Sforza da Monopoli proposto nell'Accademia Romana, per occasione delle esequie celebrate al Cavalier Marino".
15 - (p.67) Madrigale "Sopra il ritratto del Cavalier Marino nell'Accademia degli Humoristi alludendo all'impresa di detta Accademia" ("Le cime di Parnaso").
16 - (pp. 68 - 71) Canzone di Gaspare Bonifacio "a quel nobilissimo Signore, che tiene gli scritti del cavalier Marino ("Signor esponi homai"): a mio giudizio non si tratta nè del Charo nè del Baiacca ma piuttosto di G. B. Manso, lettarto ed operatore culturale, amico da tempo del Marino con cui il Chiaro ebbe una causa legale atteso che si sarebbe impadronito dei manoscritti del marino ed in effetti l'appellativo "nobilissimo" secondo le cerimonie e i titoli del '600 pare convenirsi più al marchese Manso che a personaggi minori e non nobili quali Baiacca e /o Chiaro.


GIAN LUIGI BRUZZONE, Lettere di padre Gabriello Mainardi, OFMConv a padre Angelico Aprosio, OSA, in MISCELLANEA DI STUDI IN MEMORIA DI P. GIOVANNI LUISETTO, in IL SANTO rivista francescana di storia dottrina arte serie II annata XLIII (2003), fascicolo 2-3 [maggio-dicembre 2003]


Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Nella liberazione dell'imperial citta' di Vienna dall'armi turchesche. Oda, In Firenze: Orlandini, Andrea, 1683
Vergilius Maro, Publius, Giano bifronte overo l'Eneide che composta in verso eroico latino da Virgilio e trasportata in ottava rima toscana da Bartolomeo Beverini della congregazione della Madre di Dio si dedica all\'altezza di D. Livio Odescalchi .., In Roma: Bernabo, Angelo, 1700
Beverini, Bartolomeo<1629-1686>, Selectiores dicendi formulae ex triumviris latinitatis Plauto, Terentio, Arbitro. Quo simul et linguae, & morum puritati consulatur ... Bartholomaeo Beverini ... Nunc vero in usum Siculae Juventutis annotationibus illustratae, Panormi: Bentivenga, Pietro, 1755
Vergilius Maro, Publius, Eneide di Virgilio di Bartolomeo Beverini. Alla sacra cesarea maesta dell'imperador Leopoldo 1. .., In Lucca: Paci, Giacinto, 1680
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Bartholomaei Beverini Carminum libri septem. Ad illustriss. et reverendiss. D. Fabium Guinisium Archiepiscopum Ravennatem, Lucae: Paci, Giacinto, 1674
Vergilius Maro, Publius, Eneide Dedicata all'Eminentissimo e Reuerendissimo Sig. Card. Pietro Ottobono Vice Cancellario di S. Chiesa / Virgilio ; trasportata in ottaua rima da Bartolomeo Beuerini, Roma, 1692
Beverini, Bartolomeo<1629-1686>, Vita di S. Cecilia vergine, e martire descritta dal padre Bartolomeo Beverini della Congreg. della Madre di Dio. Con alcune annotationi historiche, e morali .., In Lucca: Paci, Giacinto & C., 1663
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Prediche, discorsi, e lezioni del padre Bartolomeo Beverini sacerdote lucchese ... Opere postume dedicate all'illustriss. signor il signor abate Lorenzo Bernardini, Vienna: Hertz, Johann Eucharius, 1691
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Discorsi sacri di Bartolomeo Beverini lucchese della congregatione della Madre di Dio .., Venetia: Pezzana, Nicolo, 1682
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Rime del P. Bartolomeo Beverini..., In Lucca: Marescandoli, Francesco, 1654
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Poesie del P. Bartolomeo Beuerini lucchese della congregatione della Madre di Dio. .., In Roma: Di Falco, Fabio, 1666
Vergilius Maro, Publius, Eneide di Virgilio trasportata in ottaua rima da Bartolomeo Beuerini .., In Roma per l'eredi del Corbelletti: Corbelletti erediAll'insegna della Regina, 1692
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Nella liberazione dell'imperial citta' di Vienna dall'armi turchesche. Oda, In Lucca: Paci, Giacinto, 1683
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, La prudenza vittoriosa applausi musicali alle grandezze dell'eccellentissima Repubublica di Lucca. Rappresentati nel primo giorno della sua celebre funtione delle Tasche dell'anno 1669, In Lucca: Paci, Giacinto & C., 1669
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, La giustitia placata concerto musicale rappresentato nella solennita della santiss. Annuntiata celebrata dalle scuole di S. Maria Cortelandini, nella chiesa de' M.RR.PP della congregatione della Madre di Dio. L'anno 1658, In Lucca: Paci, Giacinto & C., 1658
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Bruto costante concerto musicale rappresentato nel secondo giorno della celebre funtione delle Tasche dell'eccellentiss.ma republica di Lucca, In Lucca: Paci, Giacinto & C., 1660
Beverini, Bartolomeo<1629-1686>, Oratione nell'esequie dell'eminentiss. e reu.mo sig. Cardinale Girolamo Buonuisi ... detta dal P. Bartolomeo Beuerini Nella Catedrale di s. Martino a 22. Febraro 1677..., In Lucca: Paci, Giacinto, 1677
Vergilius Maro, Publius, Eneide di Virgilio volgarizzata dal p. Bartolomeo Beverini della Congregazione della Madre di Dio Volume primo [-quarto], Napoli: Sangiacomo, Domenico, 1792-1794
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Il giuditio delle stagioni concerto musicale rappresentato nella solennita della SS. Annuntiata celebrata dalle scuole di S. Maria Cortelandini nella chiesa de i mm. rr pp. della Congregatione della Madre di Dio. L'anno 1657, In Lucca: Marescandoli, Francesco, 1657
Vergilius Maro, Publius, Eneide di Virgilio volgarizzata da Bartolommeo Beverini. Volume 1 [-2!], Lucca: Benedini, Filippo Maria & Rocchi, Giuseppe, 1829
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Bartholomaei Beverini congregationis Matris Dei Syntagma de ponderibus, et mensuris antiquorum: quod Lucae primum, inde Lipsiae cusum, cum praefatione Jo. Georgii Walchii; .., Neapoli, Typis Felicis Mosca: Gessari, Bernardino Mosca, Felice, anno 1719
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Bartholomaei Beuerini Syntagma de ponderibus et mensuris, quo veterum nummorum pretium ac mensurarum quantitas demonstratur. Accessit eiusdem Commentatio de Romanorum comitiis ..., Lucae: Gleditsch, Johann Ludwig & Weidmann, Moritz Georg, 1711 ; Lipsiae
Beverini, Bartolomeo<1629-1686>, Bartholomaei Beverinii Annalium ab origine Lucensis urbis volumen primum [-quartum], Lucae: Bertini, Francesco, 1829-1832
Vergilius Maro, Publius, Eneide di Virgilio volgarizzata dal P. Bartolomeo Beverini della congregazione della Madre di Dio, Napoli per Domenico Sangiacomo poi Napoli: Sangiacomo, Domenico Flauto, Vincenzo
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Syntagma de ponderibus, et mensuris, in quo veterum nummorum pretium, ac mensurarum quantitas demonstratur: ... a Bartholomaeo Beverini Lucensi ...Opus posthumum. Novissime accessit De Romanorum comitiis tractatus ex nonnullis eiusdem authoris elucubrationibus excerptus, Lucae: Frediani, Pellegrino, 1711
Eneide di Virgilio di Bartolomeo Beverini. Alla sacra cesarea maesta dell'imperator Leopoldo 1. .., In Lucca, & in Bologna: Longhi, Giuseppe <1.>, 1683
Beverini, Bartolomeo <1629-1686>, Il porto della liberta concerto musicale rappresentato nel secondo giorno della celebre funtione delle Tasche dell'eccellentissima republica di Lucca, In Lucca: Pieri, BernardinoPaci, Giacinto & C., 1654
Vergilius Maro, Publius, L' Eneide di Virgilio di Bartolomeo Beverini, Bologna, [1680ca.]


Giacomo Filippo Camola, romano, nato nel 1599, sulla cui data di morte sussistono discrepanze ed incertezze (forse il 1666) venne elencato da un amico personale d'Aprosio quale Leone Allacci nella sua opera Apes Urbanae, Romae, Lud. Grignianus, 1663,p. 260 per aver scritto un Breve racconto della Vita del Sig. Cavalier Marino accorpato con le Poesie Nuove di Giuseppe Manelfi (costituite dalla Strage, un canto dell'incompiuta Gerusalemme Distrutta, e quattro canzoni di argomento spirituale ("La Fede - La Speranza - La Carità - Le Stelle).
Il Camola aveva già editato un Elogium Antonii Bruni (inserito nell'edizione romana delle Poesie di questo del 1630) ma le sue investigazioni biografiche ebbero poca fortuna anche per la graduale dispersione del marinismo: non a caso la sua biografia del Marino -scarna ma coerente- finisce per non conoscere alcuna ristampa.


Valdetaro, Geronimo, Animaduersiones iuridicae pro serenissimo duce Mutinae. Cum sereniss. infante Maria Sabaudiae. Tripartitae ... Cum argumentis, summariis, & indice. In causa sequestri iunctis aulis s.c. ... Seligente Hieronymo Valdetario causae aduocato, [Napoli, 1653] - [4], 148, [24] p. : ill., antip. ; 4o. - Front. in rosso e nero - Il luogo e la data di pubblicazione si ricavano a p. 148. - Impronta - i-o- s-e. q;te ne9H (3) 1653 (Q) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III - Napoli - NA


Valdetaro, Giovanni Andrea Titolo: , Memoria d'alcune virtu piu singolari del signor Giuseppe Maria Durazzo raccolte dal P. Gio. Andrea Valdetaro della Compagnia di Giesu, In Genoua : per il Franchelli. Nel vico del Filo, 1704 - 307, [1] p., [1] c. di tav. ; 8o. - Fregi xilogr. - Fregio xilogr. sul front. - Ritr. calcogr. di G.M. Durazzo, inciso da B. Audran - Segn.: A-S8 R80. - Tit. dell'occhietto: Memoria d'alcune virtu piu singolari del signor Giuseppe Maria Durazzo - Impronta - i.s. m-e- ,ele divb (7) 1704 (A) - Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino - Biblioteca Estense Universitaria - Modena - Biblioteca civica Giovanni Canna - Casale Monferrato - AL


Valeriani, Domenico <1593-1647>, Dell'antichita di Rauenna nello Stato secolare, panegirico di Domenico Valeriani, recitato nella sala del Conseglio sotto li 29. ottobre 1638. dal sig. Christoforo Abbocconi, In Rauenna: Giovannelli, Giovanni Battista & Paoli, Pietro : de', 1640
Valeriani, Domenico <1593-1647>, Dell'antichita di Rauenna nello Stato ecclesiastico, panegirico di Domenico Valeriani, recitato il 18. d'ottobre 1639. nella sala maggiore del Conseglio di detta citta dal sig. Francesco Monaldini, .. In Rauenna: Giovannelli, Giovanni Battista & Paoli, Pietro : de', 1640
Valeriani, Domenico<1593-1647>, Dell'antichita di Ravenna nello Stato secolare, panegirico di Domenico Valeriani, recitato nel Palazzo de gl'Illustrissimi Signori Saui li 29 Ottobre 1638 Christoforo Abbocconi ..., In Ravenna: Giovannelli, Giovanni Battista & Paoli, Pietro : de', 1638


Silos, Giuseppe [chierico regolare, nato a Bitonto, erudito], Conferenze accademiche, tenute da quattro virtuosi ingegni, e raccolte dall'abb. Gio. Michele Silos, bitontino, Accademico Infiammato, detto lo Smemorato, In Roma: Lazzari, Ignazio, 1670
Silos, Giuseppe , Plausus in solemni consecratione D. Caietani Thienaei, clericorum regularium institutoris. Hoc est, plausus eorum, qui clericos regulares, aut fundarunt, aut instaurarunt, quorum series, in arborem digesta, habetur hic aere incisa. Plausus religiosorum ordinum fundatorum, plausus Europae principum, plausus principium foeminarum, plausus vrbium, plausus virtutum. Auctore Iosepho Silos clerico regulari Bituntino, Romae: Lazzari, Ignazio, 1671
Silos, Giuseppe , Analecta prosae orationis, et carminum siue Epistolarum, epigrammatum, inscriptionum, centuriae auctore Iosepho Silos Bituntino clerico regulari, Panormi: Isola, Pietro dell', 1666
Silos, Giuseppe , Ragionamenti vari fatti in varie occasioni da D. Giuseppe Silos bitontino cherico regolare, In Roma: Corbelletti eredi, 1668
Silos, Giuseppe , Pinacotheca siue Romana pictura et sculptura, libri duo. In quibus excellentes quaedam, qua profanae, qua sacrae, qua Romae extant, picturae, ac statuae, epigrammatis exornantur. Accessit odarum appendicula, ad lyrici carminis libamentum. Auctore Ioanne Michaele Silos Bituntino, Romae: Mancini, Filippo Maria, 1673
Silos, Giuseppe , Musa canicularis siue Iconum poeticarum libri tres qui continent, Icones heroicas. Icones gentium. Icones varias. Et Epigrammatum centuriae tres. Auctore D. Iosepho Silos Bituntino clerico regulari. Accessere ab eiusdem auctoris calamo Inscriptiones aliquot pro Neapoletani SS. Apostolorum templi inauguratione, et quaedam gentis Caracciolae Elogia, Romae: Corbelletti, Francesco eredi, 1650
Silos, Giuseppe , Vita del venerabile servo di Dio d. Francesco Olimpio dell'ordine de' chierici regolari composta da don Giuseppe Silos bitontino dell'istesso ordine. E dal medesimo autore dal latino trasportata in lingua italiana, In Napoli: Castaldo, Salvatore, 1685
Silos, Giuseppe , Musa canicularis siue Iconum poeticarum libri tres qui continent icones heroicas, icones gentium, icones vari. Et epigrammatum centuriae tres auctore d. Iosepho Silos Bituntino ... Accessere ab eiusdem auctoris calamo inscriptiones aliquot pro Neapolitani SS. Apostolorum templi inauguratione, et quaedam gentis Caracciolae elogia, Parisijs: Lamy, Pierre, 1652
Silos, Giuseppe , Opere di misericordia ouero Sermoni di Purgatorio in cui ragionandosi delle pene, e suffragi de' defunti, si diuisano etiandio altre profitteuoli materie, ... composti, e recitati da D. Giuseppe Silos bitontino Cherico Regolare, In Roma: Corbelletti eredi, 1660
Silos, Giuseppe , Historiarum Clericorum Regularium a congregatione condita. Pars prior -tertia. Autore Iosepho Silos Bituntino eiusdem congregationis clerico regulari, 1650-1666
Silos, Giuseppe , 1, Romae, 1650
Silos, Giuseppe , Vita di s. Gaetano Thiene fondatore della religione de' chierici regolari descritta da d. Giuseppe Silos bitontino della medesima religione ..., In Vicenza: Lavezzari, Giacomo, 1617
Silos, Giuseppe , Mausolea romanorum pontificum, et caesarum regumque Austriacorum siue ad eorum sepulcra qua' soluta oratione, qua' versibus inscriptiones. Auctore Iosepho Silos Bituntino, clerico regulari, Romae: Lazzari, Ignazio, 1670 Silos, Giuseppe , Venerabilis Francisci Olympii ordinis clericorum regularium vita descripta a Iosepho Silos Bituntino ..., Romae: Corbelletti eredi, 1657


Testo a stampa
Albenga , Constitutiones et decreta edita et promulgata in Synodo Dioecesana S. Albigan. ecclesiae, quam illustriss. et reuerendiss. d. d. Ioannes Thomas Pinellus dei, et apostolice sedis gratia eiusdem ecclesiae episcopus .., Lodani : typis heredum q. Thome Rubei - [4], 79, [1] p. ; 4o. - Fregi xilogr. - Probabilm. pubblicato nel 1671 - Segn.: pp A-K4. - Stemma del vescovo Giovanni Tommaso Pinelli sul frontespizio - Impronta - i.i- s.e- o.a- Cl12 (3) 1671 (Q) Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino


Abati, Antonio, Poesie postume di Antonio Abati. Dedicate all'illustr. sig. e patr. singolaris. il sig. Antonio Cauagna, In Venetia : appresso Angelo Bodio, 1676 - 535 [i.e.567, 9] p. ; 12o. - A cura di Curzio Picotti, il cui nome appere a c. A4r - Bianche (?) le ultime quattro c. - Iniz. e fregi xil. - Numerosi errori di paginazione - Segn.: A-2A12 - Impronta - n-re o.ti o.o: NoAp (3) 1676 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca Trivulziana - Archivio storico civico - Milano - Biblioteca Giovardiana - Veroli - FR - Biblioteca dell'Accademia delle scienze - Torino - Biblioteca comunale Giosue' Carducci - Spoleto - PG
Abati, Antonio, Poesie postume di Antonio Abati. Dedicate all'illustriss. signor, e patron singolariss. il signor Antonio Cauagna, In Venetia : per Angelo Bodio, 1673 - 2 pt. (454; 136, [7] p.) ; 12o - A cura di Curzio Picotti - Pt. 2 con front. proprio: Il consiglio de gli dei dramma da musica di Antonio Abati . - Segn.: A-T12; A-F12 - C. F9v e F10,11,12 della pt. 2 bianche - Impronta - i.u. o,e, o.io VoBr (3) 1673 (R) - Impronta - lero o.ti o.o: NoAp (3) 1673 (R) Localizzazioni: Biblioteca nazionale Sagarriga Visconti-Volpi - Bari - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca del Seminario arcivescovile - Torino
Abati, Antonio, Poesie postume di Antonio Abati. Dedicate all'eminentiss., e reuerendiss. principe il signore cardinal Flauio Chigi , In Bologna : per Gio. Recaldini, 1671 - 2 pt. (480 ; 12o. - A p. 469 altro front.: Febo austriaco alla sacra maesta di Ferdinando terzo - Dedica al card. Mazarino. - Nella pt. 1 dedica ai lettori di Curzio Picotti curatore dell'opera - Pt. 2: Il Consiglio degli Dei drama da musica di Antonio Abati - Saltate nella num. le p. 433-534 - Segn.: A-V12 (Bianca V12); A-D12 E6 F12 G6 - Impronta - e-ad n.t. i,e, MoBe (3) 1671 (R) - Impronta - i-i- ceza o.la B.Af (3) 1671 (R) - Localizzazioni: Biblioteca provinciale Scipione e Giulio Capone - Avellino - Biblioteca comunale dell'Archiginnasio - Bologna - Biblioteca della Casa di Goldoni - Venezia
Abati, Antonio, Poesie postume di Antonio Abati - Terza impressione con nuoua aggiunta, Venetia : appresso Benedetto Miloco, 1676 - 20, 520 p. ; 12o -A cura di Curzio Picotti, il cui nome figura nell'indirizzo ai lettori, a c. p3r - Marca (il Tempo e la Verita: Veritas filia temporis) sul front. in cornice xil. - Segn.: p46A-X\1"Y8 - Occhietto - Impronta - u-e, 6011 a,re GrCh (3) 1676 (R) - Localizzazioni: Accademia Georgica - Treia - MC - Biblioteca comunale Giosue' Carducci - Citta' di Castello - PG - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca della Fondazione Luigi Firpo. Centro di studi sul pensiero politico - Torino
Regi, Domenico , Della vita di Tommaso Moro gran cancelliero d'Inghilterra libri due con accrescimento di notizie in questa impressione. Del P. Domenico Regi cherico regolare ministro degl'infermi, In Bologna : per il Longhi, 1733 - [24], 276 p. ; 12o. - Segn.: A-L12M6. - Tit. dell'occhietto: Vita di Tommaso Moro gran cancelliero d'Inghilterra - Impronta - i-io a-6. e'he peci (3) 1733 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Successi di Eumolpione, portati nella nostra lingua da Ciriaco Basilico. Dedicato al ... Gio. Giacomo Lavagna, In Napoli: Bulifon, Antonio, 1678
Regi, Domenico <1608-1680>, Constitutiones apostolicae ac bullae variae, et brevia summorum pontificum religioni clericorum regularium Ministrantium Infirmis concessa, & in unum corpus primo redacta ..., Madrid, 1716
Regi, Domenico<1608 - 1680>, Vita di Tomaso Moro gran cancelliere d'Inghilterra libri due del p. Domenico Regi ..., In Napoli, 1755
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Vita di Tommaso Moro gran cancelliere d'Inghilterra. Scritta dal p. Domenico Regi ... in questa impressione riveduta, e da molti errori corretta, In Venezia: Corona, Giuseppe, 1728
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Memorie historiche del venerabile Camillo de Lellis e de' suoi Chierici Regolari ministri degl'infermi : libri quindici / di Domenico Regi, In Napoli, 1676
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Della vita di Tomaso Moro gran cancelliero d'Inghilterra libri due. Con accrescimento di notizie in questa terza impressione. Del P. Domenico Regi ..., In Padova: Corona, Giuseppe, 1708
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Camillo penitente attione scenica di Geri Dioconme al molt' illustre ... Gio. Agostino Cucchi, In Bologna: Monti, Giacomo, 1648
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Vita di Tomaso Moro gran cancelliere d'Inghilterra. Libri due del p. Domenico Regi .., In Napoli presso Francesco Petraroia: Petraroja, FrancescoPalermo, Salvatore, 1788
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Della vita di Tommaso Moro gran cancelliero d'Inghilterra libri due con accrescimento di notizie in questa impressione. Del P. Domenico Regi cherico regolare ministro degl'infermi, In Bologna: Longhi, 1733
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Della vita di Tomaso Moro gran cancelliere d'Inghilterra. Libri due. Di Domenico Regi, .., In Milano: Malatesta, Antonio, 1675
Regi, Domenico<1608-1680>, Bullae variae ac brevia summorum pontificum ad usum Religionis Clericorum Regularium Ministrantium Infirmis. Nuper collecta, & in unnum Corpus redacta per ad modum p. Dominicum Regium, Napoli: Passari, Giacinto, 1680
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Memorie historiche del venerabile P. Camillo De Lellis, e de' suoi Chierici regolari ministri degl'infermi. Libri quindici di Domenico Regi della medesima religione .., In Napoli: Passaro, Giacinto, 1676
Regi, Domenico <1608 - 1680>, Vita di Tomaso Moro gran cancelliere d'Inghilterra. Libri due del p. Domenico Regi .., In Napoli: Palermo, Salvatore, 1782


Puccinelli, Placido da Pescia, monaco cassinese [1609-1685] > VEDI BIBLIOGRAFIA RAPPORTI F. PUCCINELLI - A. APROSIO
Puccinelli, Placido <1609-1685>, Historia di Vgo principe della Toscana. Scritta da D. Placido Puccinelli Pesciatino. Alla sempre inuitta, e gloriosa republica di Lucca, In Venetia: Leni, Matteo & Vecellio, Giovanni, 1643
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Historia dell'eroiche attioni della gran dama Vuilla principessa della Toscana, duchessa di Spoleto, e contessa di Camerino. Scritta da D. Placido Puccinelli da Pescia monaco cassinense, In Napoli: Savio, Francesco, 1643
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Vita, ed azzioni del b. Andrea di Scozia diacono di s. Donato vescouo di Fiesole ... del p.d. Placido Puccinelli .., In Firenze, 1670
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Chronicon insignis monasterii DD. Petri, et Pauli de Glaxiate Mediolani abbatum omnium regimina, diplomata, priuilegia, decreta pontificum, caesarum, regum, ducumque & & principum complectens. ... Auctore D. Placido Puccinellio, decano Cassinensi, .., Mediolani: Malatesta, Giulio Cesare
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Zodiaco della chiesa milanese. Dedicato alli molto illustri signori Lodouico, Pietro, e Rafaello fratelli Castelli / [Placido Puccinelli], In Milano: Malatesta, Giovanni Battista & Malatesta, Giulio Cesare, 1650
Puccinelli, Placido <1609-1685>,2: Vita, di S. Simpliciano arciuescouo di Milano. Descritta, e dedicata all'illustris., e reuerendiss. P.D. Giouanni Resta, ... da P.D. Placido Puccinelli, ..., In Milano, 1650
Puccinelli, Placido <1609-1685>,3: Vita, di S. Senatore Settala arciuescouo di Milano. Descritta, e dedicata all'illustriss., e reuerendiss. monsign. Carlo Settala, ... dal P.D. Placido Puccinelli.., In Milano, 1650
Puccinelli, Placido <1609-1685>,4: Memorie antiche, di Milano, e d'alcuni altri luoghi dello Stato, raccolte, e dedicate al sig. Carlo Girolamo Cauatio della Somaglia dal P.D. Placido Puccinelli .., In Milano, 1650
Puccinelli, Placido, Vita, ed attioni del B. Andrea di Scotia, Diacono di S. Donato Vescouo di Fiesole ... di D. Placido Puccinelli, In Milano: Ramellati, Giovanni Pietro, 1645
Puccinelli, Placido<1609-1685>,Origo et progressus historicus, siue apparatus de illustribus abbatiae Flo rentinae viris, in tresdecim capita compendiose distributus. Auctore don Placido Puccinello, Pisciensi, ..., Mediolani: Ramellati, Giovanni Pietro, 1645
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Chronologia abbatum generalium congregationis Unitatis S. Iustinae Patavii, nunc Casinensis ... Auctore D. Placido Puccinellio .., Mediolani: Ramellati, Giovanni Pietro, 1647
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Nomenclatura omnium abbatum congregationis Unitatis S. Iustinae Patavii, nunc Casinensis ... Auctore D. Placido Puccinello Pisciensi .., Mediolani: Camagno, Carlo, 1647
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Vita di S. Mauro abate, il taumaturgo della Francia, e l'Esculapio de gli oppressi da sciatiche, catarri, ed altri malori: descritta dal P. don Placido Puccinelli priore Casinense, .., In Firenze: Onofri, Francesco, 1670
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Historia dell'eroiche attioni de'BB. Gometio Portvghese abbate di Badia, e di Tevzzone Romito, con la serie delle badesse dell'insigne monastero delle Murate di Fiorenza. Di D. Placido Pvccinelli .., In Milano: Ramellati, Giovanni Pietro, 1645
Puccinelli, Placido<1609-1685>,Vita del b. Teuzzone monaco, sacerdote, e romito della badia di Fiorenza descritta da D. Placido Puccinelli ..., In Milano: Ramellati, Giovanni Pietro, 1645
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Vita, ed attioni di S. Ambrogio dottore della chiesa cattolica, arciuescouo duodecimo, e protettore di Milano. Descritta, e dedicata all'illustriss., e Reuerendiss. P. D. Attilio Pietrasanta ...dal P. D. Placido Puccinelli .., In Milano: Malatesta, Giovanni Battista & Malatesta, Giulio Cesare, 1650
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Istoria dell'eroiche attioni di Vgo il grande duca della Toscana, di Spoleto, e di Camerino, ... Di nuouo ristampata con curiose aggiunte, e corretta. Con la Cronica dell'abbadia di Fiorenza, suoi priuilegi ponteficij, e cesarei. Il Trattato di circa mille inscrittioni sepolcrali. La Galleria sepolcrale, con l'introduttione della festa di S. Mauro. Et le memorie di Pescia terra cospicua, ... DelPP.D. Placido Puccinelli, monaco cassinense, .., In Milano: Malatesta, Giulio Cesare, 1664
Puccinelli, Placido <1609-1685>,Vita di S. Barnaba Apostolo primo pastore di Milano. Descritta dal P.D. Placido Puccinelli, In Milano: Malatesta, Giovanni Battista & Malatesta, Giulio Cesare


"Chronicon insignis monasterii dd. petri, et pauli de glaxiate mediolani Abbatum omnium regimina, diplomata, priuilegia, decreta Pontificum, Caesarum, Regum, Ducumque, et Principum complectens. Item et sacrarum reliquiarum nomina. Tribunarum, necnon sepulchrorum erectionum tempora, vnà cum inscriptionibus, et omnium monachorum, qui hoc in monasterio habitu monachali fuere exornati, seriem, et alia notatu digna continens. Auctore d. Placido Puccinellio, decano Cassinensi, antiquitatis venerandae indagatore, caeremoniario sacro, ac intimo excellentissimi domini Principis Triuultij, Mediolani, in Regio Palatio, à Iulio Caesare Malatesta [1655] - [20], 380 pp., mm 212 x 155 - caratteri romani e corsivi, 4 iniziali xilografiche - a c. S6v ritratto dell’autore, a p. 297 ritratto di Giovanni Resta, xilografie - precede il frontespizio altro frontespizio con xilografia: Chronicon insignis abbatiae SS. Petri, et Pauli de Glaxiate Mediolani - (Triv. DD 1950 ) - La data di stampa si desume dalla dedicatoria. Per notizie sull’autore, nato a Pescia e vissuto a lungo a Milano, si veda M. Armellini, Bibliotheca Benedictino Casinensis sive scriptorum Casinensis Congregationis alias S. Justinae Patavinae, Pars altera, Assisii, typis Andreae Sgariglia, 1732, pp. 152-156. La Biblioteca Trivulziana possiede un’altra copia dell’edizione (collocata in Triv. H 1620)....".
Così scrive Paola Rucci a proposito di questa bella opera della milanese Trivulziana che risulta presente anche alla
C.B.A.: Chronicon insignis monasterii DD. Petri et Pauli di Glaxiate Mediolani. Abbatum omnium regimina, diplomata, privilegia, decreta pontificum, caesarum, ducumque, et principum complectentes. Item et sacrorum reliquarum nomina, tribumarum, nec non sepolchrorum erectionum tempora, una cum inscriptionibus et omnium monachorum, qui hoc in monasterio habitu fuere exornati ... auctore D. Placido Puccinellio .. Mediolani : in regio palatio, a Juilio Cesare Malatesta R. Typographo, [1655] [18], 380, 2 c. di tav. : ill. ; 4°
Assieme ad essa del Puccinelli l'Aprosio raccolse nella sua "Libraria" dove tuttora sono custodite le seguenti opere: 1 Historia di Ugo principe della Toscana. Scritta da D. Placido Puccinelli .. In Venetia : per Matteo Leni e Giovanni Vecellio, 1643 [13], 136, [1] p. : 1 ill. ; 4°.
Historia dell'eroiche attioni di Ugo il Grande Duca della Toscana di Spoleto, e di Camerino ... di nuovo ristampata con curiose aggiunte, e corretta, con la cronaca dell'Abbadia di Fiorenza ... il trattato di circa mille iscrittioni sepolcrali ... con l'introduttione della festa di S. Mauro et le memorie di Pescia ... del P.D. Placido Puccinelli .. In Milano, nella R.D. Corte : per Giulio Cesare Malatesta Stampatore R.C., 1664 3 pt. ([20], 74; [4], 12; 318 p. ) : 7 ill. ; 4°.
La dote di S. Chiesa predica per la publicatione del Santissimo Giubileo ... recitata dal ... padre maestro Callisto In Brescia : per Gio: Battista Gromi, 1645 [4], 35 p. ; 4°.
Zodiaco della Chiesa milanese, cioè le vite de' suoi dodeci primi pastori distinto in tre parti ... opera del P.D. Placido Puccinelli da Pescia .., In Milano : nella Reg. Duc. Corte, per Gio.Battista, e Giulio Cesare fratelli Malatesta stampatori R.C., 1650 4 pt. ([34], 411; 112; 36; 123, [4] p. : 1 ritr.)


Bacoue, Leon <1608-1694> Sanctissimo ac beatissimo patri Clementi papae 9. carmen panegyricum, nec-non omnis sapientiae exemplar / [Leo Bacove]. .., Tolosae : excudebat Ioannes Boude, regis, comitiorum linguae Occitanae, & Academiae Tolosanae, typographus, 1667 - [2], 82, [2] p. ; 2o. - Il nome dell'A., Leon Bacoue, compare alla fine del testo - Segn.: p1A-X2. - Impronta - esis s.s: s,ci MeEs (3) 1667 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
La non facile decrittazione della lettera all'Aprosio aveva lasciato alcune lacune sul personaggio sul quale è il Bayle nel suo celebre
Dizionario a darci (sotto il nome del personaggio, lettera B) le informazioni tuttora più complete


Nizza , Decreta dioecesanae synodi Niciensis. Ab illustriss.mo & Reu.mo domino d. Didaco Ab Ecclesia Dei, & apostolicae sedis gratia episcopo Niciensi ..., Cunei : typis Petri Guigua, 1668 - 146 p. ; 4o - Stemma xilogr. di Diego Dalla Chiesa sul front. - Presenti forme contratte nel titolo - Fregi xilogr. - Segn.: A-S4 T4 - Impronta - ,&i- q;i- umo- poin (3) 1668 (A) -Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino


Gottelli, Fidele (agostiniano, Priore della Consolazione di Genova), Discorsi sopra quant'auenne a Christo signor nostro nell'horto fino alla morte, &c. per li venerdi di marzo, e venerdi s. del padre b. Fedele Gottelli da Genoua, Agostiniano della Consolatione. ... , In Genoua : per il Celle, & il Bernardi - 358 p. ; 12. - Impronta - ioad lese toe- roce (3) 1673 (Q) - Localizzazioni: oltre che in C.B.A. in Biblioteca nazionale centrale - Firenze


Landucci, Ambrogio <1599-1669>, Sacra leccetana selua cioe origine, e progressi dell'antico, e venerabile eremo e congregatione di Lecceto in Toscana ... Descritta dall'illustriss. e reuerendiss. monsig. Ambrogio Landucci Sanese ... data in luce dal maestro fr. Fabritio Landucci ..., In Roma : appresso Francesco Caualli, 1657 Descrizione fisica: 24, 163, 13 p., 2 c. di tav. : antip. e ritr. calcogr. ; fol. - Fregi iniz. xil. - Segn.: a-c4 A-Y4 - L'antiporta incisa da Guillaume Chasteau - Il rit. disegnato e inciso da Guillaume Vallet - Impronta - elde t.y- rili Alpa (3) 1657 (R) Localizzazioni: oltre che in C.B.A. esemplari in Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca Ludovico Jacobilli del Seminario vescovile - Foligno - PG - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma


Scotti, Ludovico ,Lezioni o' vero Sposizioni letterali, e morali sopra gli Euangeli delle domeniche, e feste di tutto l'anno. Fatte, e predicate in Roma nella Basilica de' SS. 12. Apostoli da F. Lodouico Scoto da Catania Min. Conu. ... Opera a' prelati, a' predicatori, e a' curatori, In Venetia ; per Gio. Battista Tramontini, a i Frari : appresso Giuseppe Maria Ruinetti libraro alla Verita, 1688 - 3 v. ; 4. - In ogni volume front. calcogr. precede il front. tipogr. Localizzazioni: Biblioteca S. Francesco della Vigna - Venezia - Biblioteca comunale Alessandro Cialdi - Civitavecchia - RM - Biblioteca nazionale Marciana - Venezia


Savona Constitutiones et decreta in dioecesana synodo condita. Ab illustrissimo, & reuerendissimo dd. Francisco Maria Spinula dei, & apostolicae sedis gratia episcopo Sauonensi Pubblicazione: Finarii : typis Io. Thomae Rubei, 1631 Descrizione fisica: 96 p. ; 4o Note Generali: Stemma xilogr. del vescovo Francesco Maria Spinola sul frontespizio - Fregi xilogr. - Segn.: A-M4 - Impronta - b-x- n.te n-em iuOm (3) 1631 (R) - Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino


Ferrari, Francesco Bernardino <1577-1669>,Il sacerdote di Gesu Cristo ammaestrato ne' principali suoi doveri. Opera utilissima per qualunque siasi sacerdote, e molto piu per chi aspira allo stato sacerdotale. Divisa in due tomi. Tomo primo (-secondo), In Napoli : presso Donato Campo, 1772-1773 - 2 v. ; 8o Note Generali: L'autore, Francesco Bernardini, si ricava dal front. del 2 vol - Localizzazioni: Biblioteca statale del Monumento nazionale di Casamari - Veroli - FR - Biblioteca statale del Monumento nazionale di Montecassino - Cassino - FR
Ferrari, Francesco Bernardino<1577-1669>,Bernardini Ferrarii ... De Ritu sacrarum Ecclesiae Veteris Concionum. Cum praefatione Joannis Georgii Graevii Ultrajecti : ex officina Wilhelmi Broedelet, 692 -16, 404, 28 p. : ill. ; 8o - Marca calcogr. (Minerva e Mercurio ailati ed in centro un medaglione contenente una mano uscente da nuvola che tiene una bilancia: Suum cuique tribue ) sul front. - Front. stampato in rosso e nero - Iniz. xilogr. - Vignetta calcogr. a c. A1r Segn.: ast!8 A-2D8 - Impronta - n-is stet t,os poct (3) 1692 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III -
Ferrari, Francesco Bernardino <1577-1669>, De veterum acclamationibus et plausu libri septem Francisci Bernardini Ferrarii Mediolanensis theologi, ac Ambrosiani Collegij doctoris, Mediolani : ex Ambrosiani Collegij Typographia, 1627 - [36], 407 [i.e.] 405, 43] p. ; 4o. - La c. 3K4 finale e bianca. - Marca calcogr. non controllata (Monogramma dello stampatore) sul front. - Omesse nella numerazione le p. 114-115 - Segn.: p2a-d4A-3K4 - Impronta - e.ni m.x- t.o- pequ (3) 1627 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca comunale - Palazzo Sormani - Milano - Biblioteca universitaria di Padova - Padova - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma


Fiorelli, Giacomo , Detti, e fatti memorabili del senato, e patritij Veneti, del P. maestro Giacomo Fiorelli venetiano ..., Venetia : presso Combi e La Nou, 1672 - 12, 283, 17 p. ; 4o - Cfr.: BL Italian, 17th century, p.344 Marca (Minerva : La Minerva) sul front. - Segn.: a6 A-S8 T6 - Impronta - nar- a.si n-E- inme (3) 1672 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca del Dipartimento di storia dell'Universita' degli studi di Padova - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma - - Biblioteca Querini Stampalia - Venezia
Fiorelli, Giacomo, L' huomo multiplice, ouero, Considerationi de' stati principali della sua vita. Discorsi morali, et eruditi, del padre maestro Giacomo Fiorelli veneto agostiniano. ..., In Venetia : per Biagio Maldura, 1682 - 448 p. ; 12. - Impronta - MOua 3922 I.e, aLno (3) 1682 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze - FI - 1 esemplare.
Fiorelli, Giacomo ,La monarchia d'Oriente. Del padre maestro Giacomo Fiorelli veneto agostiniano. Comincia da Costantino 'l grande. Nell'anno. 330. E termina in Constantino paleologo. Nell'anno. 1453. .., In Venetia ; per Domenico Milocco : si vende in cale larga a San Lorenzo, 1679 - [12], 448 p. : ill., 1 ritr. calcogr. ; 2o. - Marca (la Religione: Vera hinc religio) sul front. - Ritr. dell'A. di Johann van Berg a c. a6v - Segn.: a6A-3K4. - Impronta - leoi lai. l-ta tagr (3) 1679 (R) Localizzazioni: Biblioteca del Seminario arcivescovile - Torino - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - FI - Biblioteca statale del Monumento nazionale di Montecassino - Cassino - FR - Biblioteca comunale Paroniana - Rieti


Lomellini, Stefano , Hospitio exceptam ab Elisabetha Deiparam Virginem prosequuntur latine, graece, oratorie, poetice. Stephanus Lomellinus Genuensis. Valerius Arigutius Perusinus. Georgius Spinola Genuensis. Sem. Rom. conuict. , Romae : ex typographia Francisci Corbelletti, 1633 - [12] c. ; 4 - Rom. ; cors. ; gr. - Front. in cornice xil Iniz. e fregi xil Segn.: A12 - Impronta - i-a- umm, d?t. HiFa (C) 1633 (R) - Localizzazioni: Biblioteca comunale Augusta - Perugia


Lomeri, Annibale , L' Oratione domenicale, e la salvtatione angelica esplicate letteralmente dal dottote Annibale Lomeri. Con l' aggionta d'alcune breui orationi, versi, et altre cose appartenenti all' istessa materia, del R.D. Francesco Maria Torrigio Romano teologo, e filosofo, In Roma: Facciotti, Guglielmo, 1623
Lomeri, Annibale , Cicilia sacra in drammatica poesia, del dottore Annibale Lomeri sanese, nell' Accademia de' Filomati, detto il Satirico. ... Recitata in Siena ... il 18 giugno 1621, In Arezzo: Gori, Ercole, 1635
Lomeri, Annibale , Conuersione di Iacomo Tolomei per mezo di S. Caterina da Siena. In dramatica poesia; descritta dal dottore Annibale Lomeri nell'Accedemia [|] de' Filomati. Detto il Satirico, In Firenze: Timan, Volcmar
Lomeri, Annibale , Davidde orante cioe Salmi di Dauid spiegati co'l senso letterale continuato, e con parafrasi, per il dottore Annibale Lommori, Roma, 1663


Pio Rossi (anche Pio de Rossi, al secolo Pietro fu erudito studioso piacentino, specificatamente studioso di teologia e filosofia oltre che profondo conoscitore delle dottrine umanistiche.
Nato nel 1581 vestì l’abito dei girolimini nel 1596 divenendo, nel 1626, generale dell’ordine. Scrisse molte opere, soprattutto opere di argomento religioso, fra cui Flores Sancti Patri Hieronymi (1621), e Mistico sale, una raccolta di prediche pubblicata a Piacenza nel 1640.
Da storiografo si occupò comunque pure della storia del suo ordine nella Vita del venerabile Lupi da Olmeto e nel Catalogo dei generali della sua congregazione.
Filologo e studioso di lessicografia ebbe ben però grande interesse per gli studi grammaticali e lessicografici, come attestano la sua Grammatica volgare, l’Ortografia volgare e le più famose Osservazioni sopra la lingua volgare (pubblicate postume a Piacenza nel 1677). Morì a Piacenza nel monastero di S. Savino nel 1667. Bibliografia: Pagani 1677; Quadrio 1739-52: II, 168; III 120; 123; Poggiali 1895: III, 123; Mensi 1899: 370; LIE Autori 1982-91: II, 1539
Presso la B.U.G nel fondo aprosiano tra le lettere dei corrispondenti di A. Aprosio si trovano 5 sue epistole di carattere biografico e letterario (MS. E. V. 28, c. 116) che qui si registrano ed altrove si riproducono:
La I LETTERA di Pio Rossi è del 20 novembre 1647, da Piacenza e non sembra la prima intercorsa tra i due personaggi: ha carattere amicale e personale, con qualche riferimento bibliografico.
La II LETTERA di Pio Rossi è del 27 gennaio 1648, da Piacenza e con essa il Rossi inoltra l'omaggio del Presidio Romano all'Aprosio, e d'altri libri per l'erudito TOBIA PALLAVICINO.
La III LETTERA di Pio Rossi è del 22 luglio 1648, da S. Carpoforo, Como ed ha caratteristiche prossime alla precedente con un particolare cenno al desiderio di Pio Rossi di avere nell'Aprosio un interlocutore epistolare con l'erudito Tobia Pallavicino.
La IV LETTERA di Pio Rossi è del 3 febbraio 1652, da Como e denota interessi eruditi oltre che verso Tobia Pallavicino anche verso T. Oderico e Monsig. Tomasini.
La V LETTERA di Pio Rossi è del 23 settembre 1663, da San Savino Piacenza e risulta di gran lunga la più interessante sia per le notizie che fornisce sugli ultimi anni di vita del Rossi sia per una rassegna delle sue pubblicazioni, tanto a stampa che manoscritte. Purtorppo la rilegatura dell'epistolario aprosiano la microfilmatura non esente da difetti hanno finito per rifilare i margini sì che quando un autore scrive, come in questo caso, per l'ampiezza orizzontale del foglio le parola ad una o l'altra delle estremità possono risultare incomplete, e di quasi impossibile lettura senza sfasciare la scomoda legatura.
Opere del Rossi attualmente rinvenute nelle biblioteche italiane sfruttando il sistema OPAC/SBN:
Rossi, Pio, Osservazioni sopra la lingua volgare, con la dichiarazione delle men note, e piu importanti voci; aggiungesi appresso un trattato Dell'ortografia o sia modo di distinguere le parti del periodo; et in fine La grammatica volgare per sapere intal fauella parlare, e scriuere correttamente / opere postume del Reuerendiss. Pdre D. Pio Rossi de, Piacenza: Bazachi, Giovanni <2.>, 1677
"Opere postume del reverendiss. padre d. Pio Rossi da Piacenza" [di Rosio Rossi] (cc. +2r-+2v); Al merito del reverendiss. p. generale d. Onofrio Orobuoni, a cui viene dedicato il presente libro. Sonetto [di G.C. Arcelli] (c. +3r); In lode del m. rev. p. priore d. Rosio Rossi, che risolve di mettere alle stampe l’opera presente del reverendiss. padre d. Pio Rossi suo zio. Sonetto [del medesimo] (c. +3v); L’autore a’ lettori (cc. nn.); Vita del reverendiss. padre d. Pio Rossi da Piacenza [di F. Giovambattista Pagani “siciliano”] (cc. ++2r-++5r); Autori, od opere loro, citati nel seguente volume delle Osservazioni (cc. nn.); Osservazioni sopra la lingua volgare; co’ la dichiarazione delle men note, e più importanti voci (pp. 1-221). Ortografia, overo modo di distinguere, e segnare le voci, e parti del periodo volgare: Al lettore (p. 224); Prefazione (p. 225); Ortografia (pp. 225-30). Grammatica volgare, per sapere in tal Favella Parlare, e Scrivere correttamente: Introduzione (p. 231); Grammatica (pp. 232-302); Tavola de’ capitoli distinti nella grammatica volgare (p. 303); Indice delle cose notabili appartenenti alla grammatica (pp. 304-8). l’opera. Le Osservazioni furono editate postume da un nipote di Pio Rossi, come indicato anche in apertura. Il vocabolario, che dà il titolo al lavoro e ne occupa la parte centrale, si dice costituito su un ampio numero di spogli degli scrittori della tradizione, tra i quali, per il Due-Trecento, Dante, Petrarca, Boccaccio, Cino da Pistoia, Sacchetti, Passavanti, quindi, per i secoli successivi, Ariosto, Tasso, Bembo, Della Casa, Fulvio Testi, oltre a opere grammaticali e lessicografiche del Sansovino, Lombardelli, Salviati e della Crusca . Nel lemmario, non sempre conforme a criteri moderni, le parole polisemiche sono distinte in lemmi diversi: si registra, ad esempio, “ago in prosa, non Aco, Strumento d’acciaio, sottile per cucire [...]”; “ago, per traslazione il Raggio, o’l Gnomone, o’l Stilo dell’Oriuolo, che mostra l’hore […]”; “ago, lo Spuntone dell’Ape, o della Vespa […]”; “ago, il Ferretto della serratura, ch’entra nella chiave, quando si vuol’aprire, o chiudere. L. Stilus”; “ago, lo Stilo, col quale s’attizza, o stucica il lucignuolo della lucerna, o candela […]”. Le definizioni sono spesso costruite con un cospicuo numero di sinonimi, ma non mancano descrizioni dettagliate e osservazioni grammaticali (“egli. L. Ipse. Primo caso nel numero del meno del Pronome corrispondente all’Ille; vale Quegli, Colui, Esso. Ne’ casi obliqui non ha che una sola voce, che è Lui. Nel numero del più Eglino in retto: in obliquo Loro […]”). Si nota una certa attenzione per le varietà dialettali (“saggina in Toscana, Melica in Lombardia vagliono lo stesso, cioè quel Grano che produce il gambo, e le foglie, come la canna […]”; “maiorana, sansuco, amaraco, vagliono la stessa Erba, a ciascun nota [...]. I Toscani la chiamano persa. Il Sansuco, e l’Amaraco sono una cosa medesima. Mattioli lib. 3. cap. 42. In Toscana il Sansuco si chiama Persa, ma in ogni altro luogo d’Italia Maiorana. Ivi”). L’ultimo esempio, insieme alla scelta di opere spogliate, quali il volgarizzamento di Dioscoride del Mattioli, mostra anche la particolare cura dell’autore per le voci del lessico medico del periodo. Il vocabolario è corredato e completato da un trattato sull’ortografia e da una grammatica.
Rossi, Pio : de <1581-1667>, In res sancti Hieronymi gestas commentarii ceu ad singulare operum examen, ceu ad analecticam controuersiarum solutionem: auctore d. Pio Rubeo a Placentia monacho .. , Comi: Turato, Giovanni Angelo
Rossi, Pio : de <1581-1667>, Conuito morale per gli etici, economici, politici, di don Pio Rossi, portata prima [-seconda] nuouamente corretta, e ristampata, vtilissima a chi legge, scriue, , In Venetia: Guerigli, 1657
Rossi, Pio : de <1581-1667>, Flores sancti patris Hieronymi, tomo nono operum eiusdem Regulae monachorum titulo praenotati, quos olim venerabilis d. Lupus de Olmeto Hispalensis ex eiusdem scriptis ad propriam Familiam instaurandam fideliter, feliciterque excerpsit. Nuper vero d. Pius Rubeus a Placentia, eiusdem instituti professor in multis restituit ... Adiectis in calce. Obtrectatoribus operis Responsion, atque Vita eiusdem P. Lupi, cum Indice locupletissimo, Comi: Turato, Giovanni Angelo, 1621
Rossi, Pio : de <1581-1667>, Conuito morale per gli etici, economici, e politici ordinato et intrecciato si della ragion di stato, come delle principali materie militari da don Pio Rossi piacentino piacentino .., In Venetia: Guerigli, 1639
Rossi, Pio : de <1581-1667>, Conuito morale per gli etici, economici, e politici di don Pio Rossi, portata prima (-seconda) , In Venetia: Guerigli, 1672-1677


Spinola, Giulio Lettre de Mr le cardinal Spinola eveque de Luques, aux originaires luquois qui demeurent a Geneve. Avec les considerations qu'ils ont fait a ce sujet. ... Tire de l'italien, A Geneve : chez Samuel de Tournes, 1680 - 188, [4] p. ; 12o. - Bianca (?) l'ultima c. - Segn.: A-H12 - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
Spinola, Giulio, Lettera dell'emmo sigr cardinale Spinola vescovo di Lucca, agli oriundi di Lucca stantiati in Geneva. Colle considerationi sopr'ad essa fatte, In Geneva : appresso Samuel De Tournes, 1680 - 189, 3 p. ; 12 - Michel & Michel v. 7 p. 147 Segn.: A-H12 - Contiene: Lettera scritta da' lucchesi stabiliti in Geneva, in risposta a S.E. il sigr cardinale Spinola ... (1681), (4] c. - Impronta - a-i- a.la r-o- polu (3) 1680 (R) - Localizzazioni: - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca Vallicelliana - Roma - Biblioteca Reale - Torino - Biblioteca dell'Accademia delle scienze - Torino - Biblioteca nazionale Marciana - Venezia
Spinola, Giulio , Synodus Lucana ab eminentiss. et reuerediss. D. Iulio tituli s. Martini in montibus ... card. Spinola episcopo lucano, et comite celebrata in cathedrali ecclesia die 16. 17. & 18. aprilis anni 1681, Lucae : apud Hiacynthum Pacium, 1681 - [8], 560 p. ; 4. - Impronta - e,em a-i- raum seFi (3) 1681 (R) - Localizzazioni: Biblioteca di giurisprudenza e scienze politiche dell'Università degli studi di Urbino - Urbino - PU - Biblioteca del venerabile Eremo di Fonte Avellana - Serra Sant'Abbondio - PU


Lucarini, Reginaldo , Episcopus regularis, seu Tractatus de regulari assumendo & assumpto ad episcopatum, in quo episcopi regularis mores, vota, obseruantiae, ritus, habitus, priuilegia, & poenae expenduntur, ... Accesserunt duo indices ... Authore f. Reginaldo Lucarino de Trebio ..., Romae : ex Officina typographica Caballina, 1659 - [16], 256, [8] p. : ritr. ; 4o. - Segn.: a-b4 A-2K4 - Emblema dei Gesuiti sul front. e a c. M3r Ritratto xil. di San Tommaso di Villanova a c. a3r - Iniziali xil - Impronta - u.9. 47r* umem cacu (3) 1659 (R) - Localizzazioni: Biblioteca universitaria di Cagliari - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca Giovardiana - Veroli - FR - Biblioteca comunale Labronica Francesco Domenico Guerrazzi - Livorno - Biblioteca comunale Giosue' Carducci - Citta' di Castello - PG - Biblioteca diocesana Piervissani - Nocera Umbra - PG - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma - Biblioteca del Seminario arcivescovile - Torino - Biblioteca del Seminario vescovile Barbarigo - Montefiascone - VT
Lucarini, Reginaldo , Episcopus regularis, seu Tractatus de regulari assumendo & assumpto ad episcopatum, in quo episcopi regularis mores, vota, obseruantiae, ritus, habitus, priuilegia, & poenae expenduntur, ... Accesserunt duo indices ... Authore f. Reginaldo Lucarino de Trebio ..., Romae: Cavalli, Francesco , 1659
Pallavicino, Sforza <1607-1667>, Detti sentenziosi che si leggono nell'Istoria del Concilio di Trento scritta dall'eminentissimo signor cardinale Sforza Pallauicino, raccolto da monsignor Rinaldo Lucarini. Vescouo di Citta della Pieue, In Roma: Bernabo, Angelo, 1662
Lucarini, Reginaldo, Illustriss.mi ... Reginaldi Lucarini ... Manuale Tomisticarum controuersiarum in duas partes distributum accesserunt animaduersiones quaedam in textu operum s. Thomae summorumque Rom. pontificum bullae, breuia, & sermones, quibus ostenditur quam grata & recepta semper fuerit in ecclesia catholica huius sancti doctrina, Romae: Mascardi, Vitale eredi, 1666


Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Il Concistoro generale de' santi delineato in panegirici sagri, dal r.p.f. Gio. Maria Muti dominicano, .., In Venetia: Storti, Gasparo <1.>, 1692
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, L' isole fortunate della religione. Del p. baccelliere f. Gio. Maria Muti dominicano .., In Venetia: Curti, Stefano, 1678
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, La penna volante ridotta al morale. Raccomandata al ... signor d. Giuseppe Gentilati, In Venezia: Baseggio, Lorenzo, 1703
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Le rotture del genio del Muti. Consecrate alla gran virtu, e singolar nobilta dell'illustriss. ... Elena Lucretia Cornara Piscopia, In Venetia: Miloco, Benedetto , 1683
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Problemi del Muti venetiano Accademico fra gl'Erranti il Sicuro. ..., In Venetia: Miloco, Benedetto , 1674
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, L' ozio in trattenimento fatica del Muti dedicata all'illustr. sig. ... Giovanni Rizzetti, In Venezia: Bortoli, Antonio, 1705
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Il concistoro generale de' santi delineato in panegirici sacri dal reu. P.F. Gio. Maria Muti dominicano, In Bologna: Tipografia Giuliana, 1702
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, La Madalena penitente del Muti, consecrata all'illustriss.ma sig.ra sig.ra patr.na colendiss.ma la signora suor Valeria Marchesini dignissima sacristana in San Domenico di Vicenza, In Vicenza: Miloco, Benedetto , 1680
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Il trono di Salomone, o sia Politica di governo a tutte le nazioni del mondo; dove s'impugna il Macchiavelli: si combatte il duello: si erudiscono i principi nel governo: con altri premurosi trattati: opera cavata da s. Tommaso d'Aquino dal m. rev. p.m. Gio. Maria Muti .., In Venezia: Societa Albriziana, 1725
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, L' accademia sagro-politica. Raunata dal p. maestro, e reggente di Padoua il p.f. Gio. Maria Muti domenicano .., In Milano, 1695
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, L' innocenza arbitra delle guerre, e delle vittorie. Sperimentata nel gouerno d'Innocenzio vndecimo pontefice massimo. Orazione inuiata al serenissimo signor duca di Mantoua [Gio. Maria Muti], In Venetia: Pinelli, Antonio, 1688
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, I tre impegni del divino amore. Sermoni dell'augustissimo sagramento dell'altare, del purgatorio, e della espettazione del parto della Vergine. composti e predicati dal m.r. padre maestro fr. Gio: Maria Muti ..., In Venezia: Poletti, Andrea, 1709
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, I fallimenti di corte del Muti opera morale ricauata dalla vita della principessa Giouanna di Portogallo dominicana. Dedicata all'illustriss. ... Don Emanuel Gioseffo Cortiz ..., In Venetia: Miloco, Benedetto , 1682
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, La magia de caratteri del Muti. Dedicata all'illustriss, sig. sig. patron colendiss. il signor Girolamo Mirman ..., In Venetia: Miloco, Benedetto , 1682
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, La Madalena penitente del Muti con noua aggiunta. Consecrata all'ill. ... la madre suor Girolema Basegio ..., In Venetia: Miloco, Benedetto , 1690
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Le gemme del Vaticano panegirici sagri, del m.r.p. maestro Gio. Maria Muti .., In Venezia: Ruinetti, Giuseppe Maria, 1705
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Quaresimale secondo del m.r.p. maestro Gio. Maria Muti dell'ordine de' predicatori. Umiliato all'alta eccellenza di Monsignor Giovanni Michele vescovo e principe di Trento .., In Padova: Manfre, Giovanni, 1711
Muti, Giovanni Maria<1649-1727>, Quaresimale del padre maestro fra Giovanni Maria Muti de' predicatori ..., Venezia: Poletti, Andrea, 1708
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, La penna politica del Muti. Lettere scritte a diversi dalle quali puo ciascuno apprendere il modo di ben vivere morale, e civile, In Venezia: Poletti, Andrea, 1707
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, La sagra lega composta di quattro orazioni in lode de' principi aleati. Descritta dal p.f. Gio. Maria Muti .., In Venezia: Pinelli, Antonio, 1688
Muti, Giovanni Maria <1649-1727>, Quaresimale secondo del M.R.P. maestro Gio. Maria Muti dell'ordine de' predicatori ..., In Padova: Manfre, Giovanni Tipografia del Seminario , 1711 (IT\ICCU\UM1E\011570) [in
C.B.A.: Le rotture del genio del Muti, In Venetia : per Benedetto Milocho, 1683 [36], 331, [29] p. ; 12° Muti, Giovanni Maria]


Pallantieri, Girolamo, Discorsi sagri, e morali del p.m.f. Girolamo Pallantieri da Castel Bolognese Franc. Cond. et in questa terza impressione aggiuntoui altri sei discorsi, In Venetia: Valvasense, Francesco, 1663
Pallantieri, Girolamo, Discorsi sagri, e morali di f. Girolamo Pallantieri da C. Bolognese franc. con. In quest'vltima impressione aggiunta la seconda parte. Parte prima (-seconda), In Firenze: Rabbuiati, Marco, 1660
Pallantieri, Girolamo, L' Ercole porporato panegirici accademici del padre maestro Girolamo Pallantieri da Castel Bolognese franciscano conuentuale, ... e tra' Filoponi di Faenza l'Ansioso..., In Bologna: Monti, Giacomo, 1674
Pallantieri, Girolamo, Lettera del padre maestro Girolamo Pallantieri da Castel Bolognese ... al molto reu. padre maestro Gio. Franchini da Modena ... intorno allo stile, che nel predicare tiene il p. maestro Lucio suo fratello, In Faenza: Maranti, Giuseppe, 1682
[in C.B.A.: L' Ercole porporato, panegirici accademici del Padre Maestro Girolamo Pallantieri .. In Bologna : per Giacomo Monti, 1674 295 p. : ill. ; 4°]


Fiori poetici raccolti nel funerale del molto illustre, e molto reuerendo signor Claudio Monte verde maestro di cappella della Ducale di S. Marco. Consecrati da d. Gio. Battista Marinoni, detto Gioue: maestro di cappella del Domo di Padoua all'illustrissimi & eccellentissimi | sig. Procuratori di chiesa | di S. Marco, In Venetia : Presso Francesco Miloco, 1644. -70, 2! p. : front. calcogr. ; 4o - Cors. ; rom Segn.: A-I4 - Sul front. calcogr. ritratto di C. Monteverdi - Iniziali, frontalini e finalini xil -Impronta - n'vn o-le t.te CaMe (3) 1644 (R) Nomi: Bonifazio, Baldassarre <1584-1659> - Marinoni, Giovanni Battista - Caberlotto, Matteo - Piazza , Paolo - Battalea, Ludovico - Romito, Marc'Antonio - Pighetto, Giacomo - Grillotti, Alfonso - Quadrario, Pietro - Localizzazioni: Biblioteca del Conservatorio di musica Giuseppe Verdi - Milano - Biblioteca del Seminario maggiore - Padova


Piccolomini, Giulio , Oratione di Giulio Piccolomini, Rauuiuato Accademico Filomato. Intorno alle grandezza di S. Giouambattista. Recitata dal sig. Camillo Chigi nel duomo di Siena, il secondo giorno della Pentecoste, l'anno 1626, In Siena : appresso 'l Bonetti, 1626 - 24 p. ; 4o. - Emblema calcogr. dell'Accademia dei Ravvivati (?) sul front. - Iniziali e fregi xil - Segn.: A-C4 - Impronta - a-i- a,e. uo-- dasa (3) 1626 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma


Picinelli, Filippo [nato a Milano nel 1604: sulla data di morte esistono discordanze notevoli, ma il 1667 della "Storia della Letteratura - Einaudi" è sicuramente errato, vista la sua lettera all'Aprosio del 1673- verosimile il 1678 riportato nel repertorio dell' "S.B.N.": canonico lateranense e teologo, studioso di simbolismo]Mundus symbolicus, in emblematum universitate formatus, explicatus, et tam sacris, quam profanis eruditionibus ac sententiis illustratus: ... idiomate Italico a reverendissimo domino, D. Philippo Picinello ... nunc vero iusto volumine auctus & in latinum traductus a R.D. Augustino Erath, ... tomus primus -secundus ..., Coloniae Agrippinae: Demen, Hermann <1665-1710>, 1694
Picinelli, Filippo, Notationes in historias sanctorum, quae leguntur in officiis propriis canonicorum regularium congregationis Saluatoris Lateranensis ..., [sec. 17.!]
Picinelli, Filippo, Mundus symbolicus, in emblematum universitate formatus, explicatus, et tam sacris, quam profanis eruditionibus ac sententiis illustratus: ... idiomate italico conscriptus a reverendissimo domino D. Philippo Picinello, ... nunc vero iusto volumine auctus & in latinum traductus a R.D. Augustino Erath, ... tomus primus -secundus ..., Coloniae Agrippinae: Boetius, Johann Theodor, 1695
Picinelli, Filippo, Fatiche apostoliche dell'abbate d. Filippo Picinelli canon. regolar. Lateranen. intraprese, ed esposte in questo duplicato auuento aggiontiui i discorsi per le domeniche di settuagesima, sessagesima, & quinquagesima ..., In Milano, 1674
Picinelli, Filippo, Fatiche apostoliche dell'abbate d. Filippo Picinelli canon. regolar. lateran. esposte nel primo quaresimale, co i discorsi nelle feste de i santi Mathia, Giuseppe e dell'Annontiatione, In Milano: Vigone, Francesco, 1672
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, et illustrate con sentenze, ed eruditioni sacre, e profane; in questa nuoua impressione dall'auttore accresciute sopra al numero di cinquecento alle quali s'e aggionto il suo proprio indice, studiosi diporti dell'abbate D. Filippo Picinelli milanese ne i canonici regolari lateranensi teologo, .., In Milano: Vigone, Francesco, 1680
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, ed'illustrate con sentenze ... in questa impressione da mille, e mille parti ampliato. Studiosi diporti dell'abbate D. Filippo Picinelli ... con indici copiosissimi, Venetia: Pezzana, Nicolo, 1670
Picinelli, Filippo, Le massime de i sacri chiostri ricauate dalla regola del padre S. Agostino, e spiegate in cento discorsi. Studij senili dell'abbate d. Filippo Picinelli ..., In Milano, 1678
Picinelli, Filippo, Simboli verginali a gli honori di Maria madre d'Iddio spiegati in cinquanta discorsi dell'abbate d. Filippo Picinelli ..., In Milano, 1679
Picinelli, Filippo, Idea del prencipe republichista nel serenissimo Carlo Contarini duce di Venetia espressa dall'abbate D. Filippo Picinelli milanese ..., In Milano: Stampatori Arcivescovili , 1664
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, ed'illustrate con sentenze, ed eruditioni, sacre, e profane; che somministrano a gli oratori, ... In questa impressione da mille, e mille parti ampliato. Studiosi diporti dell'abate d. Filippo Picinelli ..., Venetia: Baglioni, Paolo, 1670
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico o sia Vniuersita' d'imprese scelte, spiegate, ed' illustrate con sentenze, ed eruditioni sacre, e profane. Studiosi diporti dell'abbate D. Filippo Picinelli milanese ... Che somministrano a gli oratori, predicatori, accademici, poeti &c. infinito numero di concetti con indici copiosissimi, In Milano per lo stampatore archiepiscopale: Mognaga, FrancescoStamperia arcivescovile , 1653
Picinelli, Filippo, Foeminarum S. Scripturae elogia exarata ab abbate d. Philippo Picinello Mediolanensi ... Centuria singularis, Mediolani, 1671
Picinelli, Filippo, Lumi riflessi, o dir vogliamo concetti della sacra Bibbia osseruati ne i volumi non sacri. Studii eruditi dell'abbate don Filippo Picinelli milanese ..., In Milano: Vigone, Francesco, 1667
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, ed illustrate con sentenze, ed eruditioni, sacre, e profane; in questa impressione da mille, e mille parti ampliato. Studiosi diporti dell\'abbate D. Filippo Picinelli ... Con indici copiosissimi, In Milano: Vigone, Francesco, 1669
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, ed illustrate con sentenze, ed eruditioni,... In questa impressione da mille, e mille parti ampliato. Studiosi diporti dell'abbate d. Filippo Picinelli..., Venetia: Baglioni, Paolo, 1678
Picinelli, Filippo, Elogia extemporalia abbatis d. Philippi Picinelli Mediol. can. reg. later. centuria duplici contenta. Quorum catalogum sequentes pagella exponunt, Mediolani, 1677
Picinelli, Filippo, I prodigii delle preghiere spiegati in cento discorsi scritturali, eruditi, morali. Dall'abbate d. Filippo Picinelli milanese can. reg. lat. ... con tavole copiosissime, In Milano: Vigone, Francesco, 1672
Picinelli, Filippo, Ateneo dei letterati milanesi, adunati dall'abbate don Filippo Picinelli milanese nei Canonici Regolari Lateranensi teologo, .., In Milano: Vigone, Francesco, 1670
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, ed'illustrate con sentenze, ed eruditioni, sacre, e profane; che somministrano a gli oratori, ... infinito numero di concetti. In questa impressione da mille, e mille parti ampliato. Studiosi diporti del'abbate d. Filippo Picinelli milanese ... Con indici copiosissimi, Venetia: Combi, Sebastiano & La Nou, Giovanni, 1670
Picinelli, Filippo, Mondo simbolico formato d'imprese scelte, spiegate, ed illustrate con sentenze, ed eruditioni, ... In questa impressione da mille, e mille parti ampliato. Studiosi diporti dell'abbate d. Filippo Picinelli .., Venetia: Pezzana, Nicolo, 1678
Picinelli, Filippo, Applausi festiui nelle sollennita d'alcuni santi. Del p. abbate d. Filippo Picinelli ..., In Venetia, 1649
Picinelli, Filippo, La Face lvminosa e d'ardente, sacro discorso nelle memorie del Beato Amedeo dvca di Savoia, detto nel Duomo di Vercelli 30 marzo 1643. Dal padre D. Filippo Piccinelli ... All'illustriss. Sig. fra Gio. Antonio Berzetto priore di Messina e consigliere di Stato di S.M. Cattolica nel Regno di Sicilia, In Vercelli: Marta, Gaspare, 1643
Picinelli, Filippo, Fatiche apostoliche intraprese nel Duomo di Milano l'anno 1662. Quaresimale secondo dell'abbate d. Filippo Picinelli Canon. Regolar. Lateran. Con indici copiosi, In Milano: Vigone, Francesco, 1673


Gessi, Berlingiero (il Giovane) nato a Bologna nel 1613 e scomparso nella stessa città nel 1671.
Figlio di Giovanni Luigi Gessi fu mandato dal padre a studiare lettere e legge a Roma.
Una volta ritornato in patria si ascrisse all'Accademia dei Gelati di Bologna, applicandosi allo studio della matematica e dell'astronomia.
Risultò anche politicamente assai attivo, sì da rivestire la carica pubblica di senatore: anche per questa ragione partecipò a due ambasciate presso i papi Alessandro VII e Clemente IX.
Fu pure docente di logica e di medicina teorica nell'ateneo felsineo.
Fra le sue numerose opere (che scrisse anche sotto
pseudonimo: vedi aprosiana Visiera Alzata) si ricordano Nino figlio (Bologna, per gli eredi Benacci, 1655), tragedia che firmò con lo pseudonimo di Gregorio Belsensi, Il giuoco de' cavalieri, discorso sopra la giostra, e tornei, in Prose de' Gelati (Bologna, per li Manolessi, 1671), La spada d'onore, Bologna, per erede Barbieri, 1671).
Dopo la sua morte venne edita, oltre a Lo scettro pacifico (Milano, per il Barbieri, 1675), la raccolta completa delle sue Opere (Bologna, per il Borzaghi, 1694).


Contarini, Vettor (patrizio veneziano, XVII secolo): di lui si è trovata l'opera: Primitie academiche di Vettor Contarini nobile veneto, In Venetia : appresso li Guerigli, 1644 - 176 p. ; 4. - Localizzazione: Biblioteca nazionale centrale - Firenze.



Tasso, Torquato, Delle opere non piu'stampate del signor Torquato Tasso raccolte, e publicate da Marc'Antonio Foppa con gli argomenti del medesimo volune primo [-terzo], In Roma : per Giacomo Dragondelli, 1666 (In Roma : per Giacomo Dragondelli, 1666) - 3 v. ; 40. - Marca non controllata (Due draghi) in fine ai voll. 1. e 3 Vignetta calcografica sui front. - Nomi: Tasso, Torquato - Foppa , Marcantonio - Localizzazioni: Biblioteca civica Angelo Mai - Bergamo - Biblioteca della Fondazione Ugo da Como - Lonato - BS - Biblioteca comunale Ariostea - Ferrara - FE - Biblioteca provinciale - Foggia - Biblioteca comunale Labronica Francesco Domenico Guerrazzi - Livorno - Biblioteca comunale - Palazzo Sormani - Milano - Biblioteca Trivulziana - Archivio storico civico - Milano - Biblioteca della Societa' napoletana di storia patria - Napoli - Biblioteca Palatina - Parma - Biblioteca comunale Classense - Ravenna - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca dell'Accademia delle scienze - Torino


Ferrari, Antonio , Aparado festiuo, en el bautismo de la serenissima infanta D. Maria Eugenia, celebrado con splendida pompa en la real capilla de su Magestad, a siete de iunio deste presente ano de 1626 / [Antonio Ferrari], - (en casa de Bernardino de Guzman) - [2] c. ; 2o. - L'A. firma la pref - Segn.: p2. - Stampato a Madrid, luogo di attivita del tipografo, probabilmente nel 1626, data dal tit - Tit. dall'intit. - Impronta - d.ri a.s. roio leo- (C) 1626 (Q) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma


Girolamo Gallo, Il sacro teatro di primavera di discorsi scritturali ne' Vangeli della Quaresima di Fra Girolamo Gallo .. Di nuovo corretto, In Milano : per l'her. di Pacifico Pontio et Gio Battista Piccaglia Impressori Archiepisc., 1629 [37], 408, 56, [2] p. : 1 ill. ; 4° [Al momento attuale nelle biblioteche italiane si è rinvenuto questo solo esemplare di siffatto autore, custodito alla C.B.A.]


Galano, Clemente canonico regolare, teologo, lessicografo ed esperto di storia e lingua armena <1611-1666>, ... Conciliationis ecclesiae armenae cum romana ex ipsis armenorum patrum, et doctorum testimoniis, in duas partes, historialem & controuersialem diuisi, pars prima - altera ... autore Clemente Galano Surrentino clerico regulari theologo et s. sedis apostolici ad Armenos missionario, Roma, 1650-1661
Galano, Clemente <1611-1666>, Pars altera ... Tomus primus, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1658
Galano, Clemente <1611-1666>, Pars altera ... Tomus secundus, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1661
Galano, Clemente <1611-1666>, Miabanowt'iwn hayoc' sb Ekegec'oyn. End meci sb Ekegec'woyn Hroma. Saradreal i yerkows hators. I batmakan ew vicabanakan i karge t'eatinosac' Kgmes vardapete. Arajin hator. Conciliationis ecclesiae armenae cum romana ex ipsis armenorum patrum, et doctorum testimoniis. In duas partes, historialem & controuersialem diuisae, pars prima - altera. Autore Clemente Galano surrentino clerico regulari theologo et S. Sedis Apostolicae ad Armenos missionario, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1690
Galano, Clemente <1611-1666>, Grammaticae, et logicae institutiones linguae literalis Armenicae Armenis traditae a D. Clemente Galano clerico regulari sacrae theologiae professore, et Sanctae Sedis Apostolicae ad Armenos , Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1645
Galano, Clemente <1611-1666>, Clementis Galani ... Historia Armena, ecclesiastica & politica, Coloniae, 1686
Di Galano, Clemente alla
C.B.A. si sono rinvenute le seguenti opere:
1 - Conciliationis ecclesiae armenae cum Romana ex ipsis Armenorum patrum et doctorum testimonis. In duas partes, historialem et controversialem divisae. Authore Clemente Galano, Romae : Typis Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, 1650-1661 2 in 3 v. ; 4°. 2 -Conciliationis ecclesiae armenae cum Romana ex ipsis Armenorum patrum et doctorum testimonis. In duas partes, historialem et controversialem divisae, pars prima. Authore Clemente Galano, Romae : Typis Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, 1650 [68], 531 p. ; 4°. 3 - Conciliationis ecclesiae armenae cum Romana ex ipsis Armenorum patrum et doctorum testimonis. In duas partes, historialem et controversialem divisae, pars altera. Authore Clemente Galano, Romae : Typis Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, 1658 [46], 487 p. ; 4°. 4 - Grammaticae, et logicae institutiones linguae literalis Armenicae Armenis traditae a D. Clemente Galano ... addito vocabulario armeno-latino omnium scholasticarum dictionum, Romae : ex Typographia Sacrae Congregat. de Propaganda Fide, 1645 2 pt. ([9], 201; 27, [6] p.)


Caimo, Giacomo<1609-1679>, Jacobi Cajmi Utjnensis Lucubrationes variae De dotibus, & dotium iure. Diuisione fructuum inter maritum, & vxorem. Formula aquiliana ... Tomus 1, Patauii : [Roberto Meietti] : typis Io. Baptistae Pasquati, 1654 (Patauii : typis Io. Baptistae Pasquati, typographi dd. iuristarum, 1663) - [28], 479, [37] p., [1] c. di tav. : ritr. ; fol - Nome dell'editore ricavato dalla marca (Z582) sul front. - Nella c. di tav. ritratto dell'Autore - Fregi e iniziali ornate xil. - Segn.: [ast]2 a-f2 A-2R4 2S2 2T-3E4 3F2 3G-3P4, <2>a-g2 h4 - Impronta - r-n- .335 e-uo miQu (3) 1654 (R) Marca editoriale: Due galli, uno dei quali becca chicchi di granturco, al centro la pianta con le pannocchie. Motto: Non comedetis fruges mendacii - Localizzazioni: Biblioteca del Dipartimento di scienze giuridiche Antonio Cicu dell'Università degli studi di Bologna - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca Estense Universitaria - Modena - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma
Caimo, Giacomo <1609-1679>, De iure belli. Dissertatio Iacobi Caimi Vtinensis. Accessit eiusdem Epistola gratulatoria ad summum pontificem Clementem 9, Patauij : typis Petri Mariae Frambotti, 1678 - 83, 13 p. ; 8o. - arca (Minerva, iniziali 'PMF') sul front. - Cors. ; rom. - Segn.: A-F8 - Iniziali e fregi xil - Impronta - D.VS e-ue u-re coct (3) 1678 (A) - Localizzazioni: Biblioteca del Seminario maggiore - Padova - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma - Biblioteca della Fondazione Luigi Firpo. Centro di studi sul pensiero politico - Torino


Bottari , Giuseppe stampatore genovese della II metà del XVII secolo; di lui si sono individuate le seguenti opere:
Alla sacra reale maesta di Cristina regina di Suetia. 1. Vita mirabile, e dottrina santa della b. Caterina da Genova Fiesca Adorna, In Genova: Bottari , Giuseppe, 1681
Parpera, Giacinto , B. Caterina di Genoua Fiesca negl'Adorni illustrata del P. Giacinto Parpera della Congregatione dell'Oratorio distinta in tre parti .., In Genoua: Bottari , Giuseppe, 1682
Saint-Jure, Jean Baptiste <1588-1657> , La vita del signor di Renti scritta francese dal P. Gio. Battista Sangiure della Compagnia di Giesu, e rescritta italiana da vn sacerdote della congregatione della madre di Dio. Dedicata all\'illustrissimo signore Filippo Cattaneo .., In Genoua: Bottari , Giuseppe, 1680
Ardizzone, Fabrizio , Rauiuamento, o sia Discorso dimostratiuo di Fabritio Ardizzone fisico sopra l'essenza, caose, & effetti dell'acque minerali singolarmente del monte di Corsena, stato dell'eccellentissima republica di Lucca, ... Con diuerse, e curiose osseruazioni, e simboleggiamenti dell\'huomo con le miniere della Terra, In Genoua: Bottari , Giuseppe, 1680
Vita mirabile, e dottrina santa della beata Caterina Fiesca Adorna. Nella quale si contiene vna vtile, e cattolica dimostrazione, e dichiaratione del Purgatorio, .. nuouamente in questa settima impressione migliorata, & accresciuta. .., In Genoua: Celle, Benedetto Bottari , Giuseppe, 1667
Brignole Sale, Anton Giulio <1605-1665> , Comici schiaui comedia di Gabrielle Antonio Lusino. Rapresentata in S. Pier d'Arena. E dedicata all'illustriss. ... Gio. Antonio Raggi, In Cuneo in Genoua: Bottari , Giuseppe Strabella, 1666
Genova , Synodus dioecesana Januensis ab ill.mo, & reu.mo domino F. Iulio Vincentio Gentili ... et sanct.mi D.N. Innocentii PP. 11. assistente. Celebrata anno 1683 die 6 maij, & duobus sequentibus, Genuae: Bottari , Giuseppe, 1683
Genova , Synodus dioecesana Ianuensis ab ill.mo, & reu.mo domino F. Iulio Vincenti o Gentili ord. praed. archiepiscopo Ianuensi ... celebrata anno 1683. die 6. maij, & duobus sequentibus, Genuae, ex typographia Iosephi Bottarij: Bottari , Giuseppe, 1683
Pomey, Francois Antoine <1619-1673> , Candidatus rhetoricae, seu Aphthonii progymnasmata, in meliorem formam, usumque redacta. Auctore P. Francisco Pomey, e Societate Iesu, Genuae: Bottari , Giuseppe Tiboldi, Giovanni Battista, 1670
Cavallo, Giovanni Giacomo , La cetra genouese poesie di Gio. Giacomo Cauallo. Dedicata all'illustrissimo, & eccellentiss. signor Gio. Andrea Spinola. ..., In Genoua: Bottari , Giuseppe
Bisso, Bernardo , Hierurgia siue rei diuinae peractio opus absolutissimum sacrorum rituum, & ecclesiasticarum caeremonarium, ea omnia complectens, ac exactissime tradens ... In gratiam maximi, & vniuersalis romani vitus, deinde consequenter etiam monastici mysteria item ... Ordine alphabetico, & numerico ... dispositum, & ordinatum a D. Bernardo Bisso ... Tomus primus [-secundus], Genuae: Bottari , Giuseppe, 1686
Parpera, Giacinto , Vita mirabile, e dottrina santa della b. Caterina da Genoua Fiesca Adorna . 2. Con una utile, e cattolica dichiaratione del Purgatorio. 3. Con un dialogo distinto in tre libri,, In Genoua: Bottari , Giuseppe, 1681



Bossi, Girolamo pavese, corrispondente dell'Aprosio patrizo romano e docente di eloquenza a Milano (n. 1588), Hieronymi Bossii De toga Romana commentarius. Accedit ex Philippo Rubenio iconismus statuae togatae, et praeter indicem geminum, quem adjecimus, de modo gestandi togam ex Ferrario dissertatio, Amstelodami: Frisius, Andreas, 1671
Bossi, Girolamo , De strena Hieronymi Bossii Ticinensis, et Romani patricii atq. eloquentiae professoris regii, Iano-Tatius, Mediolani: Nava, Giovanni Angelo, 1624
Bossi, Girolamo , Hieronymy Bossii Ticinensis ... Centuria selectarum epistolarum; excellentissimo senatui mediolanensi dedicata C.Q, Ticini Regii
Bossi, Girolamo , Epistolarum Hieronymi Bossii Ticinensis libri 5, Ticini: Ardizzoni, Giacomo & Rossi, Giovanni Battista
Bossi, Girolamo , De senatorum lato clauo Hieronymi Bossii Ticinensis observationes novae antiquae in syntagmata 19. tributae ..., Ticini Regii: Rossi, Giovanni Battista, 1618
Bossi, Girolamo, Decas praeloquioorum Hieronimi Bossii, ticinensis iurisconsulti..., Mediolani: Ferioli, Graziadio, 1627
Bossi, Girolamo , Epistolarum polygraphia Hieronymi Bossii Ticinensis, ciuis nobilis, & patricii Romani ... Sectio 1. in tres libros tributa, Mediolani: Nava, Giovanni Angelo, 1623
Bossi, Girolamo, Epistolarum ad clariss. v. Io. Baptistam Saccum senatui mediol. a secretis,liber singularis Hieronymi Bossii ticinensis, olim apud mediolanenses Collegij Calchij rectoris nunc vero in vrbe patria human. litterarum interprecis ..., Ticini: Rossi, Giovanni Battista, 1671
Bossi, Girolamo, Sylloge epistolarum Hieronymi Bossii ticinensis iurisconsulti atque in palatina Academmia regii, et primarii eloquentiae interpretis, Mediolani: Colonna, Giovanni Battista eredi, 1622
Bossi, Girolamo, Nouus delectus epistolarum Hieronymi bossii, ticinensis iurisconsulti, atque in Palatina Academia regii, et primarii eloquentiae interpretis, Mediolani: Colonna, Giovanni Battista eredi, 1627
Bossi, Girolamo, Hieronymi Bossi De romana toga commentarius, ex quo facile romanae antiquitatis studiosi cognoscere poterunt de ipsius togae ... accessit capitum omnium syllabus, & rerum, ac verborum index locupletissimus. Ad illustrissimum ... Sanctae Ticinensis Ecclesiae Pontificem, Io. Baptistam Bilium, Ticini: Viani, Andrea, 1614
Bossi, Girolamo, Hieronymi Bossii Ticinensis ... Centuria selectarum epistolarum; excellentissimo Senatui Mediolanensi dicata C.Q, Ticini Regii: Ardizzoni, Giacomo, 1620
Bossi, Girolamo, Musa iuvenalis Hieronymi Bossii, ticinensis iurisconsulti, atque in Palatina Academia regii, et primarii eloquentia interpretis, Mediolani: Ferioli, Graziadio, 1626
Bossi, Girolamo , Illustrissimo, et excellentissimo humoristarum principi, ac coeteris ex eorumdem academia viris nobilitate, ac doctrina praestantissimis, clarissimisque Hieronymus Bossius s.p.d. romam, [1616?]
Bossi, Girolamo , Illustrissimo principi, & amplissimo s.r.e. cardinali, Paulo Sfondrato, patrono suo optimo, splendidissimo, Hieronymus Bossius f.p., Romam, [1617?]
Bossi, Girolamo , Illustrissimo principi, & amplissimo s.r.e. cardinali, Scipioni Burghesio, sapientissimo litterarum, ac litteratorum maecenati, Hieronymus Bossius f.p., Romam, [1617?]
Bossi, Girolamo , Illustrissimo, & amplissimo viro, Fabricio Landriano , ticinensium episcopo creato, Hieronymus Bossius s.p.d. Romam, [1617?]
Opere dello stesso Bossi Girolamo presenti alla C.B.A.:
1 - Isiacus da Sistro Hieronymi Bossii ticinensis cuius nobilis et patricii romani, ac regii eloquentiae professores opusculum, Mediolani : Palatinae academiae typographus Io. Angel Nava excud., 1622 [12], 72, [7] p. ; 12°.
Nova hermenia Hieronymi Bossii Ticinensis cuius nobilis et patricii romani, ac regii .. , Mediolani : Palatinae academiae Typographus Jo. Angel Nava excud., 1622 40, [12] p. ; 12°


Bonifacio, Gaspare (sec. 17.), Rosario fiorito ai meriti dell'Illustriss. Sig. Vido Morosini Podesta' e Capitano di Rovigo ... poema faceto del Sig. Gasparo Bonifaccio, In Venetia : per Evangelista Deuchino, 1630 [7], 104, [4] p.
Quest'opera al momento si è individuata alla sola
C.B.A.; poi si è individuata:
Bonifacio, Gaspare (sec. 17.), Amor venale fauola boschereccia di Gasparo Bonifaccio. Al claris. sig. Vincenzo Benedetti In Venetia : appresso Gio. Battista Ciotti, 1616 - 144 p. ; 12o. - Marca (Donna. Phoero micat aurea) sul front - Segn.: A-F12. - Impronta - nete e,si tedo SoPe (3) 1616 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale Braidense - Milano - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma


Di Valentini, Innocenzio solo alla C.B.A. si sono rinvenute la seguenti opere:
1 Repliche voarcadumiche del Dottor Innocenzio Valentini in risposta alle repliche sofistiche del Sig. Dott. Gianadino Meleagro, fatte in difesa del suo amico Sig. Dott. Gio. Andrea Moneglia, In Firenze : per Gio. Antonio Bonardi, 1663 76 p. ; 4°. 2 - Al molt'illustre et Eccellentiss. Sig. il Dott. Gio. Andrea Moneglia. / [Innocenzio Valentini] - (In Firenze : per Gio. Antonio Bonardi, 1662) [4] c. ; 4°.
Nulla altrove si è rinvenuto al momento tranne che alla "Biblioteca nazionale centrale - Firenze" ove parimenti si custodisce:
Valentini, Innocenzio, Repliche voarcadumiche del dottor Innocenzio Valentini in risposta alle repliche sofistiche del sig. dott. Gianadino Meleagro, fatte in difesa del suo amico sig. dottor Gio. Andrea Moneglia , In Firenze : per Gio. Antonio Bonardi, 1663 - 76 p. - Impronta - s-d, .eo- laiu chce (3) 1663 (R)


Vero, Giovanni Battista canonico di Padova, storico (m. 1684), Ioannis Baptistae Veri Rerum Venetarum libri quatuor ad illustrissimum virum Petrum Contarenum, Francisci f, Patauii, Posteriores duo libri excusi sunt Patauii typis Sebastiani Sardi: Sardi, Sebastiano Crivellari, Giulio, 1638
Vero, Giovanni Battista, Ioannis Baptistae Veri canonici Patauini Rerum Venetarum libri sex. Quorum ultimi duo hac tertia editione produnt, Venetiis: Combi, Sebastiano & La Nou, Giovanni, 1678
Vero, Giovanni Battista, Ioannis Baptistae veri ... Rerum venetarum libri sex, Patavii: Tipografia del Seminario Brigonci, Pietro Antonio, 1684
Vero, Giovanni Battista, Joannis Baptistae Veri ... Rerum Venetarum libri sex. Quinta impressio, Patavii: Tipografia del Seminario , 1692
Vero, Giovanni Battista, Ioan. Baptistae Veri Rerum Venetarum libri quatuor ad illustrissimum virum Petrum Contarenum ..., Amsterodami: Elzevier, Lodewijk <3. ; Amsterdam ; 1638-1669>Hegerus, Franciscus, 1644
Vero, Giovanni Battista, Compendio delle historie venete del dottore Gio. Battista Vero tradotto dal latino in lingua italiana, & aggiontoui i successi dall'anno 1628. fino al 1643. Libri quatro, Venetia: Baba, Francesco, 1655
Scarella, Giuseppe, Continuatio Historiae Venetae Joannis Baptistae Vero canonici Patavini ab anno 1669. usque ad annum 1692. Josepho abb. Scarellio Patavino auctore. Pars prima, ..., Patavii: Tipografia del Seminario Manetti, Giovanni, 1698
Alla C.B.A. di Vero, Giovanni Battista si conservano i:
Rerum venetarum libri quatuor .., Amsterodami : apud Ludovicum Elzevirium, 1644 [14], 458 p. ; 12°.


Terzago, Paolo Maria dottore fisico di Milano (m. 1695) nell'Indice dei corrispondenti dell'Aprosio erroneamente trascritto Tarzago (Aprosio usa in verità la forma Terzaghi):
Terzago, Paolo Maria , Museo, o galeria adunata dal sapere, e dallo studio del sig. canonico Manfredo Settala nobile milanese. Descritta in latino dal sig. dott. fis. colleg. Paolo Maria Terzago. Et poi in italiano dal sig. Pietro Francesco Scarabelli dottor fisico di Voghera, & dal medemo accresciuta, In Tortona: Viola, Nicolo & fratelli
Terzago, Paolo Maria , Musaeum Septalianum Manfredi Septalae patritii Mediolanensis industrioso labore constructum; Pauli Mariae Terzagi Mediolanensis physici collegiati geniali laconismo descriptum; politioris literaturae professoribus erudita humanitate adapertum: cum Logocentronibus, siue centonibus eiusdem Terzagi .., Dertonae: Viola, Eliseo figli, 1664
Terzago, Paolo Maria , Museo o galeria adunata dal sapere, e dallo studio del sig. canonico Manfredo Settala nobile milanese. descritta in latino dal sig. dott. fis. coll. Paolo Maria Terzago et hora in italiano dal sig. Pietro Francesco Scarabelli. Dott. fis. di Voghera. E dal medemo accresciuta, In Tortona: Viola, Eliseo figli, 1666 Alla C.B.A. di Terzago, Paolo Maria si custodiscono, da lui donate, le seguenti opere:
1 - Museo o galleria. Adunata dal sapere, e dallo studio del Sig. Canonico Manfredo Settala ... descritta in latino dal Sig. Dott. ... Paolo Maria Terzago et hora in italiano dal Sig. Pietro Francesco Scarabelli ... e dal medemo accresciuta, In Tortona : per li figlioli del qd. Eliseo Viola, 1666 [14], 408 p., [1] c. di tav. ripieg. : 1 ill. ; 4°.
2 - Musaeum septalianum Manfredi septalae patritii mediolanensis industrioso labore constructum, Pauli Mariae Terzagi mediolanensis phisici collegiati geniali laconismo descriptum ... cum logocentronibus, sive centonibus eiusdem Terzagi De natura crystalli, coralli .., Dertonae [Tortona] : typis filiorum Qd. Elisei Violae, 1664 [8], 324, [2] p. ; 8°.


Massola, Giacomo Filippo [gesuita genovese (fl. 1686)], Trismegistus legalis caesarei, pontificij, ac diuini iuris libamina, variis, et periucundis ratiociniis admixta ... Opusculique de augmento monetae ... Centuriae etiam S.R. Rom. Decisionum nuperrimarum, hactenusue nullibi impressarum, relata locuples accessione. Vna cum triplici rerum indice absolutissimo prodit in lucem nouo iurisprude..., Genuae : sumptibus Antonii Georgii Franchelli, 1673 - [52],1-315, [13], 311-335, [9], 337-483, [29] p. ; fol. - Fregio xil. sul front. - Front. in rosso e nero - Impronta - o-us m.i- n-ex Test (3) 1673 (R) - Altri titoli collegati: [Pubblicato con] Opusculum de augmento monetae / [Iacobus Philippus Massola] [Pubblicato con] Centuria Sac. Rot. Rom. decisionum - Localizzazioni: Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III - Napoli
Massola, Francesco Antonio, Vita, e virtu di Geronima Spinola de' signori di Campo. Riferite dal padre Francesco Antonio Massola della compagnia di Giesu .., In Tortona : per Nicolo, e fratelli Viola, 1678 - [16], 334 p. ; 12o. - Fregi xilogr. - Fregio xilogr. sul front. - P. 311-312 ripetute. - Segn.: pp(p1+6) A-O66 - Tit. dell'occhietto: Vita di Geronima Spinola - Impronta - he,e I.t. z-e- quza (3) 1678 (A) -Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino
Massola, Giacomo Filippo , La virtu nutrice, e consigliera de principi, filosofia sacra, politica, e morale del signor abbate Giacomo Filippo Massola genouese. Dedicata all'altezza serenissima di Ranutio 2. duca di Parma, e Piacenza, &c..., In Genoua : nella Stamperia d'Anton Giorgio Franchelli, 1686 - [12], 702, [2] p. ; 4o. - Segn.: p24A-4T4. Numeri: Impronta - l.s. e-a- i-da sil' (3) 1686 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca nazionale Marciana - Venezia
Massola, Giacomo Filippo, Il fasto della corte cristiana ornato di molti complimenti civili e morali, dalle Lettere famigliari con loro risposte e dai Discorsi..., Genova : Antonio Giorgio Franchelli, 1674 - 600 p. ; 14 cm. - Incisione in rame sul recto dell'antiporta - Localizzazioni: Biblioteca universitaria di Cagliari - Cagliari - Biblioteca comunale - Palazzo Sormani - Milano


Dalle rive del Danubio a "Pragatto di Crespellano" è il percorso compiuto poco oltre la metà del Seicento dalla venerata Immagine della Madonna conosciuta come B.V. della Provvidenza o di Passàvia. Quest'ultima denominazione deriva infatti da Passau, centro urbano della Baviera (Germania) sulle rive del grande fiume, al confine con l'Austria. Narrano le cronache che nel 1652 quella lontana città fu stretta d'assedio e incendiata. Solo la chiesa della Madonna si salvò dall'enorme rogo. L'impressione fu enorme, tanto che le truppe occupanti, intimorite, abbandonarono l'impresa.
Era allora nunzio apostolico in Germania, cioè ambasciatore della Santa Sede, monsignor Pietro Bargellini, arcivescovo di Tebe, erudito canonista di origine
bolognese, su cui in vero non abbondano dati particolari.
Quando il prelato ritornò in Italia, portò con sè una copia su carta miniata della miracolosa Immagine della Madonna di Passau (o Passàvia) e la regalò ad un confratello sacerdote di Pragatto, don Giacomo Lanzarini, la cui famiglia, come quella del presule, possedeva terre nella stessa località.
Posta inizialmente su una quercia, l'Immagine divenne oggetto di grande devozione popolare, al punto da rendere necessaria, nel 1670, la costruzione di una prima chiesetta.
A questa ne seguì un'altra più grande, fino all'elegante tempio attuale, a croce greca con cupola, ultimato nel 1837 su disegno di Angelo Venturoli.
"E' l'ultima opera del grande architetto bolognese - racconta il canonico Sergio Pasquinelli, responsabile della zona pastorale di Crespellano -, in anni recenti riportata alla sua struttura originaria".


Cesari, Domenico, protonotaro apostolico, docente all'Archiginnasio di Bologna , Orationes panegyricae sanctorum auctore Dominico Caesario Forosemproniensi I.C. protonotario apostolico, & in Bonon. archigymnasio humaniorum litterarum professore publico. Cum gemino indice, altero orationum, rerum notabilium altero copioso. ..., Bononiae: Ferroni, Giovanni Battista, 1652
Cesari, Domenico , Dominici Caesarii Forosemproniensis ... Epistolarum centuria 5. moralis ad amplissimum cardinalem Ludouicum Ludouisium .., Bononiae typis hered. Bartholomaei Cocchij: Golfarini, Pellegrino Cochi, Bartolomeo eredi, 1624 Cesari, Domenico , Dominici Caesarij ... Epistolarum selectarum centuriae 2. Ad perill et reuerendiss. D. Vincentium de S. Petro .., Bononiae typis hered. Bartholomaei Cocchij, Bononiae typis haeredum Bartholomaei Cochij: Golfarini, Pellegrino Cochi, Bartolomeo eredi, 1623 (1 esemplare anche in
C.B.A.)
Cesari, Domenico , Dominici Caesarij ... Epistolarum selectarum centuria tertia et quarta ad illustriss. Senatum Bononiae, Bononiae typis hered. Bartholomaei Cocchij, Bononiae typis haeredum Bartholomaei Cochij: Golfarini, Pellegrino Cochi, Bartolomeo eredi, 1623
Cesari, Domenico , Domonici Caesarii ... Epistolarum selectarum centuriae 2. Ad Perill. et reuerendiss. D. Vincentium de S. Petro .., Bononiae typis Sebastiani Bonomij: Bonomi, SebastianoTamburini, Girolamo, 1621
Cesari, Domenico , Oratio in funere serenissimi Francisci Mariae 2. Feltrij de Ruuere Vrbini ducis 6. Auctore Dominico Caesario forosemproniense I.C. & prothonot. apostolico. .., Bononiae: Ferroni, Clemente, 1631
Cesari, Domenico , Quaresimale di Domenico Cesarii da Fossombrone dottore dell'vna, e dell'altra legge, ... Opera nuoua, vtile, e piena d'eruditione, ... Con tre tauole copiosissime. .., In Venetia: Giunta, Tommaso <2.> eredi & Baba, Francesco, 1646
Cesari, Domenico , Orationes selectae ex illis, quae singulis annis ad studiorum auspicia in Bononiensi archigymnasio habitae fuerunt a Dominico Caesario Forosemproniensi I.C. & litteraturae humanioris professores. Ad illustriss. senatum, Bononiae: Ferroni, Giovanni Battista, 1649
Cesari, Domenico , Oratio de cura pastorali habita a D. Dominico Caesario Forosemproniensis ... in synodo dioecesana Bonon. 4. Idus Maij 1628. a Io. Baptista Brunello aedis primariae mansionario in lucem edita, Bononiae: Tebaldini, Nicolo, 1628


Costaguti Vincenzo cardinale,famoso per la realizzazione di VILLA BORGHESE (già "villa di Bell'Aspetto" dei COSTAGUTI).
Essa si trova in un rigoglioso parco di circa 40 ettari, a metà strada tra Anzio e Nettuno, affacciato sul mare. Fu costruita, con il nome di Villa di Bell'Aspetto, nel 1648, ad opera appunto del cardinale Vincenzo Costaguti (1612 - 1660), appartenente a una famiglia di banchieri originari di Genova, e più precisamente di Chiavari, che si stabilì a Roma nel 1585.
Il fratello, cardinale Gianbattista (1636 - 1704) realizzò a Roma la Cappella di S. Carlo ai Catilinari e la villa a Porta Pia.
Il palazzo di famiglia in Roma si affaccia su piazza Mattei, via della Reginella e piazza Costaguti.
Nel 1697, il cardinale Costaguti vi ospitò papa Innocenzo XII, nella sua visita al palazzo Pamphilj di Nettuno.
Tra gli ospiti illustri che la frequentarono, figura la regina Cristina di Svezia.
La villa rimase proprietà dei Costaguti fino al 1818, anno in cui il marchese Luigi la vendette a Giovanni Torlonia.
Vincenzo Costaguti si spense il 6 dicembre 1660 a Roma e fu sepolto o ai Ss.Biagio e Carlo ai Catilinari .
Creato da Urbano VIII nel 1643 luglio 13 fu Chierico della Camera Apostolica; Maria in Portico, 1643 ago. 31; resse Angelo in Pescheria, 1652 sett. 23, Maria in Cosmedin, 1653 sett. 23, Eustachio, 1656 marzo 6, Callisto, 1660 luglio 19.


Rivarola Domenico (+1627, 3 gennaio a Roma - creato da Paolo V nel 1611 ago. 17); Arcivescovo di Nazareth ; Silvestro e Martino ai Monti, 1611 sett. 12.
Agostino Schiaffino nelle Memorie di Genova (1624-1647) [edite in "Quaderni.net - editoria on line] scrisse:
"...30 [1626] - Li 8 in Genova Domenico Cardinale Rivarola venendo di Roma per farvi l’estate, alloggiato da Steffano suo fratello. Li 25 esso Cardinale nella capella privata del palaggio del Prencipe Doria celebra il matrimonio tra Gio Andrea, figlio primogenito di Don Carlo Duca di Tursi e Donna Costanza, sorella del Prencipe sudetto. Si fa la festa di queste nozze [nel] palaggio di Don Carlo il primo di luglio, favorita di gran concorso delle più nobili dame di Genova.
1 [1627] - Li 6 di genaro Domenico Cardinale Rivarola muore in Roma..."
.


Maggio, Francesco Maria chierico regolare e dotto filologo siciliano (*Palermo 1612-1686) per approfondire le sue competenze nell'orientalistica si recò in Arabia, Siria, Armenia, Georgia dove studiò direttamente i costumi e i dialetti delle popolazioni. Al suo ritorno a Roma l'Istituto Propaganda Fide gli affidò l'incarico di comporre una grammatica delle lingue orientali più diffuse.
Segue qui l'elenco delle sue opere rinvenute nelle biblioteche pubbliche italiane:
Maggio, Francesco Maria, Sermoni detti nella novena di S. Gaetano : celebrata in S. Paolo Maggiore e in altre chiese e solennita della citta di Napoli dal p. Francesco Maria Maggio, In Napoli, 1676
Maggio, Francesco Maria , Compendioso ragguaglio della vita, morte, e monasteri della venerabil madre D. Orsola Benincasa napolitana, fondatrice della Congregazione teatina di sessantatre vergini, dell'eremo teatino di trentatre monache, e di sette consuerse e del ritiramento di dodici sacerdoti de' padri chierici regolari, sotto titolo dell'Immaculata Concettione. Composto dal p. d. Francesco Maria Maggio ... Aggiontoui nel fine le preditioni di s. Cattarina di Siena, e di s. Francesco di Paola... In Milano: Marelli, Giuseppe , 1673 (volume presente anche in
C.B.A.)
Maggio, Francesco Maria , Syntagmaton linguarum orientalium quae in Georgiae regionibus audiuntur liber primus [-secundus] ... authore D. Francisco-Maria Maggio, clerico regulari, Panormitano, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1670
Maggio, Francesco Maria , 1: Liber primus complectens Georgianae, seu Ibericae vulgaris linguae institutiones grammaticas authore D. Francisco-Maria Maggio, clerico regulari, Panormitamo, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1670
Maggio, Francesco Maria, 2: Liber secundus complectens Arabum et Turcarum orthographiam ac Turcicae linquae \|! institutiones authore D. Francisco-Maria Maggio, clerico regulari, Panormitano, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1670
Maggio, Francesco Maria, Tre maestri del mondo e gloriosissimi patriarchi di tre segnalate religioni, S. Ignazio, S. Gaetano e S. Elia, descritti con orazioni e discorsi dal p.d. Francesco Maria Maggio ... Dati in luce dal m.r.p.d. Francesco Maria Leofanti ..., In Palermo: Coppula, Pietro, 1685
Maggio, Francesco Maria , Vita della venerabil madre d. Maria Carafa napoletana sorella del santiss. pontefice Paolo 4. e fondatrice del sacro monistero di s. Maria della sapienza di suore domenicane ... / descritta dal p. d. Francesco Maria Maggio palermitano della stessa religione e dalla m. r. m. priora suor'Angelica Caterina Carafa, In Napoli, 1670
Maggio, Francesco Maria, D. Francisci-Mariae Maggio clerici regularis Panormitani De Sacris Caeremoniis obiri solitis in Dei templis, ac monasteriis, praesertim in Diuino officio & choro, disquisitiones rituales, asceticae, et vtplurimum nouae. Quae vel ex sanctis patribus, vel ex sacris conciliis, vel ex priscis, aut probae notae scriptoribus, ad Romanum morem, discussis omnium pene ordinum ritibus, ad Lydium veluti lapidem, explicantur. Opus non modo religiosis ..., Panormi: Bossi, Agostino, 1666
Maggio, Francesco Maria , Vita del venerabile padre, e servo d' Iddio D. Giuseppe Caracciolo, figlio del marchese di Casalbero, cherico regolare, napoletano / descritta dal p. d. Francesco Maria , In Napoli, 1670
Maggio, Francesco Maria , Vita, e morte del venerabil p.f. Alipio di s. Giuseppe scalzo di s. Agostino Palermitano della congregatione d'Italia ... descritta dal p.d. Francesco-Maria Maggio .., In Roma nella stamparia d'Ignatio de' Lazari: Lazzari, Ignazio, 1657
Maggio, Francesco Maria , Difesa del gloriosissimo pontefice Paolo 4. dalle false calunnie d'vn moderno scrittore. Data in luce da Francesco Velli napoletano, In Torino: Ferrofino, Francesco, 1657
Maggio, Francesco Maria , Vita della venerabil madre Orsola Benincasa napoletana originale da Siena dell'ordine del B. Gaetano ... parte prima descritta dal P.D. Francesco Maria Maggio cherico regolare palermitano, In Roma: Lazzari, Ignazio, 1655
Maggio, Francesco Maria , D. Francisci Mariae Maggio ... De sacris caeremoniis obiri solitis in Dei templis, ac monasteriis, praesertim circa salutationem angelicam, ... Disquisitiones rituales, morales, asceticae, et vt plurimum nouae. .., Panormi: Colicchia, Andrea, 1654
Maggio, Francesco Maria , De sanctissimi pontificis Pauli 4. inculpata vita, disquisitiones historicae, a P.D. Francisco-Maria Magio clerico regulari Panormitano, clarorum scriptorum e Societate Iesu testimoniis ac elogiis explicatae. Tomus primus. Siue Ioannes Petrus Carafa, 1. Theathinus episcopus par. 1. 2. Vna cum S. Caietano ... 3: S.R.E. Cardinalis ..., Neapoli: De Bonis, Novello <1.>, 1672
Maggio, Francesco Maria , La Colomba con l'vliuo ouero discorsi predicabili e accademici. In lode dello Spirito Santo, di Cristo, del Santiss Sacramento, di Maria Verg. ... Recitati dal P.D. Francesco Maria Maggio ch. reg Palermitano, in presenza dell'illustriss. e reuerendiss. mons. Gio. Antonio Capibianco vescouo della citta di Siracusa, In Roma: Lazzari, Ignazio, 1657
Maggio, Francesco Maria , Sermone recitato nell'Oratorio della Sciabica nel cimiterio della chiesa di san Giuseppe della citta di Palermo. Celebrandosi la festa della miracolosa immagine della Madonna di Prouidenza, come piamente si crede portata per mano di san Giuseppe. Dal P.D. Francesco Maria Maggio cherico regolare Palermitano, In Roma: Lazzari, Ignazio, 1657
Maggio, Francesco Maria , De ritibus incolendae solitudinis, siue secessus ad exercitia spiritualia, quotannis semel, aut frequentius ineundi, disquisitiones asceticae, sex libris comprehensae, quae varijs religiosorum ordinum senctionibus, exemplis sanctorum, & piorum scriptorum monitis explicantur. Opus excitandis praesertim nouitijs, ... Tomus primus \-alter!. Autore d. Francisco-Maria Magio clerico regulari Panormitano, Napoli: De Bonis, Novello <1.>, 1656. Nunc iterum
Maggio, Francesco Maria , 2: De praxi incolendae solitudinis siue recollectionis in ea ad dies aliquot spiritualibus exercitijs obeundae, disquisitiones asceticae, ... Auctore d. Francisco Magio clerica regulari Panormitano, Napoli: De Bonis, Novello <1.>, 1656. Nunc iterum
Maggio, Francesco Maria , Galateus religiosus, actus dedecentes, et indecoros enumerans, ab omni sacro Deo homine procul eliminandos. Qui plane actus, paucis expressi atque descripti, ... Auctor don Francisco Maria Magio c.r. panormitano, Panormi: Coppola, Pietro, 1684
Maggio, Francesco Maria , S. Gaetano a'piedi della Immaculata Signora ouero Corona di dodici stelle, o Ragioni chiare e risplendenti a gli occhi di tutti. Con le quali, il P.D. Francesco Maria Maggio dimostra che la religion Teatina, nella citta e regno di Napoli ha in gran parte, ... promosso il culto della Immaculata Concezione di Maria Vergine ... Data in luce, e dedicata a gli eccellentissimi signori eletti della fedelissima citta di Napoli. Dal R.P.D. Giouanni Damiano C.R, In Napoli: De Bonis, Novello <1.>, 1672
Maggio, Francesco Maria , Syntagmaton linguarum orientalium quae in Georgiae regionibus audiuntur liber primus complectens Georgianae, seu Ibericae vulgaris linguae institutiones grammaticas [- liber secundus complectens Arabum et Turcarum orthographiam ac Turcicae linguae, Romae: Stamperia della Sacra Congregazione de Propaganda fide, 1643
Maggio, Francesco Maria , Praesagia et insignora aliquot gesta pontificum Romanorum, qui seculo 16. et 17. floruerunt; ex gravibus auctoribus hausta. Quae d. Franciscus-Maria Magius, clericus regularis Panormitanus, sanctissimae deiparae Mariae Virgini, immaculate conceptae, eximioque eius cultori, eminentissimo et reuerendiss. principi Alderano Cybo s.r.e cardinali d.d.d, Neapoli: De Bonis, Novello <1.>, impressor.
Maggio, Francesco Maria , Ad reuerendissimum patrem D. Stephanum Medices Congregationis Cler. regularium. Praepositum generalem. De P.D. Iacobo Stepanio. D. Francisci Mariae Maggio ... Relatio, Coloniae, 1643
Maggio, Francesco Maria , Vita del venerabile padre, e servo d' Iddio D. Giuseppe Caracciolo, figlio del marchese di Casalbero, cherico regolare, napoletano / descritta dal p. d. Francesco Maria Maggio ..., In Napoli, 1670
Maggio, Francesco Maria , Centum disquisitiones asceticae vel morales de religiosorum hominum mensa, in sex capita distributae, iuxta PP. Clericorum regular. ritum; ... Autore D. Francisco Maria Maggio clerico regulari, Panormitano, Romae: Lazzari, Ignazio, 1655
Maggio, Francesco Maria , Sermoni sopra la vita e morte di S. Gaetano glorioso patriarca de'chierici regolari, e di tutte le vergini, e monache teatine, della Immaculata Concezione. ... Recitati in S. Paolo Maggiore di Napoli, nella solennita della canonizzazione del medesimo santo, dal R.P.D. Francesco Maria Maggio chierico regolare, palermitano. Dati a luce, e dedicati dal R.P.D. Gregorio Reyna, ... all'eminetiss. ... cardinale Innico Caracciolo ..., In Napoli: De Bonis, Novello <1.>, 1672
Maggio, Francesco Maria , D. Francisci Mariae Maggio Clerici Regularis, Panormitani, De coenobio Neapolitano Monalium sancti Andreae, a Paullinae domus Clericis Regularibus condito, in tres partes aeque distributa narratio ..., Panormi, 1646
Maggio, Francesco Maria , Praxis exercitiorum spiritualium, quae, quotannis, semel saltem, in solitudine, obiri solent: iuxta pp. Clericorum Regularium Ritum ... Auctore d. Francisco Maria Maggio, Clerico Regulari, panormitano, Romae: De Lazaro, Ignazio, 1656
Maggio, Francesco Maria , S. Gaetano a' piedi della Immaculata Signora ouero Corona di dodici stelle o Ragioni chiare e risplendenti a gli occhi di tutti con le quali il P. Francesco Maria Maggio dimostra che la religion Teatina nella citta e regno di Napoli ha in gran parte ... promosso il culto della Immaculata Concezione di Maria Vergine ..., In Napoli, 1672
Maggio, Francesco Maria , Praxis esercitiorum spiritualium, quae, quotannis, semel saltem, in solitudine, obiri solent; iuxta PP. clericorum regularium ritum. 44. disquisitionibus, ex ss. Patrum ... explicata. Auctore d. Francisco Maria Maggio, clerico regulari, panormitano, Romae: Lazzari, Ignazio, 1656


Lupus Christianus [come scrive l'Ossinger nella sua silloge degli scrittori agostiniani, sotto voce Lupus: scritto anche Lupus, Chretien, da Aprosio talora italianizzato in "Lupi Cristiano" talaltra lasciato nella forma latina Lupus Christianus] natione Germanus, Patria Flander, Alumnus Provinciae Gallo-Belgicae, Filius Coenobii Iprensis, vixit Saeculo 17. Doctissimi huius viri brevem vitae delineationem Joannes Franciscus Foppens in sua Belgica Bibliotheca in lucem dedit his verbis: vir nulli secundus, seu merita doctrinae spectes, seu virtutis et gratiae. Ipris apud Flandros natus est anno 1612 die 23 Julii. Literisque humanioribus imbutus, in Patri (ubi Rhetorices Praeceptorem habuit P. Godefridum Henschenium S. J. insignem Hagiographum) Augustinianam Eremum annos vix quindecim natus, in Conventu Iprensi ingressus est. Vixdum Theologica studia Lovanii compleverat, cum ad Philosophiae lectionem Coloniam evocatur, ubi Alexandro VII Summo Pontifici, tunc Nuntio, ac Legato a latere innotuit. Ad Academiam Lovaniensem revocatus, Theologicam anno 1640 adiit Professionem, missisque Philosophiae vepretis, vastissimam Sacrae Scripturae, Ecclesiasticorum canonum et Sanctorum Patrum, praecipue S. P. Augustini sylvam ingressus, coepit instar lupi sacratae doctrinae praedam undique rapere, et in prodigiosae memoriae ventrem recondere. Solebat tunc temporis, et per subsequentes annos, dum per occupationes licuit, quotidie quindecim horarum spatium Sacrae huic venationi impendere. Tanta quoque erat ejus memoriae promptitudo, atque tenacitas, [P. 525] ut passim Bibliotheca ambulans appellaretur. Anno 1642 Licentiae gradum in Academia Lovaniensi adeptus, paulo post ad Duacenam missus a Superioribus, suae quoque doctrinae radios ibidem diffudit. Fervebant tunc inter Theologos Belgas discordiae et contentiones e damnato Jansenii libro subortae, quorum aliqui judicio Urbani VIII Pontificis omnino resistebant, alii damnatam Augustini Iprensis doctrinam a probatis S. Augustini Hipponensis dogmatibus non discernebant. His adherere credebatur noster Lupus, eaque ratione positum fuit a quibusdam obstaculum, ne ad suscipiendam doctoralem lauream Lovanii admitteretur; sed tandem, agente ipso nostro Reverendissimo Generali P. Mag. Philippo Vice Comite, et Innocentio X Pontifice annuente, totaque plaudente Academia S. Theologiae Doctor, die 4 Februarii anno 1653 renuntiatur. Post biennium fidei suae et observantiae urbi et orbi redditurus rationem, Romam profectus est, ubi mox totius Curiae Romanae favorem et amorem sibi conciliavit, ipsi inprimis Alexandro VII Pontifici, qui eum Coloniae noverat, charus, sed et plurimis Eminentissimis Cardinalibus, aliisque primariis viris signanter Lucae Holstenio Bibliothecae Vaticanae Praefecto, et nostro P. Henrico Norisio familiari conjunctus amicitia. Romae cum elogio dimissus, anno 1660 Lovanium reversus est, secum conferens a se obtentum diploma Pontificium, quo Sanctorum Augustini et Thomae inconcussa, tutissimaque declarantur dogmata. Paulo post inter octo viros Sacrae Theologicae facultatis Regentes cooptatus, exinde coepit ardentius Historiam Ecclesiasticam, ac Sacros Canones, et decreta Synodorum Generalium scholiis, et notis doctissimis illustrare, pluresque libros typis evulgare, in quibus suam de Romani Pontificis infallibilitate doctrinam ubique protestatus est. Nomine Reverendissimi P. Mag. Generalis bis Capitulo Provinciali praesedit. Tandem ad Provinciae clavum, et regimen anno 1676 omnium votis invitus, et reluctans admotus est, quo in munere christianum Pastorem ovibus suis se exhibuit, cupiens prodesse potius, quam praeesse. Oblatam sibi a Clemente IX Sacristiae Pontificiae curam, et Episcopatus Tagastensis dignitatem (ut fama est) religiose et humiliter respuit. Lectionem insuper in Collegio Romanae sapientiae centum scutorum dote ornatam recusavit, uti et ampliores honores, quos magnus Hetruriae Dux, modo studia sua illi addiceret, sponte detulerat. [P. 526] Post haec Romam secundo anno 1677 profectus est unacum eximiis viris Martino Steyartio, Francisco van Vianen, ac Petro le Drou, S. Theologiae Doctoribus Lovaniensibus, tum ut ejusdem Facultatis articulos Sanctissimo D. D. Innocentio IX offerrent judicandos, tum ut damnationem plurimarum propositionum in praxi perniciosarum impetrarent. Voti compotes effecti, damnatisque per Innocentium XI sexaginta quinque ejusmodi propositionibus, die 2 Martii anno 1679 in Belgium reversus est sub finem istius anni, duplici numismate aureo a Pontifice honoratus, quod utrumque hierothecae Sanctissimi Sacramenti miraculosi Lovanii in templo nostro asservati devote appendit. Interea in locum demortui Gerardi van Werm, S. Theologiae Doctoris, ac regii, publicique Professoris a Principe Parmensi Belgii Gubernatore commendantibus eum Viris Primariis sufficitur favore prorsus singulari, cum visum antea non fuisset, cathedram hanc Doctori Regulari fusse concessam. Sed eam haud diu non tenuit, nam senio, laboribusque Sacris confectus, per quatuor, et amplius menses lecto doloribus affixus, die 10 Julii anno 1681, aetatis 70, Doctoratus 29. Lovanii placide ac pie diem clausit extremum, sepultus ibidem in choro cum hac inscriptione:
D O. M. Hic quiescit Ordinis S. Augustini Academiae Lovaniensis, S. Theologiae Doctor, Regius ac Primarius Professor admodum Reverendus P. Christianus Lupus Provincialis, Scientiarum Bibliotheca. Obiit 10 Julii anno 1681. Requiescat in pace. Aliud quoque legitur ejus Epitaphium, quod ipse sibi manu propria scripsit: Hic jaceo dignus nomineque, reque Lupus / Indignus non re, sed solo nomine Doctor / Verbis, non factis, me docuisse fleo. / Perdocuisse alios, et non docuisse se ipsum / Quid juvat? O mundi, sumus, inane, nihil. / Agne Deus, Patris doctrina, Redemptio mundi, / Hunc tibi prostratum commiserare reum. / Et latro, et meretrix gratis tua regna subintrant, / Gratia peccatis fiat mihi. Per praeclara opera nominis sui memoriam ad posteros transmisit, quae hic sequuntur, et sunt: [P. 527]
Apologia pro anima ovi sensitiva. Coloniae 1639, in 4.
Apologia altera adversus Marburgenses. Coloniae 1641, in 4.
Quaestio quodlibetica de origine Eremitarum, Clericorum ac Sanctimonialium S. Augustini, decisa ex ipso S. Augustino, aliisque Sanctis Patribus coevis, in qua elucidantur varii antiqui ritus Ecclesiae Africanae, ac discutitur censura Lovaniensis operum S. Augustini. Duaci 1651, in 8.
Synodorum Generalium et Provincialium statuta et canones cum notis et historicis dissertationibus, tomus I et II, Lovanii 1665; tomus III, IV et V Bruxellis 1673, in 4.
Dissertatio dogmatica de Germano ac avito sensu Sanctorum Patrum, universae Ecclesiae, et praesertim Tridentinae Synodi circa Christianam contritionem et attritionem. Lovanii 1666, in 12. Item inter sua opera posthuma. Bruxellis 1690, in 4.
Liber Tertulliani de praescriptionibus contra haereticos cum notis. Bruxellis 1675, in 4.
Divinum ac immobile S. Petri Apostolorum Principis circa omnium sub coelo fidelium ad Romanam ejus Cathedram appellationes adversum profanas hodie vocum.
novitates assertum privilegium. Moguntiae 1681, in 4. Opus hoc scripsit contra Dominum de Marca, Dominum Boileau et Dominum Gerbeis, qui de hac materia tractarunt.
Epistolae ad Ephesinum Concilium variorum Patrum ex M. S. Codice Bibliothecae Cassanensis desumptae. Item ex Vaticanae Bibliothecae M. S. Commonitorium Coelestini Papae. Neapolitanum Concilium. Epistolae Hanacleti Anti-Papae nunc primum in lucem datae per F. Christianum Lupum cum scholiis, et notis ad Epistolas.
Acta Concilii Ephesini et Chalcedonensis concernentes. Lovanii 1682, vol. II, in 4.
Epistolae et vita D. Thomae M. et Archi-Episcopi Cantuariensis, nec non Epistolae Alexandri III Pontificis, Galliae Regis Ludovici VII, Angliae Regis Henrici II, aliarumque plurium sublimium ex utroque foro personarum, concernentes Sacerdotii, et Imperii concordiam, in lucem productae ex M. S. Vaticano. Bruxellis 1682, in 4.
Opera posthuma cura et opera nostri P. Guilielmi Wynants, Bruxellis 1690 prodiere scilicet:
Tractatus, sive dissertationes novem de antiquitate ex legitimo usu sententiae probabilis.
De Simonia Monasteriorum.
De antiqua disciplina Christianae militiae.
Antiqua contra Pelagianos Decreta.
Epistola familiaris ad P. Henricum Noris.
Exhibitio canonum circa jus Regularium praedicandi Verbum Dei.
Exhibitio eadem stabilita de Sanctissimi Sacramenti expositione publica, et in Processionibus cum Sacris Reliquiis delatione. Accedit Oratio panegyrica Sanctissimae miraculosae Lovanii asservatae, habita in Jubilaeo trisaeculari anno 1674. [P. 528]
Editio Venetiana omnium operum nostri Christiani Lupi habetur in nostra Bibliotheca Monachii consistenses in 12 tomis, quorum:
I et II continent partem primam et secundam Synodorum Generalium et Provincialium, decreta illustrata. Venetiis 1724, in fol.
III. Partem tertiam Synodorum. Venetiis 1724, in fol.
IV. Partem quartam Synodorum. Venetiis 1725, in fol.
V. Partem quintam Synodorum. Venetiis 1725, in fol.
VI. Partem sextam Synodorum. Venetiis 1726, in fol.
VII. Varias Epistolas ad Concilium Ephesinum, et alias. Venetiis 1726.
VIII. Divinum, ac immobile S. Petri Cathedrae privilegium circa appellationes ad eandem. Venetiis 1727.
IX. Exbibet librum Tertulliani de praescriptionibus contra haereticos scholiis illustratum. Venetiis 1727.
X. Complectitur Epistolas, et vitam D. Thomae Contuariensis, aliaque. Venetiis 1728, in fol.
XI. Continet partem primam opusculorum posthumorum. Venetiis 1729.
XII. Partem secundam opusculorum posthumorum. Venetiis 1729, in fol.

Ioannes Franciscus Foppens in Bibliotheca Belgica, tomo I, pag. 170, col. I.
Ioannes Petrus Niceron dans les Memoires des hommes illustres, tome VII, pag. 204.
Louis Moreri dans le grand dictionaire historique, tome III, pag. 230, col. II, a Paris 1718.
Valerius Andreae in Bibliotheca Belgica.
Henningus Witte in Diario biographico ad annum 1681.
Christianus Jöcher in universali Lexico Eruditorum, tomo II, col. 2608. Lipsiae 1750.
Philippus Elssius in Encomiastico Augustiniano, pag. 140. Bruxellis 1654.
Nicolaus de Tombeur in Provincia Belgica Augustiniana, pag. 128. Lovanii 1727.


Lavagna, Giovanni Giacomo , Il corriero straordinario spedito da Parnaso al signor N.N. dal signor Gio. Giacomo Lavagna ..., In Venetia: Brigna, Giovanni Battista, 1681
Lavagna, Giovanni Giacomo , Il corriero straordinario spedito da Parnaso al sig. N.N. di Giacomo Lauagna, In Bologna: Longhi, 1676
Lavagna, Giovanni Giacomo , Poesie di Gio. Giacomo Lauagna. All'eminenza del sig. cardinal Carafa, In Napoli: De Bonis, Novello <1.>, 1671
Lavagna, Giovanni Giacomo , Delle poesie di Gio. Giacomo Lavagna. Parte prima [-seconda] all'eminenza del signor cardinal Carafa, In Venetia, 1675-1676 [questa edizione si trova anche alla
C.B.A.


Paioli Anselmo: monaco benedettino del XVII secolo su cui si trova molto materiale alla "Biblioteca Ariostea" e che fu corrispondente assiduo dell'Aprosio negli ultimi tempi della vita dell'erudito ventimigliese. Sul personaggio si può consultare: Joe Zammit Ciantar, Note di un benedettino sulla Malta del XVII Secolo, "A Benedictine’s Notes on Seventeenth - Century Malta", 1998.
Quintin, Jean <1500-1561> nella sua opera Insulae Melitae descriptio ex commentarijs rerum quotidianarum. F. Ioan. Quintini Hedui ad Sophum, Lugduni : apud Seb. Gryphium, 1536, [12] c. : ill. ; 4o (Biblioteca Casanatense - Roma) diede la prima descrizione esauriente moderna dell'isola. Athanasius Kircher eruditissimo studioso di varie antichità e di lingue antiche (come si evince anche da un'opera sua custodita alla C.B.A. cioè il Prodromus coptus sive aegyptiacus ... in quo cum linguae coptae, sive aegyptiacae, quondam pharaonicae origo, aetas, vicissitudo, inclinatio ... ita nova quoque et insolita methodo exhibentur, Romae : typis S. Cong. De Propag. Fide, 1636 [23], 338, [2] p.) nel suo pur fantastico Mundus subterraneus in 12. libros digestus; quo divinum subterrestris mundi opificium, mira ergasteriorum naturae in eo distributio, verbo pantamorphon Protei regnum, universae denique naturae majestas & divitiae summa rerum varietate exponuntur. Abditorum effectuum causae acri indagine inquisitae demonstrantur; cognitae per artis & naturae conjugium ad humanae vitae necessarium usum vario experimentorum apparatu, necnon novo modo, & ratione applicantur. Tomus 1. - 2. (si cita qui l'edizione di Amstelodami : apud Joannem Janssonium & Elizeum Weyerstraten, 1664-1665) variamente si interessò anche dell'isola di Malta pure soffermandosi sugli aspetti linguistici dell'idioma autoctono che pareva conservare varianti antichissime non greche e neppure romane.
Il Paioli per suo canto ebbe modo di redigere materiale vario ed anche notazioni linguistiche sulla Malta del seicento (in un'epoca drammatica, allorchè l'isola come Aprosio scrisse, dopo il terribile XVI secolo, era pur sempre ancora al centro dell'interminabile quanto feroce guerra fra Turchi e Cristiani): le notazioni del Paioli furono indubbiamente giovevoli per conoscere i molteplici aspetti di quella terra tanto esposta agli invasori islamici e al di là delle osservazioni cronachistiche hanno finito per servire anche ad uno studioso contemporaneo quale il docente universitario maltese J. Zammit Ciantar che nel suo citato lavoro del 1998 ha avuto la possibilità di registare dati linguistici molto antichi, grazie appunto alle note del Paioli, e corroborare la sua ipotesi di una notevole interferenza punica e fenicia sulla lingua autoctona degli abitanti della strategica isola.


Rossi, Angelo , Angue celeste discorso astromedico sopra la mutatione de' tempi, e preditioni alli ss. medici, di quei mali, che vagar potrebbero conforme i dogmi d'Ippocrate, e Galeno, in ciascheduna quarta dell'anno intercalare 1660 ... di Angelo Rossi .., In Genoua : per Pietro Giouanni Calenzani - [8], 111, [1] p. ; 8o - Pubblicata presumibilmente nel 1660, come si desume dal tit. - Segn.: A-Ca6 D66 - Impronta - o,ni n-ab 4.so toMa (3) 1660 (Q) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale Braidense - Milano


Rovetta, Andrea, Bibliotheca chronologica illustrium virorum Prouinciae Lombardiae sacri Ordinis Praedicatorum ... Accedit Syntaxis eorum, qui ex eadem Lombardiae Prouinciae, ob eximiae doctrinae merita, primas Ordinis dignitates obtinuere ... Authore P.F. Andrea Rouetta de Brixia .. , Bononiae : typis Iosephi Longi, 1691 - [32], 276, [2] p., [1] c. di tav. ; fol. - Antip. incisa BN v . 158 col. 131 - Front. stampato in rosso e nero. - Segn.: a-b6 c4 A-2Y6 2Z6 (2Z6+chi1) - Segue (p. 199): Syntaxis amplissimorum virorum Prouinciae Lombardiae sacri Ordinis Praedicatorum...Opus historicum chronologicum...Authore P.F. Andrea Rouetta. - Impronta - ree- r-u- m.de moac (3) 1691 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - RM - Biblioteca nazionale universitaria - Torino - Biblioteca di giurisprudenza e scienze politiche dell'Università degli studi di Urbino - Urbino - PU - Biblioteca nazionale Marciana - Venezia


Giudice, Fulgenzio : de, Cursus philosophicus ad mentem eminentiss. ac fundatiss. doctoris ex augustiniana eremitana religione f. Aegidij Columna Romani ... Auctore reuerendo patre sacrae theologiae magistro f. Fulgentio Iudice de Giorno a Salerno ... Tomus 1. In Logicam .., Neapoli : ex typographia Michaelis Monacho, 1679 - [18], 438, [14] p. ; fol. - Antip. calcogr Segn.: p4 (-p3) [croce] 6 A-3I4 3K-3M2 - Stemma calcogr. sul front. - Impronta - oder e-21 b.r- suqu (3) 1679 (R) - Localizzazioni: Biblioteca Ludovico Jacobilli del Seminario vescovile - Foligno - PG


Franciscus a S. Augustino [scrive il Perini nella sua silloge sugli scrittori agostiniani] italus, Ordinis Erem. S. Augustini alumnus, Patavii saec. XVII labente instituit.
1. Collactione doctrinae S. Thomae et Scoti, Patavii an. 1671; Eiusdem etiam habetur:
2. Oratio funebris in exequiis P. Mag. Generalis nostri Ord. Pauli Luchini Pisauriensis, quam habuit Romae an. 1664.
(Cfr. Iöcher in Lexico Eruditorum, Lipsiae 1750, T. I, p. 139; Ossinger, p. 87, et Hurter S. I., in Nomencl. Lit., Oeniponte, 1874, T. II, p. 18).
Nelle biblioteche italiane di questo autore si trovano però le seguenti opere:
Francesco : di s. Agostino , Collationes doctrinae Scoti, cum differentiis inter vtrumque: textibus vtriusque fideliter productis, sententiis subtiliter examinatis, commentariis interpretum Caietani in primis, & Lycheti diligenter excussis ... Authore p.m. fr. Francisco a sancto Augustino Macedo .., Patauii : typis, & sumptibus Petri Mariae Frambotti, 1671 - [34], 600, [12] p. ; fol. - Marca su front. stampato in rosso e nero; marca in fine - Precede antip. calcogr. . Segn.: p4 a-b6 A4 B-3D6 3E8 . Impronta - i-l. nera usia Toco (3) 1671 (R) -Localizzazioni: Biblioteca Porziuncola - Assisi - PG
Francesco : di s. Agostino , De clauibus Petri opus in 4. libros diuisum primus est De claui papalis dignitatis, potestatis, iurisdictionis ... Secundus De claui intelligentiae & interpretationis Sacrarum Scripturarum ... Tertius De claui fidei dogmaticae ad docendum: practicae ad operandum ... Quartus De claui sacramentorum in genere & in specie ... Additis tribus controuersiis. 1. De haeresi & schismate. 2. De sacerdotio Christi. 3. De peccato originali. Ad confutationem haereticorum ... Authore p.f. Francisco a S. Augustino Macedo minorita ..., Romae : typis Philippi Mariae Mancini, 1660 - [48], 443, [1], 465-629 [i.e. 609], [27] p. ; fol. - Stemma papale sul frontespizio - Le p. 445-464 mancano nella num. - - Impronta - n-ui itm. V.io diab (3) 1660 (R) - Localizzazioni: Biblioteca universitaria di Cagliari - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Accademia Georgica - Treia - MC - Biblioteca comunale Giosue' Carducci - Citta' di Castello - PG - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma
Francesco : di s. Agostino , Panegirico di s. Chiara d'Assisi diuiso in dieci discorsi. Composto dal p.f. Francesco di s. Agostino Macedo minore osseruante .., In Padoua : per il Cadorino, 1680 - [8], 115, [1] p. ; 4o. - Iniz. e fregi xil. - Segn.: a4 A-N4 O6 - Impronta - e-o- i-c- ren- ArCo (3) 1680 (R) -Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca comunale - Citerna - PG - Biblioteca Civica Ricottiana - Voghera - PV
Francesco : di s. Agostino , Sermon que en el dia del gran padre y doctor de la iglesia San Augustin predico el reverendissimo p. fr. Francisco de San augustin ... Sacale a luz d. Iuan Ioseph Porter y Casanate ..., En Madrid : por Diego diaz de la Carrera impressor del reyno, 1663 - [6], 17, [1] c. ; 4 - Segn.: A-F4 - Iniz. e fregi xil - Localizzazioni: Biblioteca universitaria di Cagliari - Cagliari
Francesco : di s. Agostino, Scholae theologiae positiuae ad doctrinam catholicorum, & cunfutationem haereticorum apertae. Authore p.m.f. Francisco a Sancto Augustino Macedo ..., Romae : ex typographia Philippi Mariae Mancini, 1664 - [32], 628, [16 p.] ; fol. - Stemma ecclesiastico su front. stampato in rosso e nero - Impronta - t,r- a.,& i-vt loco (3) 1664 (R) - Localizzazioni: Biblioteca universitaria di Cagliari - Accademia Georgica - Treia - MC - Biblioteca comunale Giosue' Carducci - Città di Castello - PG - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma


A S. Carolo Ambrosius, Excalceatus [scrive l'Ossinger nella sua silloge sugli scrittori agostiniani] natione Italus, Patria Mediolanensis, Alumnus Congregationis Italicae, ad initium Saeculi 18, adhuc vixit. Primum enim anno 1715 ab hominibus emigravit. Functus est officio Concionatoris eloquentissimi, et in Scripturis Sacris egregie eruditi, qui non minus vita, quam eloquentia insignis claruit, Congregationemque suam operibus, quae publici juris fecit, non parum illustravit. Sunt autem: [P. 208]
Opuscula coelestia, sive explanatio in Cantica Canticorum. Mediolani apud Agnellum 1677, in 4.
Prediche per l’Avvento. Milano per Federico Vigone 1688, in 4.
Discorsi Sacri. Milano 1690, in 4, per eundem.
Prediche Quaresimali. Milano per gli Agnelli 1696, in 4, tom. II.
Discorsi sopra i dolori di Maria Vergine. Milano 1702, in 4.
Discorsi sopra le eccellenze del santissimo Rosario. Milano per Vigone 1711, in 4.

Philippus Argelati in Bibliotheca Scriptorum Mediolanensium, parte I, tomi II, col. 995.


Calcagnino, Agostino , Historia del glorioso precursore di N.S. S. Gio. Battista protettore della citta di Genoua. Nella quale si registra la sua vita, e morte, & il successo delle sue sacratissime reliquie. Come furono acquistate da genouesi, e portate nella loro patria. E come in essa sono custodite, e riuerentemente tenute. Descritta da Agostino Calcagnino canonico penitentiero di Genoua, In Genoua : per Gio. Maria Farroni, 1648 - [8], 216, [8] p., [1] c. di tav. ripieg. : ill. ; 4o - Antip. calcogr. incisa da S.M. Curletti - Tav. calcogr. incisa da G. Testana - Vignetta xilogr. sul front. - Fregi xilogr. - Segn.: A4 B-O8 P4 4 - Ultima c. bianca - C. M4 erroneamente segnata L4 - Impronta - hala adil n-re frda (3) 1648 (R) - Altre Localizzazioni: Biblioteca del Seminario vescovile - Acqui Terme - AL - Biblioteca Reale - Torino
Calcagnino, Agostino , Le sacre palme genouesi cioe vite de' santi martiri genouesi Desiderio vescouo di Langres et Uriscino Medico protomartire della citta di Rauenna con vna breue relazione di XVIII. fanciulli giustiniani de' signori di Scio ... descritte da Agostino Calcagnino .., In Genoua : nella stamperia di Benedetto Guasco, 1655 - [12], 138, [2] p., [1] c. di tav. : ill. ; 4o. - Fregi xilogr. - Fregio xilogr. sul front. - Segn.: *6 A-R4 S4(-S2) - Tav. calcogr. incisa da Testana - Impronta - a-e- ero- ioe: tino (3) 1655 (R) - Altre Localizzazioni: FI0098 - Biblioteca nazionale centrale - Firenze
Calcagnino, Agostino , Dell'imagine edessena libri due, con osseruationi historiche d'Agostino Calcagnino canonico ..., Genova : per Gio. Maria Ferroni, Nicolo Pesagno, & Pier Francesco Barberi, 1639 - [8], 106, [4], 107-485, [17] p.: 4 - Stemma del dedicatario, card. Durazzo, sul front. - A c. H1r. inizia: Dell'imagine edessena osseruationi historiche d'Agostino Calcagnino .., - Impronta - a-re e.le lai- sich (3) 1639 (A) - Altre Localizzazioni: Biblioteca Trivulziana - Archivio storico civico - Milano - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma - Biblioteca nazionale universitaria - Torino
Calcagnino, Agostino Historia del glorioso precursore di N.S. S. Gio. Battista protettore della citta di Genoua ... Descritta da Agostino Calcagnino canonico penitentiero di Genoua In Genoua : per Gio. Battista Scionico, nel vicolo de' Cartari - [16], 206, [2] p. ; 8o. - Segn.: *8 A-N8. - Impronta - a.e, .7.7 via- pole (3) 1697 (Q) -Altre Localizzazioni: Biblioteca del Centro teologico - Torino - Biblioteca Reale - Torino
Citando a p. 264 del suo repertorio bibliografico le opere di Agostino Calcagnini (-o) Angelico Aprosio, sulla base del Soprani e suggerendo l'idea di non possederla, gli attribuisce la stesura di un'altra opera intitolata Proteo Festante accorpata in una miscellanea di vari autori tra cui non è citato solo il Giustiniani [menzionato dall'Aprosio nella Grillaia p. 45 ed autore di una lettera al frate intemelio che ne riprende la discussione nella Visiera Alzata a pagina 83]: analizzando il fondo antico della C.B.A. si è riscontrata la sola pubblicazione del 1622 di Paolo Sauli (peraltro al momento non individuata in altra biblioteca italiana) dal titolo I trionfali honori della Rep. di Genova nella coronatione del ... Duce Giorgio Centurione ... oratione di Paolo Sauli corrispondente ai connotati tipografici menzionati dall'Aprosio a pagina 265 del suo repertorio bibliografico.


Ristretto della vita, virtu, e miracoli del beato Pio 5. sommo pontefice dell'ordine de' Predicatori dedicato al reuerendissimo padre maestro Michele Pio Passi .. - In Bologna : per Giacomo Monti, 1672 - [8], 173, ; 8o. - Fregi xilogr Ritr. calcogr. inciso da Tinti, Lorenzo <1626-1700> - Segn.: +4 A-L8. Ultima c. bianca. - Impronta - ,&a; c.a- era, sequ (3) 1672 (A) - Localizzazioni: Biblioteca Reale - Torino - Biblioteca nazionale Marciana - Venezia
L'espulsione dell'inquisitore Michele Pio Passi da (del) Bosco (elencato da Aprosio tra i Fautori dell'Aprosiana) dalla città di Genova [rivisitata sulle scene sotto titolo de La cacciata dell'Inquisitore Michele Pio Passi da Bosco - Riduzione teatrale del repertorio degli Atti della Santa Inquisizione - Regia: Daniela Capurro - Int.: P. Portesine, G, Barlocco, S. Stefanacci, A. Formato, P. Mereu ] fu una testimonianza dell'autonomia che la città costantemente cercava di avere rispetto al potere del Sant'Ufficio.
Nell'occasione dell'allontanamento coatto di Michele Pio Passi da Bosco la repubblica corse il rischio di essere sottoposta ad “interdetto”, rischio scongiurato in forza d' un “privilegio” di un pontefice “genovese” (Innocenzo IV - 1243 - 1254), in base al quale Genova non poteva essere scomunicata senza espressa licenza pontificia.


Di Canale, Giovanni alla C.B.A. si trovano 1 - L' anno festivo o' vero i Fasti sacri, poema del Signore Giovanni Canale .., In Venetia : appresso Zaccaria Conzatti, 1674 [14], 462, [2] p. : 2 ritr. ; 4°. 2 - Amatunta del signor Giovanni Canale .. In Venetia : per Zaccaria Conzatti, 1681 [22], 292, [2] p. ; 12°. 3 - Poesie del Signor Giovanni Canale. Parte terza .. In Venetia : appresso Zaccaria Conzatti, 1677 435 [i.e. 535], [1] p. : 1 ill. ; 12°
Altre sue opere presenti nelle biblioteche italiane sono:
Canale, Giovanni, Amatunta del signor Giouanni Canale dedicata all'illustrissimo signore Antonio Magliabechi eruditissimo bibliotecario del serenissimo Cosimo terzo gran duca di Toscana, In Venetia: Conzatti, Zaccaria, 1681
Canale, Giovanni ,Poesie del signor Giovanni Canale divise in morali. Varie. Eroiche. Di lode. Funebri. Sagre. .., In Nap.: Parrino, Domenico Antonio, 1708
Canale, Giovanni ,Poesie del signor Giovanni Canale parte prima, e seconda. All'illustriss. & eccellentiss. sig. il signor principe d'Auellino Francesco Marino Caracciolo, In Venetia, 1667
Canale, Giovanni ,Poesie del signor Giouanni Canale parte prima (-terza) .., In Venezia: Conzatti, Zaccaria, 1677
Canale, Giovanni ,3
Canale, Giovanni ,L' *anno festiuo, o vero I fasti sacri : Poema / del signore Giouanni Canale, In Venetia, 1674
Canale, Giovanni ,Poesie del sig. Giovanni Canale divise in morali, di lode, varie, funebri, eroiche, sagre, In Nap. [i.e. Napoli], 1694


Di Pacichelli, Giovanni Battista <1641-1702> alla C.B.A. si trovano, evidentemente ingressate, da Domenico Antonio Gandolfo:
1 - Memorie novelle de' viaggi per l'Europa cristiana comprese in varie lettere scritte, ricevute, o raccolte dall'abate Gio. Battista Pacichelli in occasion de' suoi studi e ministeri .., In Napoli : per li Socii Parrino e Muti, 1690 2 v. ; 12°.
2 - Memorie de' viaggi per l'Europa christiana, scritte a' diversi in occasion de' suoi ministeri dall'abate Gio. Battista Pacichelli, In Nap. : nella Reg. Stampa a spese di Giacomo Raillard, 1685 5 v. ; 12°.
Della vastissima produzione di questo abate erudito, viaggiatore, geografo e cartografo nelle biblioteche italiane si riscontrano:
Pacichelli, Giovanni Battista , Abbatis Io. Baptistae Pacichellii I.C. artium ac sacrae theologiae doctoris Tractatus iuridicus de distantiis ad ornatum tex. in l. vlt. ff. fin. reg. in quo fere tota seruitutum materia theorice ac practice delibatur ... Adiecta. Decisionum Sac. Rom. Rotae de eadem materia nullibi impressarum. Semicenturia,Romae: Lazzari, Ignazio, 1672
Pacichelli, Giovanni Battista , Il regno di Napoli in prospettiva, Napoli, 1703
Pacichelli, Giovanni Battista , Lettere familiari, istoriche , & et erudite tratte dalle memorie recondite dell'abate Gio. Battista Pacichelli in occasione de' suoi studj, viaggi e ministeri : divise in due tomi ... per l'attenzione zelante verso il ben pubblico di Dom. Ant. Parrino,In Napoli, 1695
Pacichelli, Giovanni Battista , Lettere familiari, istoriche, & erudite, tratte dalle memorie recondite dell'abate d. Gio. Battista Pacichelli in occasione de' suoi studj, viaggi, e ministeri. Per l'attenzione zelante verso il ben publico di Dom. Ant. Parrino. Diuise in due tomi, ... Tom. 1.[-2.],In Napoli appresso li socii Parrino, e Mutii: Parrino, Domenico AntonioParrino, Domenico Antonio & Muzio, Michele Luigi, 1695
Pacichelli, Giovanni Battista , Memorie de' viaggi per l'Europa christiana / scritte a diversi in occasione de' suoi ministeri dall'abate Gio. Battista Pacichelli, In Nap. [i.e. Napoli], 1685
Pacichelli, Giovanni Battista , Vita del reuerendissimo padre f. Gio. Battista de' Marini maestro generale dell'Ordine de' predicatori. Breuemente descritta dall'abate Gio. Battista Pacichelli, In Roma: Tinassi, Nicolo Angelo, 1670
Pacichelli, Giovanni Battista , Il Giosia del Vaticano panegirico dedicato alla santita di n.s. Clemente 9. da Gio. Battista Pacichelli, In Perugia: Lorenzi, Angelo, 1668
Pacichelli, Giovanni Battista , Memorie de' viaggi per l'Europa christiana, scritte a diversi in occasion de' suoi ministeri dall'abate Gio. Battista Pacichelli parte prima [-quarta to. 2.], In Nap. nella Reg. Stampa: Raillard, GiacomoTipografia regia , 1685
Pacichelli, Giovanni Battista , Memorie novelle de' viaggi per l'Europa cristiana comprese in varie lettere scritte, ricevute, o raccolte dall'abate Gio. Battista Pacichelli in occasion de' suoi studi e ministeri. Parte prima (-seconda),In Napoli: Parrino, Domenico Antonio & Muzio, Michele Luigi, 1690
Pacichelli, Giovanni Battista , Il Regno di Napoli in prospettiva diviso in dodeci provincie, in cui si descrivono la sua metropoli fidelissima citta di Napoli, ... e le sue centoquarantotto citta, e tutte quelle terre, delle quali se ne sono havute le notitie: con le loro vedute diligentemente scolpite in rame, conforme si ritrovano al presente, oltre il Regno intiero, e le dodeci provincie distinte in carte geografiche ... con l'indice delle provincie, citta, terre, famiglie nobili del Regno, e quelle di tutta Italia.>- In Napoli: Muzio, Michele Luigi, 1703
Pacichelli, Giovanni Battista , Della vita della venerabile suor Maria Vittoria Angelini Romana tertiaria dell' Ordine dei Serui descritta da l'abate Gio. Battista Pacichelli. Parti tre, In Roma: Tinassi, Nicolo Angelo, 1670
Pacichelli, Giovanni Battista , Abb. Jo. Bapt. Pacichellii ... Schediasma juridico-philologicum tripartitum in otio Romano caniculari anni christiani 1692 .., Neapoli: Muzio, Michele LuigiCavallo, Camillo <2.>, 1693
Pacichelli, Giovanni Battista , Abb. Jo. Baptistae Pacichelli ... De tintinnabulo nolano lucubratio autumnalis in qua D. Paulini, & cujuslibet sacro-profanum aes campanum juridice, ac philologice. Indice cum gemino,Neapoli: Muzio, Michele Luig iCavallo, Camillo <2.>, 1693
Pacichelli, Giovanni Battista , Vita del servo di Dio Gioseppe Imparato di Castell'a Mare di Stabia e di Macario Parisi da Itri / descritte dall'ab. Gio. Battista Pacichelli, In Napoli
, 1686
Pacichelli, Giovanni Battista , Abb. Jo. Baptistae Pacichellii i.c. ex regali Parthenopaeo theologorum Collegio De tintinnabulo Nolano lucubratio autumnalis in qua d. Paulini, & cujuslibet sacro-profanum Aes Campanum juridice, ac philologice. Indice cum gemino,Neapoli ex officina Camilli Cavalli: Muzio, Michele Luigi Cavallo, Camillo <2.>, 1693
Pacichelli, Giovanni Battista , Abb. Jo. Baptistae Pacichellii ... tractatus de distantiis ad text. in leg. final. digest. Fin. Regund. In quo tota sere servitutum materia theorice, ac pratice delibatur. Accessurunt in hac postrema editione Francisci Lazzarini ... adnotationes, ac Sacrae Rotae Romanae decisiones et duples titulorum, ac rerum index ...,Romae: Ruisecchi, Gregorio Caporali, Giovanni Battista : de, 1735
Pacichelli, Giovanni Battista , Memorie de' viaggi per l'Europa Christiana scritte a diversi dall'abate Gio. Battista Pacichelli, Nap. i. e. Napoli?, 1685
Pacichelli, Giovanni Battista , Il Regno di Napoli in prospettiva diviso in dodici province ... : opera postuma divisa in tre parti / dell'abate Gio:Battista Pacichelli, In Napoli, 1703.
Pacichelli, Giovanni Battista , Vol.1
Pacichelli, Giovanni Battista , Vol.2
Pacichelli, Giovanni Battista , Abb. Jo. Baptistae Pacichellii ... Tractatus de distantiis ad text. in leg. final. dig. fin. regund. in quo tota fere servitutum materia theorice, ac practice delibatur . Accesserunt in hac perdiligenti editione Francisci Lazzarini ... praecipuas adnotationes, ac Sacrae Rotae Romanae decisiones, et duplex titulorum, ac rerum index ...,Parmae: Rispolo, Niccolo & Rispolo, Vincenzo, 1735
Pacichelli, Giovanni Battista , Io. Baptistae Pacichelli ... De ijs qui nullo modo possunt in ius vocari ad l.l. p. 2. 3. & 4. ff. de in ius voc. In quo de thedauro antiquitatis philologica, & historica nonnulla iurisperitis praecipue lunioris necessaria dilucide & breuiter aperiuntur,Romae: Tinassi, Nicolo Angelo, 1669


Agapito Centurione nacque a Genova il 4.VII.1625 da Gerolama Imperiale (*Genova 17.IV.1608, + post 1633) e Filippo Centurione Oltremarino, Patrizio Genovese, Senatore della Repubblica Genovese (+ post 1657).


Vite degli uomini illustri di Carlo di Tommaso Strozzi, conservate manoscritte nell'Archivio di Stato di Firenze, carte Strozziane, III serie, vol. II, fondo Strozzi-Uguccioni.


Gualtieri, Giorgio , Siciliae obiacentium insularum et Bruttiorum antiquae tabulae cum animadversionibus... Georgii Gualtheri, Messanae : apud Petrum Bream, 1624 (Messanae : aere publico excudebat Petrus Brea illustrissimi Senatus typographus) - [4], 108, 184, [24], 83, [1], 146 [i.e. 144] p., [1] c. di tav. - front. calcogr. ; 4o. - Colophon a c. f2v. dove appare l'imprim. in data 1625 - Cors. ; gr. ; rom. - - Omesse nell'ultima numerazione le p. 124-125 - Front. inciso da Giuseppe Caruso - Impronta - ueus ARM. IVce LIVE (3) 1624 (R) - Altre localizzazioni: Biblioteca nazionale Sagarriga Visconti-Volpi - Bari - Biblioteca Trivulziana - Archivio storico civico - Milano - Biblioteca della Societa' napoletana di storia patria - Napoli - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma - Biblioteca dell'Accademia delle scienze - Torino


Petrus Apianus Nacque a Leisnig, in Sassonia: la data non è certa alcuni annotano il 1495 ed altri il 1501.
Entrò all'Università di Lipsia nel 1516 e latinizzò il cognome Bienewitz (= delle api) in Apiano.
All'Università di Vienna fu allievo del matematico, astronomo e astrologo Georg Tanstetter (Collimitius; 1481-1530) fino al 1523. Dal 1520 pubblicò opere che rinnovarono la cartografia grazie a efficaci metodi di rilevamento.
Nel Cosmographicus liber (Landshut, 1524) Apiano usò la "balestriglia" per misurare le distanze lunari, sulle quali Amerigo Vespucci (1451-1516) e Johann Werner (1468-1528) avevano contato per determinare la longitudine di un luogo.
In un'aggiunta all'opera Apiano introdusse alcuni strumenti per misurare il tempo durante la notte, fra cui il "compasso lunare" e il "notturnale".
Nel 1527 fu nominato professore all'Università di Ingolstadt. Acquistò in breve grande fama di astronomo e astrologo.
Dopo attente osservazioni della cometa del 1531, Apiano stampò la Practica (Landshut, 1532), dove riferì l'importante scoperta che la coda di una cometa è diretta sempre in direzione opposta al Sole.
Compose vari scritti sugli strumenti per il calcolo e l'osservazione astronomica.
Perfezionò il "torqueto", utile per misurare le coordinate eclittiche, equatoriali e altazimutali di un astro
. Nell'Instrumentum primi mobilis (Norimberga, 1534), sul calcolo trigonometrico, presentò invece un dispositivo per trovare i seni degli angoli.
Nel 1536 pubblicò una celebre mappa delle 48 costellazioni tolemaiche.
Il capolavoro di Apiano è però l'Astronomicum Caesareum (Ingolstadt, 1540), dedicato all'imperatore Carlo V (1500-1558).
L'opera presenta una ricca serie di "equatoria", o "volvelle": strumenti costituiti da dischi di carta sovrapposti, mutuamente rotanti, per calcolare e prevedere, con l'ausilio di fili, le posizioni dei pianeti. Nel 1541 l'Astronomicum valse a Apiano la nomina a matematico imperiale; da allora egli s'incontrò spesso con Carlo V per dargli consigli astrologici.
Morì celeberrimo nel 1552.
La grande fama che ebbe come scienziato, astronomo ed astrologo non fu però alla radice della celebrazione che ne fa in questo passo Angelico Aprosio: l'erudito ventimigliese si riferisce ad un'opera meno nota, di ordine eminentemente antiquario, quale fu quella intitolata Inscriptiones sacrosanctae vetustatis.
Vedi qui le sue opere rinvenute nelle biblioteche italiane:
Apianus, Petrus, Cosmographiae introductio: cum quibusdam geometriae ac astronomiae principijs ad eam rem necessarijs... Excusum Ingolstadij, 1529 (Excusum Ingolstadij, 1533. Mense Ianuario) - 16, [24] c. : ill. ; 8°. - Cors. ; gr. ; rom. - La Cosmographiae introductio è un abrege del Cosmographicus liber di Petrus Apianus - Per il nome degli editori, Peter Apian & Georg Apian, cfr. VD16 A3077 - Segn.: a-e8. - Impronta - umn- o.io umis bees (3) 1529 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca Vallicelliana - Roma
Apianus, Petrus, Inscriptiones sacrosanctae vetustatis non illae quidem Romanae, sed totius fere orbis summo studio ac maximis impensis terra marique conquisitae feliciter incipiunt. Magnifico viro domino Raymundo Fuggero ... Petrus Apianus mathematicus Ingolstadiensis & Barptholomeus Amantius poeta dedicaverunt, Ingolstadii : in aedibus P. Apiani, 1534 (Ingolstadii : Peter Apian, 1534) - 40, CCCCCXII, 8 p. : ill. ; 2o - Marca tipogr. di Peter Apian in fine - Cors. ; gr. ; rom Segn.: 2A-2B4 a-c4 A-Z4, a-2t4 - Front. stampato in rosso e nero - Stemma del dedicatario a c. 2A2r - Vignetta xil. sul front . - Impronta - ise, *.** I.VS TIFE (3) 1534 (R) - Localizzazioni: Biblioteca del Seminario maggiore - Padova - Biblioteca dell'Accademia delle scienze - Torino
Apianus, Petrus, Inscriptiones sacrosanctae vetustatis non illae quidem Romanae, sed totius fere orbis summo studio ac maximis impensis terra marique conquisitae feliciter incipiunt. ... Raymundo Fuggero ... Petrus Apianus mathematicus Ingolstadiensis & Barptholomeus Amantius poeta dedicaverunt, Ingolstadii : in aedibus P. Apiani, 1534 (Ingolstadii : Peter Apian, 1534) Descrizione fisica: 40, CCCCCXII, 8 p. : ill. ; 2 2k - Marca (G304) in fine - Cors. ; gr. ; rom Segn.: 2A-2B4,pa-c4,A-Z4a-2t4 -Front. stampato in rosso e nero - Stemma del dedicatario a c. 2A2r -Vignetta xil. sul front. - Var.B: diversamente composto il bifolio 2B2.3: a c. 2B2r componimenti poetici in greco invece della lettera di Philipp Melanchton a Bartholomaeus Amantius; a c. 2B3r diversamente composto il testo - Impronta - ise, n.I. I.VS TIFE (3) 1534 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca comunale - Palazzo Sormani - Milano - Biblioteca Estense Universitaria - Modena - Biblioteca comunale Paroniana - Rieti - Biblioteca di archeologia e storia dell'arte - Roma - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca Casanatense - Roma
Peurbach, Georg <1423-1461> , Nouae theoricae planetarum Georgii Peurbachij astronomi celeberrimi: temporis importunitate & hominum iniuria locis compluribus conspurcate, a Petro Apiano ... iam ad omnem ueritatem redactae, & eruditis figuris illustratae..., Impressum Ingolstadij : in aedibus Apianis, 1528 Idus Martij [15 marzo 1528] - 79, [1] p. : ill. ; 8°. - Segn: A-E8. - Impronta - s,o- m.n- u.er Thct (3) 1528 (A) - Localizzazioni: Biblioteca Vallicelliana - Roma


Sweerts, Francois <1567-1629>, Athenae Belgicae siue Nomenclator infer. Germaniae scriptorum, qui disciplinas philologicas, philosophicas, theologicas, iuridicas, medicas et musicas illutrarunt. Franciscus Sweertius Antuerp. pro suo in patriam et liters adfectu digessit et vulgauit. Acessit eodem auct. succincta 17. eiusdem inf. Germ. prouinciar. , Antuerpiae: Tongheren, Guillaume : van, 1628
Maggi, Girolamo <1572m.>, Hieronymi Magii Anglarensis De tintinnabulis liber postumus. Franciscus Sweertius F. notis illustravit. Accedit ejusdem Magii De equuleo liber, cum notis G. Jungermanni. Ut & appendix virorum illustrium idem argumentum pertractantium, Amstelaedami: Wetstein, Hendrik, 1689
Lipsius, Justus <1547-1606>, Clariss. viri Iusti LipsI Musae errantes. Ex auctoris schedis partem descripsit, sparsas collegit, ac iunctim posteritati edidit Franciscus Sweertius Antuerpiensis, Antuerpiae: Keerberghen, Jan van <1586-1624>, 1610
Sweerts, Francois <1567-1629>, Selectae christiani orbis deliciae ex vrbibus, templis, bibliothecis, et aliunde. Per Franciscum Sweertium F, Coloniae Agrippinae, 1625
Sweerts, Francois <1567-1629>, Monumenta sepulcralia et inscriptiones publicae priuataeq. ducatus Brabantiae. Franciscus Sweertius F. posteritati collegit, Antuerpiae: Bellere, Jaspar, 1613
Sweerts, Francois <1567-1629>, Selectae christiani orbis deliciae ex vrbibus, templis, bibliothecis, et aliunde per Franciscum Sweertium F. Antuerpiensem, Coloniae Agrippinae: Wolter, Bernhard <1598-1635>, 1608
Maggi, Girolamo <1572m.>, Hieronymi Magii De tintinnabulis liber postumus. Franciscus Sweertius f. Antuerp. notis illustrabat, Hanouiae: typis Wechelianis, apud Claudium Marnium & heredes Ioannis Aubrii: Wechel, Andreas Erben & Marne, Claude <1.> & Aubry, Johann <1.> Erben, 1608
Sweerts, Francois <1567-1629>, De fide haereticis seruanda dissertatio Roberti Sweerti Antuerpiensis, theologi ... aduersus elenchum Danielis Planci .., Antuerpiae: Moretus, Iohannes weduwe & erfgenamen.Officina Plantiniana , 1611
Ortelius, Abraham <1527-1598>, Theatro del mondo di Abrahamo Ortelio: da lui poco inanzi la sua morte riueduto, & di tauole nuoue, et commenti adorno, & arricchito, con la vita dell'autore. Traslato in lingua toscana dal sig.r Filippo Pigafetta, In Anuersa: Officina Plantiniana , 1612
Maggi, Girolamo <1572m. >, Hieronymi Magii Anglarensis De tintinnabulis liber postumus. Franciscus Sweertius F. Antverp. Notis illustrabat, Amstelodami: Combi, Sebastiano & La Nou, Giovanni, 1664
Sweerts, Francois <1567-1629>, Selectae Christiani orbis deliciae ex urbibus templis bibliothecis et aliunde / Per Franciscum Sweertium F, Colonia, 1625
Sweerts, Francois <1567-1629>, Deorum dearumque capita, ex antiquis numismatibus Abrahami Ortelij geographi regij collecta, et historica narratione illustrata a Francisco Swertio F. Antuerpiense, AntuerpiaeTypis Roberti Bruneau: Vrients, Jan Baptist Bruneau, Robert, 1602
Sweerts, Francois<1567-1629>, 12 Caesarum Romanorum imagines e numismatibus expressae, et historica narratione illustratae. Ex museio Franc. Sweerti F. Antuerp, Antuerpiae: Officina Plantiniana Moretus, Iohannes weduwe & erfgenamen. Bruneau, Robert Vrients, Jan Baptist, 1603
Maggi, Girolamo <1572m.>, Hieronymi Magii Anglarensis De tintinnabulis liber postumus. Franciscus Sweertius F. Antverp. Notis illustrabat, Amstelodami: Frisius, Andreas, 1664


Reinesius, Thomas <1587-1667>, Schola jure-consultorum medica, relationum libris aliquot comprehensa, quibus principia medicinae in jus transumta ex professo examinantur autore D. Thoma Reinesio, ..., Lipsiae: Tarnovius, Johann Christoph Michael, Christian <1656-1684>, 1679
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Tho. Reinesii De Palatio Lateranensi eiusque comitiva commentatio parergica e museo Bosiano primum edita. Accedit Georgii Scubarti De comitibus Palatinis Caesareis exercitatio historica, Ienae, 1679
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Chemiatria, hoc est, medicina nobili et necessaria sui parte, chemia, instructa et exornata, in theatrum illustris ad elistrum Ruthenei sermone panegyrico producta a Thoma Reinesio Thur. philos. & Med. D. Physico Rutheno: Gerano. P. Andr. Matthiolus... in curandis aegris ediderunt, Gerae Ruthenicae , 1624
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Thom ae ReinesI d. Variarum lectionum libri 3. priores. In quibus de scriptoribus sacris & profanis classicis plerisque disseritur: loca obscura multa illustrantur, difficilia explicantur, corrupta emendatur: recentiorum etiam quorundam circa ea frustrationes, interpretumque in quamplurimis Graecis alucinationes notantur. Adjecti sunt indices necessarii, Altenburgi Misniae, 1640
Collectio dissertationum rarissimarum historico-philologicarum; in qua continentur Reinesius de Lingua punica. de Deo Endovellico. Conringius, de Asiae et Aegypti dynastiis. Jonsenius, de Spartis. Wandalinus, de feria passionis et triduo mortis J.-Chr. Phaletranus de sceptri Judaici ablatione. Daumius de causis amissarum quarundam Latinae linguae radicum. Rivinus, de Majumis, Maicampis et Roncaliis. Frankenstein de aerario populi Romani. Rivinus de Venilia et Salacia nec non Malacia. Prod& humaniorum literarum cultoribus utilissimum ex musaeo Joannis Georgii Graevii, Trajecti Batavorum: Water, Willem van de <1686-1728>, 1716
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Thomae ReinesI D. Variarum lectionum libri tres: in quibus de scriptoribus sacris & profanis classicis plerisque disseritur: loca obscura multa illustrantur, difficilia explicantur, ... Adjecti sunt indices necessarii, Venundantur Francofurti ad Moenum & Lipsiae Altenburgi, Altenburgi Misniae: Press, JohannMichael, Otto, 1640
Reinesius, Thomas<1587-1667>, Thomae Reinesii, ... Epistolarum ad Johannem Vorstium scriptarum fasciculus: quo varia ad literas pertinentia; ... Adiecta ceterisque praemissa est una ad Jacobum Clauderum; ..., Coloniae Brandenburgicae: Schultze, Georg <1663-1685>, 1667
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Defensio variarum lectionum Thomae ReinesI contra iniquam censuram poetae L, RostochI, 1653
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Thomae ReinesI d. De Deo Endovellico, cujus memoria nullibi veterum monumentorum praeterea. quam in inscriptionibus antiquis in villa Vizosa Lusitaniae repertis & post resendium a Cl. Grutero editis, extat, Commentatio parergica, Altenburgi, 1637
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Palponista Bernardi Geystensis, sive De vita privata & aulica libri duo, versibus Leoninis scripti. Ex bibliotheca viri summi d. Thomae Reinesii, nunc primum edidit Christianus Daumius .., Cygneae, 1660
Reinesius, Thomas <1587-1667>, Thomae Reinesii Syntagma inscriptionum antiquarum cumprimis Romae veteris, quarum omissa est recensio in vasto Jani Gruteri opere cujus isthoc dici possit supplementum ; Opus posthumum ... Ab auctore olim consecratum, cum commentariis absolutissimis et instructissimis indicibus, Lipsiae & Francofurti: Hahnius, Johannes Ericus Fritsch, Johann Erben & Gleditsch, Johann Friedrich, 1682


Welser, Marcus [Collezionista, catalogatore, studioso di iscrizioni antiche e non, storico ed erudito tedesco, nato ad Augusta nel 1558 e morto ivi nel 1614. Sulle edizioni compare mediamente con il nome umanisticamente latinizzato in Marcus Velserus: e ciò anche in merito alla prestigiosa edizione della Tabula Peutingeriana]> Angelico Aprosio ne parla nel suo repertorio biblioteconomico esaltando la nazione tedesca per aver dato i primi studiosi di epigrafia antica e per la sensibilità germanica nella custodia e salvaguardia delle iscrizioni classiche.
Aprosio però lo cita anche nella Visiera Alzata precisamente alle pagine 77 e 78 ritenendolo, in vero su fonti alquanto fragili e con qualche personale ripensamento, autore di un'opera anonima e cioè lo Squitinio della liberta veneta. Nel quale si adducono anche le raggioni dell'Impero Romano sopra la citta & signoria di Venetia , Stampato in Mirandola : appresso Giouanni Benincasa, 1612 [ 2, 77, 1 p. ; 4°]: si tratta però di un'opera rara (1 esemplare in Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma) su cui vigono molte incertezze ancora oggi sì che viene attribuita a vari autori anche se l'autore più plausibile pare debba ritenersi Alfonso de La Cueva: cfr. G. Melzi, Anonime e pseudonime, v. 3 p. 93 e Brunet, v. 5 col. 502.
Il SERVIZIO BIBLIOTECARIO NAZIONALE gli attribuisce presenti nelle biblioteche pubbliche italiane le seguenti opere:
Welser, Marcus <1558-1614>, Conuersio et passio SS. martyrum Afrae, Hilariae, Dignae, Eunomiae, Eutropiae; quae ante annos paullo minus 1300. Augustae Vindelicorum passae sunt. Cum commentario, Marci Velseri Matthaei F. Aug. Vind, Venetiis: Manuzio, Aldo <2.>, 1591
Welser, Marcus <1558-1614>, Marci Velseri Rerum Boicarum libri quinque. Historiam a gentis origine, ad Carolum M. complexi, Augustae Vindelicorum.: Ad insigne Pinus, 1602
Inscriptiones antiquae totius orbis Romani, in corpus absolutiss. redactae. Cum indicib. 25 ingenio ac cura Iani Gruteri auspiciis Ios. Scaligeri ac M. Velseri accedunt Notae Tyronis Ciceronis L. ac Seneca, S.l.: Commelin Jerome Erben <1597-1622>, 1603
Eugyppius, Historia ab Eugippio ante annos circiter 1100. scripta. Qua tempora quae Attilae mortem consequuta sunt, occasione vitae S. Seuerini illustrantur. Ex bibliotheca S. Emmerani Reginoburg. nunc primum edita, cum scholijs, Augustae Vindelicorum: Schultes, Hans, 1595
Gruytere, Jan <1560-1627>, Inscriptionum romanarum corpus absolutissimum. Ingenio & cura Iani Gruteri, auspiciis Ios. Scaligeri ac M. Velseri. Accedunt 24. Scaligeri indeces. Item notae Tyronis ac Senecae, nunquam antehac excusae, In bibliopolio Commeliniano: Commelinus, Hieronymus Erben, 1616
Apollonius : Tyrius, Narratio eorum quae contigerunt Apollonio Tyrio. Ex membranis vetustis, Augustae Vindelicorum: Schultes, Hans, 1595
Inscriptiones antiquae totius orbis romani in absolutissimum corpus redactae olim auspiciis Iosephi Scaligeri et Marci Velseri industria autem et diligentia Iani Gruteri: nunc curis secundis ejusdem Gruteri et notis Marquandi Gudii emendatae et tabulis aeneis a Boissardo confectis illustratae, denuo cura viri summi Ioannis Georgii Graevii recensitae. Accedunt adnotationum appendix..., Amstelaedami: Halma, Francois, 1707
Galilei, Galileo, Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari e loro accidenti comparse in tre lettere scritte all'illustrissimo signor Marco Velseri Linceo ... dal signor Galileo Galieri Linceo ... Si aggiungono nel fine le lettere, e disquisizioni del finto Apelle, In Roma, Romae: Mascardi, Giacomo <1.>, 1613
Anastasius : Bibliothecarius, Anastasij, S.R.E. Bibliothecarij Historia, de vitis Romanorum pontificum a B. Petro apostolo vsque ad Nicolaum 1. nunquam hactenus typis excusa. Deinde Vita Hadriani 2. et Stephani 6. auctore Guilielmo bibliothecario. Ex bibliotheca Marci Velseri ... Accessere variae lectiones, ..., Moguntiae: Albin, Johann, 1602
Welser, Marcus<1558-1614>, Marci Velseri ... Rerum Augustanar. Vindelicar libri. octo, Venetiis: Manuzio, Aldo <2.>, 1594
Inscriptiones antiquae totius orbis Romani, in corpus absolutissimum redactae ingenio ac cura Jani Gruteri. Auspiciis Josephi Scaligeri, ac Marci Velseri, Heidelberg: Commelin Jerome Erben <1597-1622>, 1601
[2]
Welser, Marcus <1558-1614>, De maculis solaribus et stellis circa Iouem errantibus, accuratior disquisitio, ad Marcum Velserum ..., Augustae Vindelicorum: Franck, David, 1612 Idib. septe
Welser, Marcus <1558-1614>, Rerum Augustanarum Vindelicarum Commentarii nominis et populi eius originem; vrbis Augustae situm; insignium eiusdem explicationem; Colonia deductionem; aedificiorum cum publicorum tum priuatorum splendorem; religiosam aeque ac ciuilem Reipub. constitutionem nec non a primo deducta coloniae ad vsq; annum Christi D. LII. historiae continuationem continentes: per ... D. Marcum VVelserum patricium Augustanum octo , Francofurti ad Moenum: Egenolff, Christian, 1594
Welser, Marcus <1558-1614>, Tres epistolae de maculis solaribus. Scriptae ad Marcum Velserum ..., Augustae Vindelicorum: Franck, David, 1612 Non. Ian
Inscriptiones antiquae Augustae Vindelicorum. Duplo auctiores quam antea editae, & in tres partes tributae. Cum notis Marci Velseri ..., Venetiis: Manuzio, Aldo <2.>, 1590
Welser, Marcus<1558-1614>, Fragmenta tabulae antiquae, in quis aliquot per Rom. prouincias itinera. Ex Peutingerorum bibliotheca. Edente, & explicante, Marco Velsero Matthaei F. Aug. Vind, Venetiis: Manuzio, Aldo <2.>, 1591
Welser, Marcus <1558-1614>, Marci Vesleri Matthaei F. Ant. N. Reip. Augustanae quondam duumviri Opera historica et philologica, sacra et profana. In quibus historia boica, res augustanae, conversio et passio SS. martyrum ... continentur, accessit P. Optiani Porphirii panegiricus ... ex optimo codice a Paullo Velsero ... nec non vita, genus, et mors auctoris nobilissimi. Accurante Christophoro Arnoldo, Norimbergae: Endter, Wolfgang Moritz & Endter, Johann Andreas erben, 1682


Aprosio nell'Errata Corrige riproduce il nome esatto di questo autore non Angelo Vanti ma Angelo Vanci (Nell'SBN è quindi utilizzata la forma Angelo Vanzi):
Nella
C.B.A. si trovano queste sue opere:
Disciplina clericorum R.P.M.F. Angeli Vancii .., Bononiae : typis Theodori Mascheronii et Clementis Ferronii, 1623 [12], 554 [i.e. 224], [8] p. ; 4°.
Renovata, et aucta justa defensio pro sermonibus S.P. Augustini, ad eremitas suos per magistrum F.Angelum Vantium arimin. augustinianum, elaborata Arimini : per Symbenum Symbenium, 1646 [26], 152 p. ; 8°.
L'SBN riporta quindi i segeuenti titoli:
Gerardus : Senensis, Secundum quodlibet quaestiones varias ex philosophia, sacra theologia, ac de vsuris, & praescriptionibus complectens. Mag. Gerardi Senensis ... a M. Fr. Angelo Vancio Ariminensi ... diligenti studio recognitum, & in lucem primo datum. Adiecto ab eodem Mag. Angelo duplici Tractatu proprio..., Caesenae : typis Iosephi Nerij impress. camer., 1630 (Caesenae : typis Iosephi Nerij impres. camer. & episc., 1630) - 286, [2] p. ; 4o. - Front. stampato in rosso e nero. - Marca non controllata (Uccello: Eternitati) sul front. e in fine - Segn.: 4 A-2M4 - Impronta - r.in e-n- e;9. me4. (3) 1630 (R) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma
Vanzi, Angelo , Iusta defensio pro sermonibus S. Augustini ad fratres suos in eremo constitutos, edita a reu. P. Mag. F. Angelo Vancio Ariminensi Augustiniano ad perillustrem, et reuerendiss. D.D. Georgium Polaccum, Patauij : apud Gasparem Criuellarium, 1627 - [24], 9-151, [5] p. ; 4o. - Il fasc. V2 contiene errata corrige. Segn.: 4 4 A-T4 V2 - Stemma calcogr. sul front. - Impronta - u-is 2.d. ena- nobu (3) 1627 (A) - Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - Biblioteca universitaria Alessandrina - Roma
Alessandro : da Sant'Elpidio, Tractatus breuis, de ecclesiastica potestate. Alexandri de sancto Elpidio, ... Nunc denuo e tenebris erutus, mendis expurgatus, atque in lucem editus, studio r.p.m.f. Angeli Vancij Ariminensis eiusdem. religionis professi, Arimini : per Ioannem Symbenium, 1624 (Arimini : per Ioannem Symbenium, 1624) - [2], 65, [1] p. ; 4o. - Nel Colophon explicit dell'edizione torinese del 1494 - Segn.: [croce]8 A-H4 - Vignetta xil. sul front - Impronta - e,e- den- isin c*st (3) 1624 (R) - Localizzazioni: Biblioteca Ludovico Jacobilli del Seminario vescovile - Foligno - PG
Localizzazioni: Biblioteca Ludovico Jacobilli del Seminario vescovile - Foligno - PG
Vanzi, Angelo , Disciplina clericorum R.P.M.F. Angeli Vancij Arimin. Ord. Erem. S. Augustini; ecclesiasticis, praesertim vero animarum curatoribus pernecessaria. ... Bononiae : typis Theodori Mascheronij, & Clementis Ferronij, 1623 (Bononiae : ex typographia Theodori Mascheronij, & Clementis Ferronij, 1623) - 12, 524 [i.e. 554], 10 p. ; 4° - Marca non controllata (Mani intrecciate reggono tre fiori in cornice. Motto: Unitas fortior) sul colophon - Segn.: a6 A-3Z4 4A6 - Le p. 553-554 erroneamente numerate 523-524 - Stemma xilogr. sul front - Impronta - e-*- 53a- a-s: sano (3) 1623 (R) Localizzazioni: Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - Biblioteca nazionale Marciana - Venezia - VE
"Vanzi Fr. Angelus" [scrive il Perini sotto voce mentre usa le forme "Vantius/ Vancius" l'Ossinger data versimilmente l'incertezza sulla forma cognominale: Alla Biblioteca Gambalunga di Rimini si trova comunque il manoscritto = "Vanzi, Angelo Sc-Ms.404 1625 (ante) - Raconto storico intorno la vera origine del sacro eremitano ordine di S. Agostino... - 94 cc.+I c. 295X203 - D.IV.286 4.D.II.28] "Ariminensis, S. Theol. Doctor, floruit saec. XVII inter viros suae aetatis doctissimos, ac celebris evasit tam propter sua ipsius quam aliorum scripta eius cura et studio in lucem producta et edita. An. 1614 interfuit Capitulo Gen. Romae celebrato tamquam Discretus suae Romandiolae provinciae, et in eo eidem provinciae praeficitur. Illum videtur vitam egisse usque ad an. 1646. Sequentia ab eo edita fuerunt opera:
1. Tractatus de imprestantiis Venetorum et de usura Mag. Fr. Gregorii Animinensis O. E. S. A., Arimini, 1622.
2. Disciplina clericorum, ecclesiasticis, praesertim vero animarum curatoribus pernecessaria. Bononiae, 1623, Vol. I, in 4.
3. Tractatus Mag. Fr. Alexandri de S. Elpidio O. E. S. A., de Ecclesiastica potestate. Arimini, 1624.
4. De humani corporis formatione Domini Aegidii Columnae, Romani, Fundatissimi Doctoris Ord. etc. opus sane peregregium; Philosophis, praesertim vero medicis necessarium. Nova hac impressione repurgatum, ac multo magis illustratum, per R.. P. M. F. Angelum Vancium, Ariminensem, Augustinianum, ad Ill. ac. R. P. M. Iacobum De Robertis, civem bononiensem eiusdem Ord. Aemiliae Provinciae Praesulem dignissimum. Arimini apud Io. Simbenium, 1626, in 4.
5. Petri de Aragon O. E. S. A. Commentaria in secundam secundae Divi Thomae de fide, spe, et charitate studio Aug. Vantii Ariminensis, nunc primum exposita et in lucem edita. Venetiis, apud Io. Guerrilium, 1625 in fol.
6. Tractatus de cambiis Mag. Fr. Fabiani Ianuensis Augustiniani, Bononiae, 1626, in 4.
7. Iusta defensio pro sermonibus S. Augustini ad fratres suos in Eremo constitutos. Patavii, 1627, Vol. I, in 4. Postea haec defensio renovata et aucta atque iterum a Vantio elaborata, secundo prodiit Arimini per Simbenium, 1646, in 4.
8. Liber quodlibetorum de quaestionibus philosophicis et theologicis: De usuris, restitutionibus etc. Magistri Gerardi Senensis. Caesenae, 1630.
9. Discursus circa decem praecepta Decalogi. Bononiae.
10. Discursus quomodo bona fama restituenda sit.
11. Discursus pro regularium defendendis privilegiis. Caesenae, 1630.
12. Liber de ratione status.
13. Schola spiritualis, ut Christianus bene vivat et bene moriatur.
14. Accademia Cristiana spirituale e temporale. Parte prima. Rimini, 1636 et 1646, Vol. in fol., Part. II, Patavii 1641; sive ut habet Ossinger, p. 192, Brevis animadversio de universorum hominum ex ipso iure originis naturalis subiectione temporalium principum laicorum potestati qualis sit, et quam late pateat contra Marcum Antonium de Dominis Archiepiscopum Spalatensem haereticum.
15. Notabilia pro nova impressione Gregorii Ariminensis ad usum modernum.
16. Patrocinium pro tota Religione Augustiniana, contra impugnantes eius originem et continuationem.
(Cfr. Elssius, p. 65; Ossinger, p. 912; Lanteri, Vol. III, p. 123; et Hurter, Nomencl. Litt., T. III, (1907) col. 946)
".


Bianchi, Andrea nato a Genova nel 1587, nel 1602 entrò nella Compagnia di Gesù ed insegnò per molti anni retorica e filosofia nei collegi tenuti dai Gesuiti a Milano. Predicatore e poeta nel 1642, rientrato in Genova, pubblicò l'opera De opinionum praxi sotto lo pseudonimo Candidus Philaletes intervenendo fra i primi nella disputa del probabilismo. Il successo del libro fece sì che altre tre edizioni si susseguissero alla prima nel 1645, 1646, 1651. Andrea Bianchi, che morì a Genova il 29 marzo 1657, pubblicò molte altre opere sotto pseudonimo qui elencata secondo i parametri dell'SBN:
Bianchi, Andrea, Oratione del P. Andrea Bianchi della Compagnia di Giesu nell'esequie del principe di Melfi Gio. Andrea Doria vicere di Sardegna fatte dalla famiglia Doria nella lor chiesa di S. Matteo di Genoua a' 10 di Marzo 1640, In Genoua: Calenzani, Pietro Giovanni
Bianchi, Andrea, Andreae Blanci Genuensis e Societatis Jesu Epigrammata edita nuper, et ab auctore recognita, Genuae: Guasco, Benedetto, 1656
Bianchi, Andrea, Pii mores et sancti amores epigrammatis expressi auctore Candido Philaletho presbytero Genuensi, Genuae: Guasco, Benedetto, 1652
Bianchi, Andrea, Beati dolores epigrammatis expressi auctore Candido Philaletho presbytero Genuensi, Genuae: Guasco, Benedetto, 1653
Bianchi, Andrea, Candidi Philalethi Epigrammatum liber varii flores, Genuae: Guasco, Benedetto, 1654
Bianchi, Andrea, De opinionum praxi disputatio auctore Candido Philaletho Genuensi presbytero. Additis tribus apologiis diuerso tempore editis..., Genuae, 1652 (Genuae : ex typographia Petri Io. Calenzani)
Bianchi, Andrea, De cambio tractatus breuis atque dilucidus in quo eius essentia, & iustitia declaratur, & impugnantium argumentis respondetur auctore Candido Philaletho Genuensi presbytero, Genuae: Guasco, Benedetto, 1652
Bianchi, Andrea, Passione di Christo figurata ed historica in trenta sermoni descritta ed in tre trattati diuisa Primo Passione Figurata nel Sacrificio di Abramo. Secondo Christo crocifisso terrestre paradiso. Terzo Passione historica. Del Padre Andrea Bianchi genouese della Compagnia di Giesu, In Genoua: Guasco, Benedetto, 1655
Bianchi, Andrea, 3: Trattato terzo Passione di Christo historica in dodici sermoni descritta dal padre Andrea Bianchi della Compagnia di Giesu, In Genova: Guasco, Benedetto
Bianchi, Andrea, Andreae Blanci Genuensis ... Carminum pars secunda, Genuae: Calenzani, Pietro Giovanni, 1645
Bianchi, Andrea, De opinionum praxi disputatio. Auctore Candido Philaletho genuensi presbytero ..., Matriti: Pueroni, Paolo, 1645 ; Cremonae
Bianchi, Andrea, Andreae Blanci Genuensi e Societate Iesu Epigrammata, Mediolani: Ghisolfi, Filippo, 1635
Bianchi, Andrea, Quistioni filosofiche ed accademiche curiosamente risolute del padre Andrea Bianchi genouese della Compagnia di Giesu, In Genoua: Guasco, Benedetto, 1653
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Reiectiones, redargutiones, vendicationes Raphaelis De Turri ad tractatum suum De cambiis aduersus Antonium Merendam conuiciantem. Candidum Philaletum praetereuntem. Honoratum Leotardum contradicentem. Opus tripertitum ..., Guaschi, Benedetto
Bianchi, Andrea, Quistioni filosofiche facili ad intendersi, vtili, e vaghe a sapersi curiosamente risolute del padre Andrea Bianchi genouese della Compagnia di Gesu, In Genoua: Guasco, Benedetto, 1653
Bianchi, Andrea, Prediche sopra le feste del Signor, e de' Santi sei del Santissimo Sacramento. Del padre Andrea Bianchi genouese ... Prima parte estiua, In Genoua: Calenzani, Pietro Giovanni, 1647
Bianchi, Andrea, Passione di Christo in dodici sermoni distinta del padre Andrea Bianchi Genouese. Della Compagnia di Giesu, In Genoua per Gio. Maria Farroni: Farroni, Giovanni Maria Guasco, Benedetto, 1651
Bianchi, Andrea, Andreae Blanci Genuensis e Societate Iesu Epigrammata edita nuper, & aucta, Genuae: Calenzani, Pietro Giovanni, 1639
Bianchi, Andrea, De opinionum praxi disputatio, Auctore Candido Philaletho Genuensi presbytero ..., Matriti: Pueroni, Paolo, 1645 ; Cremonae
Bianchi, Andrea, De praescientia Dei ac praedestinatione disputatio Candidi Philalethi Genuensis presbyteri, Genuae: Guasco, Benedetto, 1656
Alla CBA intemelia si custodiscono queste sue opere:
1 - Beati dolores epigrammatis expressi auctore Candido Philaletho presbytero genuensi, Genuae : ex typographia Benedicti Guaschi, 1653. - [5], 80, [1] p. ; 12°
2 - Andreae Blanci Carminum ...5 Genuae : ex typographia Petri Ioannis Calenzani, 164, 95 p. ; 4°.
3 - De cambio. Tractatus brevis atque dilucidus in quo eius essentia, et iustitia declaratur, et impugnantium argumentis respondetur auctore Candido Philaletho ..., Genuae : typis Benedicti Guaschi, 1652. - [8], 100, [1] p. ; 8°.
4 - De opinionum praxi disputatio ... auctore Candido Philaletho ... additis tribus apologiis diverso tempore editis, Genuae, 1652. - [8], 156 [i.e. 176], [8], 8 p. ; 8°. (Comprende: In appendice appendix sive responsio pro Candido Philaletho ad quaedam obiecta a Ioanne Angelo Bossio)
5 - Andreae Blanci ... Epigrammata edita nuper, et aucta, Genuae : ex typographia Petri Ioannis Calenzani, 1639. - 247, [1] p. ; 4°.
6 - Pii mores et sancti amores epigrammatis expressi auctore Candido Phlilaletho presbytero genuensi, Genuae : ex typographia Benedicti Guaschi, 1652. - [6], 105, [1] p. ; 12°


Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, L' empieta flagellata dal santo zelo di Elia. Opera del padre Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu, In Genoua: Guasco, Benedetto, 1655
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Teopiste ammaestrata secondo gli esempij della madre suor Paola Maria di Giesu ... Opera del padre Gio: Andrea Alberti, In Venetia: Hertz, Giovanni Giacomo, 1659
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Teopiste ammaestrata secondo gli esempi della madre suor Paola Maria di Giesu' Centuriona, carmelitana scalza, ... Opera del padre Gio. Andrea Alberti della compagnia di Giesù, In Genoua: Peri, Giovanni Domenico, 1648
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Vitae ac elogia. 12. patrum. auctore. Ioanne Andrea Alberto Societatis Iesu. Niciensis, Taurini: Zappata,Tisma,, 1638
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, L' empieta' flagellata dal sacro zelo di Elia opera del padre Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu'. .., Venetia: Baba, Francesco, 1656
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Enneade panegirica detta a S. Francesco Sauerio dal padre Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu. ..., In Bologna: Zenero, Carlo, 1650
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Le perdite et i guadagni del venerabile padre Camillo de Lellis fondatore de Chierici Regolari Ministri degl' Infermi. Panegirico sagro detto dal p. Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu, nella chiesa di S. Croce in Genoua. Dedicato all' illustriss. ... Siluestro Spinola, In Genoua: Farroni, Giovanni Maria, 1647
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Adelaide. La Prouidenza assistente alle disgratie di lei. Panegirica storia del P. Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu, In Milano: Ramellati, Giovanni Pietro Petrarca, Antonio, 1650
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Teopiste ammaestrata secondo gli esempi della madre suor Paola Maria di Giesu Centuriona, carmelitana scalza ... Opera del padre Gio. Andrea Alberti .., In Genova: Peri, Giovanni Domenico, 1668
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, L' aurea miniera scoperta nel cristiano cuore del signor Giacomo Guasco. Oratione detta dal padre Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu nelle solenni esequie fattegli da gl'illustrissimi protettori de' poueri, In Genoua: Peri, Giovanni Domenico, 1648
Alberti, Giovanni Andrea<1611-1657>, Adelaide la Prouidenza assistente alle disgratie di lei. Panegirica storia del P. Gio. Andrea Alberti della Compagnia di Giesu, In Genoua: Peri, Giovanni Domenico, 1649


Baldani Fulgentius [scrive il Perini sotto voce], Savonensis, sacrae Theologiae Magister iam ab an. 1620, quo in capitulo generali Romae habito, constituitur Prior conventus Genuensis, et laudatur tum a doctrina, tum a morum probitate. Haec de illo litteris tradidit Augustinus Oldoinus Iesuita in suo Athenaeo Ligustico: Fulgentius Baldanus, Savonensis, poeticis studiis, insignique morum probitate illustris, vixit saec. XVII quo carmina lingua tum latina, tum hetrusca evulgavit in laudem Lucae Grimaldi, Augustini Auriae, et Augustini Pallavicini, Ducum Reipublicae Genuensis. Scripsit et alia vernacula lingua et etiam soluta oratione, quae ita inscribuntur:
1. Le Confessioni del servo di Dio F. Alfonso d'Orozco dell'Ordine Erem. di S. Agostino dal P. Baldani tradotte dallo Spagnuolo, con un compendio dell'informazione della vita dello stesso . In Genova, Tip. di Giuseppe Pavoni, 1624, in 12. [Pag. 81]
2. Vita della B. Chiara da Montefalco... ridotta a semplice istoria da quella che scrisse il P. Giacomo Alberici . In Genova per lo stesso, 1624 in 8°.
3. Sospiri di S. Agostino tradotti dal P. Fulgenzo Baldani , Genova per il Pavoni, 1623 in 12.
4. Le meditazioni di S. Agostino tradotte dal medesimo , in Genova, 1624.
5. Orazione e Sermone di S. Agostino fatti nell'estremo di sua vita nella persecuzione Vandalica . In Genova, Tip. Calenzani, 1644, in 12.
6. Vita del Fra Diego Ortiz protomartire nel Regno del Perù, martirizzato l'an. 1571, raccolta dalla cronaca Agostiniana di quel regno; dedicata a Nic. d'Amico, senat. d. republ. di Genova . Gen. 1645 in 4: di pp. 152. Haec insuper a Mazzuchelli, Vol. II, Part. 5, p. 95 recensentur: "a) Epistola ad Iv. Nicolaum Sanctum Carregam inserita nell'epistole di questo; b) Due Madrigali in lode di Agostino Doria, Duca di Genova, impressi con altri di varii autori nel 1601; c) Varie poesie in lode di Agostino Pallavicini, stampate con altre in Genova nel 1638; d) due Sonetti in lode del Baccelliere Alberto Galenzani del suo Ordine, i quali si trovano stampati coi Sensi d'umiltà di Luca Assarino; e) ed alcune Rime nella raccolta fatta da Leonardo Sanuto di varii Poeti sopra la Vita, Azioni, Miracoli di Dio umanato . In Venezia appresso Sante Grillo e fratelli 1614 in 12. Gli si attribuisce anche una traduzione delle Confessioni di S. Agostino che si dicono impresse in Genova nel 1624 in 12, ma ciò non è certo".
(Cfr. insuper Giustiniani, p. 251; Soprani, p. 107; Ossinger, p. 97; Bibliot. dei Volgarizzatori, Vol. I., p. 20 et Lanteri, Vol. III, p. 53).


Noce Fr. Thomas, qui et de Nuce, Nucettae, et de Nucetis vocatur in actis Capitulorum Generalium (Cfr. Analecta Aug , Vol. X, pp. 21, 35, 43, 69) fuit a Rapallo, quamvis, forsan ob conventus adfiliationem, dicatur etiam Ianuensis. Extitit S. Theol. Magister, vixitque saec. XVII, prima eius medietate. An. 1627 erat Papiae cursor, an. 1636 Ianuae apud Consolationem S. Theol. Bacc. et Regens illius studii, an. 1649 interfuit capitulo gen. Romano, ac inibi, ut legitur in actis: "conclusiones pro studio Ariminensi sub tutela R. P. Mag. Fr. Thomae Nocettae a Rapallo Regentis, tuetur cursor Fr. Augustinus Panitarellus a Mondulpho magister studentium Pisauri". Item interfuit et cap. gen. an. 1655 celebrato in quo "conclusiones pro Gymnasio Patavino defendit cursor Fr. Carolus de Marino sub assistentia P. Mag. Fr. Thomae de Nucetis Ianuensis de Rapallo", et cap. gen. an. 1664 habito ut Definitor Congregationis S. Mariae Consolationis; an. 1667 erat Assistens Generalis Italiae. A. Morici: I Mss. del Comune di Cascia , haec de illo habet: "Thomae de Nuce. Libri de Generatione et de Anima. Sui primi due fogli è la: Tabula in libris de Generatione et de Anima. Sul terzo foglio vi sono figure a penna e l'arma del Simonetti; in mezzo si legge: Totius philosophici cursus - questiones - Ad.m R. P. M.ri Thomae de Nuce - Perusini licei moderatoris optimi - scribebat Fr. Nicolaus Simonetti de Cascia - Anno 1650-1651 - Sul quarto foglio è scritto: In libros Philosophiae Arist. disputationes - e poco sotto: - Ego Fr. Nicolaus Simonettus de Cassia initium dedi Philosophicis libris die 12 febr. sub anno Iubilei 1650 tempore generalatus Rev. Patris Philippi Vice-comitis mediolanensis sub feliciss.s auspiciis Ad.m R. P. M.ri Thomae de Nuce Ianuensis Gymnasii [pag. 20] hujus Perusini Regentis. - Tom. I, in 8, in pag. di fogli 199".


Bruni, Antonio (Manduria [Taranto] 1593 - Roma 1635): figlio di Giulio Cesare, originario di Asti, dapprima studiò legge e filosofia nella terra natia per poi trasferirsi a Napoli, innziandovi la sua fortunata carriera di poeta. In seguito ricoprì la carica di segretario del duca di Urbino Francesco II Maria della Rovere. Successivamente svolse lo stesso ruolo professionale per il cardinale Berlingero Gessi. Fu ascritto a varie accademie entrando in relazione amichevole con molti letterati tra cui Marino e Stigliani.
Sulla scia del Marino si propose quindi quale un marinista ortodosso componendo rime di vario soggetto tra cui La Selva di Parnaso (Venezia, per il Dei, 1615), La Ghirlanda (Roma, per il Zanetti, 1625), che è un poemetto in sestine, le Epistole Eroiche (Roma, per il Facciotti, un lavoro che gli procurò non poca fama e che è costituito da una contaminazione tra molteplici fonti latine e volgari, Le Tre Grazie (Roma, per i tipi dell'Ingrillami, 1630) e finalmente Le veneri, cioè, La celeste, e la terrestre, poesie; e Il pomo d'oro, proposte e riproposte; con un discorso in principio al sig. Guido Capponi (Roma, per il Mascardi, 1633). Vedi Marino e i marinisti, a cura di G.G. Ferrero, Ricciardi, Milano-Napoli, 1954, pp. 783-785.


Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Fuga del cardinal Antonio male interpretata e peggio caluniata, Stampata in Perugia: senza nome, 1646
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Tractatus de cambiis auctore Raphaele de Turri, Genuae: Calenzano, Pier Giovanni
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Dissidentis desciscentis receptaeque Neapolis libri 6. Raphaele De Turri auctore, Insulis, 1651
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, 8: Dissidentis desciscentis receptaeque Neapolis libri sex Raphaele De Turri auctore, Neapoli, 1770
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Controuersiae Finariensis aduersus senatorem Lagunam. Cyrologia Raphaele de Turri auctore, Genvae
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, T. 8.: Dissidentis desciscentis receptaeque Neapolis : libri sex / Raphaele De Turri auctore, 1770
Della Torre, Raffaele<1579-1667>, Controversiae Finariensis adversus senatorem Lagunam Cyrologia Raphaele de Turri auctore, [dopo il 1642]
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Compositio controuersiarum inter imperatorem Ferdinandum, & rempub. Genue ossacione rerum Finariensium, Genuae: Farroni, Giovanni Maria
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Dissidentis desciscentis receptaeque Neapolis libri sex / Raphaele De Turri auctore, Neapoli, 1770
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Astrolabio di stato da racoglier le vere dimensioni dei sentimenti di Cornelio Tacito ne gl'Annali, o sia Instruttione di Raffaele Dalla Torre ad Oratio suo figlio ... Parte prima, In Genoua: Calenzani, Pietro Giovanni
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Reiectiones, redargutiones, vendicationes Raphaelis De Turri ad tractatum suum De cambiis aduersus Antonium Merendam conuiciantem.
Candidum Philaletum praetereuntem. Honoratum Leotardum contradicentem. Opus tripertitum ..., Guaschi, Benedetto
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Tractatus de cambiis auctore Raphaele de Turri, Francofurti: Beyer, Johann <2. ; Francoforte ; 1626-1665>, 1645
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Dissidentis desciscentis receptaeque Neapolis : libri sex / Raphaele De Turri auctore, Neapoli, 1770
Della Torre, Raffaele<1579-1667>, Squitinio della Republica di Venetia, d'autore incognito; squitinato da Rafaelle Della Torre genouese, In Genoua: Guasco, Benedetto, 1653
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Controuersiae Finariensis aduersus senatorem Lagunam. Cyrologia Raphaele de Turri auctore, Genevae: Calenzani, Pietro Giovanni
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Restaurandae antiquae iurisprudentiae conatus Raphaelis De Turri, Genuae: Calenzano, Pier Giovanni, 1666
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, T. 8.: Dissidentis desciscentis receptaeque Neapolis : libri sex / Raphaele De Turri auctore, 1770
Della Torre, Raffaele <1579-1667>, Squitinio della republica di Venetia, d'autore incognito; squitinato da Rafaelle Della Torre genouese, In Venetia: Tomasini, Cristoforo, 1654


"Scalabonio Fr. Laurentius, [annota il Perini nel suo repertorio sugli scrittori agostiniani] Ravennas, S. Theol. Mag., a nostris Scriptoribus dictus "vir doctus, religiosus, pius, atque integritate vitae praefulgens" celeberrimus extitit etiam concionator, consultor S. officii nec non poeta ut eiusdem opera testantur. Anno 1614 interfuit ut Provincialis suae Romandiolae provinciae capitulo gen. Romae habito sicut edstitit alio gen. capitulo an. 1620 in qua electus fuit Prior eiusdem Capituli. Adfuit etiam altero Romano gener. capitulo anno 1630 ut Definitor ex gratia et ab hoc anno usque ad an. 1633 conventui S. Augustini de Urbe praefuit. Obiit Ravennae die 13 iunii 1649 aetatis suae 85. Eximiam ipsius doctrinam atque pietatem, opera, quae praelo mandavit, loculenter ostendunt, quae nimirum sunt:
1. Affettuosi colloqui dell'anima fedele, (cioè) apostrofationi alle membra ferite del Signore et a' strumenti della di lui passione. Bologna, 1609 in 12. Recusum postea Ravennae cum additamentis nonnullorum soliloquiorum.
2. Il Monte Sina (cioè) dell'oratione mentale. Bologna, 1616, in 8.
3. Moralia in Passionem D. N. Iesu Christi, quibus multae dilucitantur materiae. Ravennae 1620 et an. 1625 apud Impressores Archiep., vol. 2, in 4.
4. Septenarium harmonicum, nempe, de septem verbis Domini in cruce, cum tribus aliis opusculis. Ravennae 1628, in 8.
5. Lectulus Salomonis, hoc est, opus de praecipuis B. M. Virginis doloribus ac gaudis, in duas partes divisum. Ravennae 1629, in 4.
6. Plantus Beatissimae Virg. Mariae super Natum suum Crucifixum, mortuum, sepulturaque datum. Ibidem, 1629.
7. Corona delli XII Apostoli, dove si tratta del Simbolo della fede. Ravenna 1629, in 12.
8. Septem Psalmi spirituales et devoti in laudem et venerationem Beatissimae Deiparae recitandi. Ravennae 1640.
9. Marianum decus sive Epitotorum, laudum, et encomiorum quibus S. Patres, doctores etc. Deiparam Virg. Mariam honestarunt enarratio. Ravennae 1640, fol.
10. Mysticus caelestis sponsi thalamus sive ornamenta et praeparationes fidelis populi ad suscipiendum pie devoteque Christum in eius Natali Sanctissimo. Ravennae 1640, in fol. (Cfr. Rosenthal, catal., 195, n. 1583).
11. Corona spiritualis, id est, Cantica etc. diversorum Auctorum in laudem Deiparae Virginis. Ravennae 1641.
12. Cornucopia morale, cioè pietose Rime... intorno alla creazione e riparazione del mondo e penitenza del peccatore, divise in quattro canti. In Ravenna, per gli stampatori Camerali, in 8.
13. Litanie della Madonna Santissima explicate in 8.a rima.., per sua devozione: e vi si aggiunge similmente esposto l'inno: O gloriosa Domina con l'antifona: Regina coeli e Sub tuum praesidium. In Ravenna, per gli Stamp. Camerali, 1641 in 8. (Cfr. Cinelli, Bibl. Volante, T. IV, p. 214).
14. Supplicatio peccatoris ad B. Virginem Mariam. Ravennae, 1641.
15. Speculum Morale Sanctorum sive sermones super vitas Sanctorum pro lectione ad Religiosorum mensam. Ravennae, 1645, in 4. [pag. 164]
16. Hortus praedicantium, id est, Conceptus morales, annotationes, paraphrases in Evangelia et epistolas totius Quadragesimae.
17. Sacri praeconis licentia (hoc est) de humanioribus litteris a catholico Concionatore adhibendis in suo sermone sacro.
18. Settimana Spirituale, et tandem: Sacri affetti, et Linguae cordis.
(Cfr. Herrera, T. II, p. 25; Elssius, p. 427; Torelli, T. V, p. 132; Maracci, Bibl. Mariana, Vol. II, p. 21; Ossinger, p. 808, et Lanteri, Postr. Saec. Sex R. A., Vol. II, p. 329, nec non Analecta August. Vol. X, pp. 313, 316, 445)".
All'intemelia C.B.A. di questo autore si trovano:
Sicuro appoggio cioe', ottima divotione dell'anima fidele alla Beatissima Vergine Maria Madre si Dio del R.P. Maestro Teologo Fra Lorenzo Scalaboni da Ravenna .., In Ravenna : per Pietro de' Paoli e Gio. Battista Giovannelli Stampatori Camerali, 1642 127 p. ; 4°.
Lectuli Salomonis, hoc est De praecipuis Beatae Mariae Virginis doloribus ac gaudijs, in duas partes divisi ... auctore R.P. Magistro F. Laurentio Scalabonio .., Ravennae : typis Patri de Paulis et Io. Baptistae Ioannelli Impress. Cameral. et Archiep., 1629 [40], 294, [2] p. ; 4°.
Brevis Dominicae passionis consideratio. Auctore R.P.F. Mag. Laurentio Scalabonio ravennate .., Ravennae : typis Petri De Paulis et Io. Baptistae Ioannelli Impressorum Cameralium et Archiepiscopalium, 1638 39 p. ; 4°.



Berardi, Nicola, 1, In Lucca : per Bernardino Pieri, e Iacinto Paci, & c., 1655, Pieri, Bernardino & Paci, Giacinto
Berardi, Nicola, La Fenice di Castiglia di F. Niccolo' Berardi all'immortalita di Domenico Gusman ..., In Pistoia: Fortunati, 1650
Berardi, Nicola, Moise trionfante ouero documenti sacri sopra il Cantico Cantemus Domino, gloriose enim magnificatus est. Exodi 15. Tomo primo. Del padre maestro Fr. Niccolo Berardi ..., In Lucca: Pieri, Bernardino & Paci, Giacinto, 1655
Berardi, Nicola, Geremia piangente ouero Sentimenti morali sopra l'oratione di Geremia profeta... Di F. Nicolo Berardi ..., In Perugia: Zecchini, Sebastiano, 1653
Berardi, Nicola, Geremia piangente ouero Sentimenti morali sopra l'oratione di Geremia profeta Recordare Domine. Threni 5 / Nicolo Berardi, Perugia, 1653
Berardi, Nicola, L' Eugenia di Niccolo Berardi, In Lucca, 1655
Berardi, Nicola, Il Guglielmo d'Aquitania di Niccolo Berardi, In Venetia
Berardi, Nicola, Moise trionfante ouero Documenti sacri sopra il Cantico Cantemus Domino, gloriose enim magnificatus est. Exodi 15. Tomo primo,secondo! Del padre maestro Fr. Niccolo Berardi domenicano ..., In Lucca: Pieri, Bernardino & Paci, Giacinto, 1655-1658
Berardi, Nicola, La solitudine errante del p. Niccolo Berardi, In Fiorenza, 1662
Berardi, Nicola, Conclusioni predicabili, tolte dall'vno, e dall'altro Testamento. Del p. maestro fra Niccolo Berardi domenicano, In Firenze, 1659



Raw Patritius [scrive l'Ossinger nel suo repertorio sotto voce] natione Hybernus, Alumnus Provinciae Austriae, vixit Saeculo 17. Fit anno 1638 in Universitate Viennensi in Austria S. Theologiae Doctor, pluribus annis Viennae officium Regentis studiorum, et publici in moralibus Professoris munus exercuit. Anno 1641 erat Procurator nationis Saxonicae et post separationem a Provincia Bavarica primus Provinciae Austriae Rector salutatur. Anno 1642 in supra dicta Universitate Decanum Theologicae facultatis egit. Demum Romae anno 1646 ad aliam vitam properavit. Typis excudi fecit:
Theses ex universa Philosophia per Cormerovium, Vienna 1525 et per dictum impressorem sequentia nostri fundatissimi Doctoris Aegidii Romani opuscula nempe:
Tractatum de resurrectione mortuorum.
Quaestiones de gradibus formarum accidentalium.
Quaestiones de gradibus formarum in ordine ad Christi opera.
Quaestiones de intentionibus in medio.
Quaestiones de differentia Ethicae, Politicae et Rhetoricae.
Tractatum de praedestinatione, praescientia, Paradiso, Purgatorio et inferno.
Tractatum de peccato originali.
Tractatum de Arca Noe.
Tractatum de articulis fidei.
Haec omnia anno 1641 in 4 impressit Matthaeus Cormerovius.
Catalogus Scriptorum Provinciae nostrae Austriae.



Straforelli Fr. Nicolaus Augustinus de Unelia, Ligur [scrive il Perini nel suo repertorio, sotto voce], vixit saec. XVII, An. 1673 cum esset Pisani nostri conventus Mag. Regens, invitatus Senis sacram quadragesimam praedicavit in nostra S. Augustini ecclesia, et an. 1673 missus fuit Florentiam nostrorum Studiorum Regens. Nescimus quando obierit. Scripsit atque edidit: Theoremata theologica Aegidianae scholae conformia. Typis data an. 1679. (Cfr. Lanteri, Postr. Saec. Sex R. A., Vol. III, p. 177 et Hurter, Nom. Lit., T. IV (1910) col. 23).



Di Castro, Stefano Rodriguez, Compendio d'auuertimenti per preseruazione, e curazione della peste. Del signor Stefano Rodriguez di Castro ..., In Firenze : per Gio. Batista Landini, 1630 -117, 3 p. ; 12 - Marca sul front. Numeri: Impronta - iaer o-on eluo zida (3) 1630 (A) - Paese di pubblicazione: IT Lingua di pubblicazione: italiano - Localizzazioni: Biblioteca di lettere e filosofia dell'Università degli studi di Firenze - Firenze



Placido Titi (1601-1668). Perugino, poi monaco olivetano, insegnò matematica e astronomia all’Università di Pavia. Dopo essersi occupato di armonia musicale, si consacrò agli studi astronomici e dette un nuovo impulso all’astrologia. Suo è il sistema di domificazione del tema astrale più usato dagli astrologi di oggi, elaborato nel 1657 partendo dagli studi dei suoi predecessori Campano e Regiomontano.
Ecco l'elenco delle sue opere reperibili nelle biblioteche italiane secondo il sistema SBN:
Titi, Placido, Physiomathematica, siue Coelestis philosophia naturalibus hucusque desideratis ostensa principijs. Auctore D. Placido de Titis Perusino Oliuetanae Congregationi monacho , Mediolani: Vigoni, Francesco, 1675
Titi, Placido, Quaestionum physiomathematicarum libri tres in quibus ex naturae principijs hucusque desideratis demonstratur Astrologiae pars illa, quae ad meteorologiam, medicinam, , Mediolani: Malatesta, Giovanni Battista [con lo pseudonimo di Didacus Prittus Pelusiensis fu editata questa stampa milanese del 1675]
Ptolemaeus, Claudius, C. Ptolemaei ... Opus de siderum iudiciis quadripartitum e graeco codice in latinum sermonem per Antonium Gogauam Grauiensem iampridem translatum, cum approbatione, Patauii: Frambotto, Paolo, 1658
Titi, Placido, Discorso astrologico naturale sopra l'anno venturo 1666. Con vn ragionamento circa le feste mobili. Ottenuto dalla penna del P.D. Placido Titi ..., In Milano: Monza, Lodovico
Titi, Placido, De diebus decretoriis et aegrorum decubitu ad iuuandam praeclaram artis medicae professionem iuxta summor. pontif. & sacri concil. Trident. indultum, epitome astros , Ticini Regii: Magri, Giovanni Andrea, 1660
Titi, Placido, De diebus decretoriis et morborum causa caelesti ad iuuandam praeclaram artis medicae professionem iuxta summor. pontif. & sacr. concil. Tridentini indultum, epitome , Ticini Regii: Ghidini, Giovanni, 1665
Titi, Placido, Tabulae primi mobilis cum thesibus ad Theorigen, & canonibus ad praxim, additis in rerum demonstrationem, & supputationum exemplum triginta clarissimorum natalium t , Patauii: Frambotto, Paolo, 1657
Titi, Placido, Quadraginta geneses prae caeteris, quas posuit excellentissimus Andreas Argolus a Talliacozzo in suo de diebus criticis opere a Didaco Pritto Pelusiensi ... in exempla , Mediolani: Malatesta, Giovanni Battista
Titi, Placido, Septem geneses quas posuit excellentissimus Io. Antonius Maginus Patauinus in suo de diebus criticis opere a Didaco Pritto Pelusiensi physiomathematico in exempla ad su , Patauij: Crivellari
Titi, Placido, Physiomathematica, siue Coelestis philosophia naturalibus hucusque desideratis ostensa principijs. Auctore D. Placido de Titis Perusino Oliuetanae Congregationis monach , Mediolani: Malatesta, Giovanni Battista
Titi, Placido, [2]: Continuatio ephemeridum caelestium motuum ab initio 1666. vsque ad finem 1675. Iuxta Philippi Lansbergi hypoteses ad long. gr. 35. Qua per totam Italiam inseruire , Ticini Regii
Titi, Placido, Ephemeridum caelestium motuum ab initio anni 1661. vsque ad totum 1665. juxta hypoteses Phlippi Lansbergi ad longit. gr. 35. cum tractatu de transmutationis elementorum , Ticini Regii: Ghidini, Giovanni, 1661-1666
Titi, Placido, De modis directionum coelestium mobilium in genethlialogicis ad medicinae vsum compediolum theoricen thesibus, praxim canonibus amplectens auctore Didaco Pritto Pel , Mediolani: Malatesta, Giovanni Battista



Campano Giovanni: Nato a Novara, matematico e medico personale di Papa Bonifacio VIII, elaborò il sistema di domificazione che da lui prende il nome nel 1280, sistema che si basa sulla tripartizione del primo verticale Si differenzia dal sistema di domificazione di Placido perché si basa sulla divisione dello spazio, mentre quello di Placido si basa sul tempo. Morì a Viterbo nel 1296



Regiomontanus:. Nome umanistico di Johann Muller (Regiomontano), nato il 6.6.1436 a Unfind, Germania. Astronomo e matematico, tradusse in latino l’ Almagesto di Tolomeo. Aiutò Papa Sisto IV nello studio della riforma del calendario. Fondò a Norimberga il primo osservatorio astronomico europeo. Fu autore di un sistema di domificazione del tema astrale usato fino ad oggi da alcuni astrologi in Francia, Germania, Austria, Stati Uniti. Si spense il 6.7.1476 a Roma.



BENEDETTINI: Per indicare i monaci benedettini che appartengono alla famiglia originaria fondata da San Benedetto , oggi viene usato il nome Benedettini O.S.B. che significa Benedettini dell'Ordine di San Benedetto. Secondo la Regola del grande santo, questi monaci celebrano l’Ufficio Divino con la preghiera comunitaria, la Messa, la Lectio Divina ; lavorano insegnando, impegnandosi in attività artigianali all'interno del monastero e in attività agricole nei campi; accolgono i pellegrini dando loro ospitalità e assistenza nella foresteria del Monastero. Un loro monastero famoso è l’Abbazia di San Giorgio Maggiore, sull’Isola di San Giorgio a Venezia, fondato nel 982 e mai abbandonato dai monaci.



CASSINESI: Nel 1408, nell’abbazia di Santa Giustina a Padova, l’abate Ludovico Barbo, nobile veneziano, inviato dal cardinale Antonio Correr per risollevare le sorti del monastero dopo il periodo della commenda , riesce nel compito affidatogli e crea un movimento che diviene importante per moltissimi monasteri benedettini. Alla Congregazione di Santa Giustina si lega nel 1504 anche la grande abbazia benedettina di Montecassino (FR) e, data l’importanza dell’evento, da quel momento la Congregazione prende il nome di Cassinese. La riforma ha successo perché prevede che ogni anno il Capitolo Generale elegga l’abate e che i monasteri aderenti siano legati in un’unione federativa paritaria. I monaci cassinesi sono diffusi solo in Italia e oltre a Montecassino vivono anche nell’Abbazia di San Paolo Fuori le Mura a Roma.



OLIVETANI: Prendono il nome dall’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore (SI), edificata nei pressi di alcune grotte, dove nel 1313 il nobile senese Bernardo Tolomei si ritira con due compagni. Nella grande abbazia toscana, oggi molto famosa per i grandi affreschi che rappresentano scene della vita di San Benedetto , opera di Luca Signorelli e di Giovanni Antonio Bazzi, detto Sodoma, i monaci fanno rifiorire il culto liturgico e creano una scuola di calligrafi e miniaturisti . Attorno ai monasteri olivetani, diffusi in tutta Italia, si raccolgono gruppi di oblati e oblate, uomini e donne che fanno parte degli ordini monastici, condividendo la stessa Regola, ma vivono all’esterno del monastero. Ancora oggi gli Olivetani si distinguono per il culto a Maria Vergine e per l’impegno nel mondo della cultura e delle arti: a Monte Oliveto è attivo da più di quarant’anni un importante centro per il restauro di codici e libri antichi.



CORONESI: Questa congregazione di Benedettini si è formata nel 1521 quando Paolo Giustiniani vuole privilegiare l’esperienza eremitica nella vita dei Camaldolesi.
Gli eremiti Camaldolesi di Monte Corona, così detti dal Monastero del Santissimo Salvatore di Monte Corona in Umbria e noti più brevemente come Coronesi, vivono nell’eremo, isolati dal resto del mondo, conducendo una vita totalmente contemplativa. Il loro monastero più noto è l’eremo di San Girolamo, che sorge in provincia di Perugia nei pressi di Pascelupo, in una posizione estremamente solitaria della valle del Tevere.



SUBLACENSI: Questi monaci vengono detti Sublacensi, cioè di Subiaco, perché nel 1872 l’abate Pier Francesco Casaretto costituisce il loro ordine proprio nella città laziale dove sorgono il Sacro Speco, l’eremo sorto attorno alla grotta scelta da San Benedetto come primo rifugio, e il monastero di Santa Scolastica, fondato da San Benedetto e dedicato ora alla sua gemella. Questi due importanti monasteri, unici rimasti dei 13 luoghi di preghiera fondati da Benedetto in questa zona, sono ancora oggi abitati dai Sublacensi. Sono anche detti Benedettini Cassinesi della Primitiva Osservanza perché sono particolarmente osservanti della Regola ; svolgono attività apostolica, sociale e civile.



SILVESTRINI: Devono il loro nome al Benedettino San Silvestro Guzzolini che, sul culmine del colle di Montefano, nei pressi di Fabriano (AN), nel 1231 diede inizio all’Ordine dei Silvestrini.
Sono poco numerosi e presenti soprattutto nelle Marche e nell’Umbria. A loro si deve lo sviluppo dell’industria della carta nella zona di Fabriano, carta oggi famosa e cercata in tutto il mondo.
I Silvestrini conducono una vita fatta di ricerca interiore, solitudine, povertà e austerità.
Il loro monastero più noto è l’antico monastero di Fabriano, dedicato oggi a San Silvestro, dove il suo corpo è custodito.



TRAPPISTI Sono noti anche come Cistercensi Riformati della Stretta Osservanza perché seguono la Regola benedettina cistercense in modo molto rigido: privilegiano la vita ascetica, lavorano e studiano, osservano il silenzio, non bevono vino e non mangiano né carne né pesce.
La loro prima abbazia è quella di Notre-Dame de La Trappe, a Soligny, in Normandia (Francia), dove l’abate de Rancé nel 1664 inizia la riforma dell’ordine. In Italia il loro monastero più noto è quello delle Tre Fontane, che sorge a Roma nel luogo dove la tradizione dice che sia stato martirizzato San Paolo, al quale tagliarono la testa che lì rimbalzò tre volte, facendo sgorgare tre fontanelle.