cultura barocca
Da Ventimiglia Romana Così ne videro, nel grande quartiere di Nervia, altre parti G. Rossi e T. Mommsen quando l'illustre tedesco soggiornò a Ventimiglia

IN FOTO '800 L'AREA DI NERVIA DOVE I CONTADINI TROVARONO - COME IN ALTRI LUOGHI DEL SUBURBIO - ATTRAVERSO I SECOLI OGGETTI INCOMPRENSIBILI CHE VENIVANO DA UN PASSATO PER LORO ALTRETTANTO INCOMPRENSIBILE SE NON MALVAGIO.
DOPO COLLAZIONE CARTOGRAFICA CON GLI STESSI SITI A META' '700, VEDI UNA TOPOGRAFIA DI NERVIA E LE DOTAZIONI DELLA SUA PREBENDA.
E' INTERESSANTE DOMANDARSI COSA APROSIO, NELLE INVESTIGAZIONI SULLA SEPOLTA CITTA' ROMANA (POI RIPORTATA ALLA LUCE DA GIROLAMO ROSSI), DOVE LA SABBIA RICOPRIVA UN TEATRO, VI ABBIA
********SCOPERTO********, realmente ********VISTO******** e forse ********RECUPERATO********
ed anche quanto sicuramente non ebbe modo di scoprire come questi due raffinatissimi
OGGETTI

degni della
"GIULIA PROCILLA" MADRE
DEL PRIMO
CONQUISTATORE ROMANO DELL'INGHILTERRA
vale a dire il generalissimo

"GIULIO AGRICOLA" SUOCERO DELLO STORICO TACITO
e finalmente di un
ALTISSIMO UFFICIALE ROMANO, SUCCESSORE DI PONZIO PILATO NEL GOVERNO DELLA GIUDEA
entrambi cittadini di
VENTIMIGLIA ROMANA, LA CITTA' PERDUTA SOTTO LA SABBIA