cultura barocca
Dalla veterinaria romana basilare specie negli ospedali militari ad una ricetta veterinaria di XVII-XVIIII secc. che riassume la storia del cavallo e altri animali dal medioevo VEDI QUI UN' ALTRA IMMAGINE

IL CAVALLO GODE CERTO DI UNA MILLENARIA STORIA DI COOPERAZIONE CON L'UOMO, IN PACE ED IN GUERRA: DIVENNE ADDIRITTURA UN FATTO ISTITUZIONALE IN EPOCA MEDIEVALE LA SIMBIOSI UOMO/CAVALIERE E CAVALLO AL PUNTO DI COINVOLGERE PER ESEMPIO FRANCESCO PETRARCA CHE DA AVIGNONE DI RITORNO IN ITALIA NON LUNGI DA VENTIMIGLIA OPTO' PER UN VIAGGIO A CAVALLO PIUTTOSTO CHE AD UNO IN NAVE, TENTATO MA DIVENUTO INSOPPORTABILE PER LUI . E' DA RAMMENTARE CHE IN MERITO ALLA MEDICINA VETERINARIA HA SCRITTO PAGINE DI RILIEVO IL COMPIANTO DOTT. PIETRO LOI (PIER DELLE VILLE) GIA' COLLABORATORE DELL'APROSIANA (RIVISTA DELL'OMONIMA BIBLIOTECA DI VENTIMIGLIA). IN PARTICOLARE FU IMPORTANTE QUESTO SUO CONTRIBUTO SUL VETERINARIO CARLO RUINI E L'ANATOMIA DEL CAVALLO (IN "QUADERNO DELL'APROSIANA", N.S., 3, 1995) QUI COMPLETAMENTE DIGITALIZZATO SULL'ANIMALE CUI NELL'ANTICHITA' ERANO PRESTATE LE MAGGIORI ATTENZIONI PER L'IMPORTANZA CHE AVEVA NELL'ECONOMIA DELL'ESISTENZA UMANA: IL "CAVALLO". LO STUDIO DEL LOI PRESE IN PARTICOLARE SPUNTO DA UNA SUA RICERCA SU UNO SPLENDIDO VOLUME CONSERVATO ALL'APROSIANA E DA CUI SONO RIPRODOTTE LE IMMAGINI CHE ARRICCHISCONO QUESTE NOTE: SI TRATTA COME DETTO DEL LIBRO DEL MEDICO VETERINARIO CARLO RUINI (BOLOGNA, 1598: LA COPIA CUSTODITA ALL'APROSIANA DI VENTIMIGLIA E' LA RISTAMPA DEL 1618) IL CUI TITOLO E' EMBLEMATICO DEI CONTENUTI: "DELL'ANATOMIA E DELLE INFERMITADI DEL CAVALLO"

SULLE FRECCE SOTTOSTANTI PER I LEMMI E QUI PER LA HOME PAGE DI CULTURA-BAROCCA