cultura barocca
INFORMATIZZAZIONE A CURA DI B. DURANTE

DIGITALIZZAZIONE INTEGRALE DEI SEGUENTI VOLUMI

1 - CENNI ELEMENTARI DI ARTE MILITARE (1874)

2 - ISTRUZIONE SUL SERVIZIO DI SICUREZZA DELLE TRUPPE IN CAMPAGNA (1872)

3 - NOZIONI SULLE LEGGI E SUGLI ORDINAMENTI ORGANICI DELL'ESERCITO ITALIANO... (1883: VOCI VARIE = INDICI MODERNI DI VOCI VARIE: RECLUTAMENTO, MOBILITAZIONE, CODICE MILITARE, GERARCHIE, RICONOSCIMENTI, AMMAESTRAMENTI, AMMINISTRAZIONI, ARMI VARIE ECC. ECC.)

4 - ESTRATTO DELL'ISTRUZIONE PER L'AMMAESTRAMENTO TATTICO AD USO DEI SOTTUFFICIALE E CAPORALI DI FANTERIA (1881)

5 - ELEMENTI DI TOPOGRAFIA (1874 = CON TAVOLE ESPLICATIVE)

6 - CENNO SOMMARIO DI FORTIFICAZIONE E D'ATTACCO E DIFESA DELLE FORTEZZE (1874 = CON TAVOLE ESPLICATIVE)

7 - APPENDICE ALLA RACCOLTA DI PUBBLICAZIONI PER VOLONTARI DI UN ANNO (1874 = IN PARTICOLARE CONSIDERAZIONI "SULLA MOBILITAZIONE" E TABELLE STATISTICHE SULLA FORZA DEI PRINCIPALI ESERCITI DI TERRA EUROPEI)

***********

NELLA SOPRA PROPOSTA IMMAGINE ANTIQUARIA, DA ARCHIVIO PRIVATO (BOLOGNA), SI NOTA UN REPARTO DI ALPINI COI MULI = ANCHE LA LIGURIA PARTECIPO' A QUESTA TRADIZIONE MILITARE. MA NON SOLO...ANZI! IN LIGURIA OCCIDENTALE LA TRADIZIONE DEI MULATTIERI/CARRETTIERI DESTINATI PER SECOLI COME QUI SI VEDE A TRASPORTARE MERCI PER GLI ARDUI PERCORSI DI LIGURIA (FIANCHEGGIATI SPESSO NEI LORO PERIGLIOSI PERCORSI SOLO DALLA COMPAGNIA DELL'INDOMITO "CANE CARRETTIERE") HA LASCIATO TRACCE OVUNQUE MA MERITA SEMPRE DI ESSERE CITATA [ ANCHE NEL FOLKLORE E SPECIFICATAMENTE NELL'ARDUO FOLKLORE DELLA VITA RUSTICA E CONTADINA OVE SPESSO IL TRASPORTARE I PRODOTTI DEI CAMPI E DEI COLTIVI AI MERCATI ERA UN'AVVENTURA SOSPESA COME QUI SI VEDE TRA RISCHI OGGI IMPENSABILI ] SPECIALMENTE PER QUELLE STRAORDINARIE TESTIMONIANZE IN FUNZIONE DI QUESTA ATTIVITA' VITALE RIMASTE (E TALORA PUTROPPO OBLIATE)DISSEMINATE LUNGO LA VIA STORICA PIEMONTE-LIGURIA, QUELLA DEL COL DI NAVA: PERCORSO CHE RIENTRA ADDIRITTURA TRA STORIA E LEGGENDA IN MERITO AD UNA DELLE PRINCIPALI RELIQUIE DELLA CRISTIANITA' "LA SACRA SINDONE" CHE, AI TEMPI DELLA GUERRA DI SUCCESSIONE SPAGNOLA ED ESSENDO MINACCIATA TORINO DA UN ASSEDIO, SI PENSO' DI SALVARLA ASSEGNANDOLA ALLA CORTE SABAUDA PER PARTE IN FUGA (CON CORTEO FIDATO DI MULATTIERI ATTRAVERSO QUESTI PERCORSI MAI FACILI, CON UNA SOLENNA SOSTA A CARAVONICA) VERSO IL PRINCIPATO D'ONEGLIA E QUINDI VERSO L'OSPITALE GENOVA DOVE LA RELIQUIA SAREBBE STATA SALVATA ED OSPITATA FINO ALLA PACIFICAZIONE E ALL'AUSPICATO RITORNO NELLA CAPITALE SABAUDA. QUASI A SANZIONARE L'IMPORTANZA SE NON ADDIRITTURA LA SACRALITA' DELLA LORO ESISTENZA PER LA CIVILTA' SINO AL XIX SECOLO GIOVA ANCORA RAMMENTARE COME I MULI DELLA VALLE ARGENTINA (TANTO APPREZZATI PER LE DOTI DI RESISTENZA FINO A NON MOLTI ANNI FA ERANO ISCRITTI NEI RUOLI DELL'ESERCITO ITALIANO PER ANDARE A FORMARE LE COMPAGNIE DI ARTIGLIERIA ALPINA) "GODESSERO" DI UNA FESTA TUTTA LORO A GARANZIA DELLA LORO SALUTE COME QUELLA DEI LORO CONDUTTORI E A SEGNACOLO CRISTIANO DI UN FRUTTUOSO VIAGGIO, GARANTITO DA UN RITORNO PRIVO DI PROBLEMI = LA CERIMONIA RELIGIOSA RICCHISSIMA DI FOLKLORE CONTADINO CULMINAVA NELLA VALLE PRESSO POMPEIANA IN VALLE ARGENTINA -MA CON CONCORSO DA OGNI LUOGO- PRESSO LA CAPPELLA IL CUI NOME IN GERGO LOCALE DIVENNE QUELLO DI CHIESA/CAPPELLA DI SANT'ALO' (VEDI QUI PER GLI APPROFONDIMENTI)

CLICCA QUI PER RITORNARE AI LEMMI DI RICERCA NELLA PAGINA TEMATICA DI CULTURABAROCCA