ORGANI, GIUDICI E FUNZIONARI DELLA GIUSTIZIA DI GENOVA

-ANELLO DI FERRO> Anulum ferreum> per collo, caviglie di galeotti, prigionieri, schiavi>. BATTAGLIA, s.v.,n.6.


BARGELLO (dal lat. tardo barigildus - nel Capitolare di Lotario - 825 - dal longobardo e dal francone, nel significato di "capo della polizia")> BATTAGLIA, II, s.v., 1> "Funzionario a capo della polizia...capo di birri" (per estensione, gendarmi e militi della pubblica sicurezza).


BIRRO = agente di polizia dal tardo medioevo al settecento - pi¨ comunemente con valore spregiativo SBIRRO: stando al BATTAGLIA, s.v. il termine deriva dal latino dell'etÓ imperiale BIRRUS (nelle Glosse per˛ BIRRUM) che indicava un "mantelletto con cappuccio": si ha un'equivalenza anche col termine greco BIRROS che pure indicava un tipo di "casacca" (come variante si propone invece la derivazione etimologica dal latino BIRRUS per BURRUS nel senso di rossiccio e quindi di grigio scuro ad indicare il colore di una eventuale sorta di DIVISA od UNIFORME)


GENDARME = milite appartenente alla gendarmeria a cui sono affidati incarichi di polizia, di ordine pubblico, di servizio d'onore - l'etimo deriva dal francese GENDARME che compare per la prima volta nel 1549 (giÓ nel 1300 la parola si trovava usata al plurale GENSDARMES nel senso di 'genti d'arme' : vedi BATTAGLIA, sotto voci.


CANCELLIERE (dal latino cancellarius = usciere "che stava oltre il cancello che separava la gente dal giudice", poi Secretarius e dal lat.tardo cancellatio -onis = "il chiudere con un cancello")>Cancelliere (e suo deriv. Cancellare)> il funzionario incaricato di redigere gli atti di un' amministrazione e/o di una magistratura; nella giustizia si tratta pi¨ precisamente dell'ausiliare di un giudice, con la funzione di registrarne le operazioni, certificare l'autenticitÓ degli atti, tenere i registri degli affari penali e civili, iscrivere le cause a ruolo, rilasciare copie ed estratti di atti giudiziali,far le comunicazioni di legge (negli "Stat. genovesi" a Cancelliere si sovrappone spesso il nome di Notaio dei Malefici).


COLLABORATORE DI GIUSTIZIA per quanto questa figura non vi compaia nŔ vi si citi quella, oggi parallela, del Pentito, per lo spazio del II libro degli Statuti Criminali genovesi si indicano i vantaggi di chi, catturato, agevoli il compito dei giudici, sin ad essere compensato con denaro e cancellazione del crimine ascrittogli> Stat." lib.II, cap.11 - cap.42 - cap.70 - cap.74 - cap.84.


COLLEGIO DEI DOTTORI DI LEGGE per tempi posteriori al 1556 esistono elenchi degli ascritti, in ASG, Notai Ignoti, 221.


COLLEGIO DEI NOTARI DI GENOVA> corporazione dei notari: per la professione era necessaria l'ascrizione al registro del C.


EDITTO> Ordinanza emessa da un'autoritÓ - per estensione Ordine, Legge.


FISCALE (in Genova anche AVVOCATO FISCALE > varia comunque l' etimologia: auditore fiscale, giudice fiscale, procuratore fiscale)> era il pubblico ufficiale che in passato, nei procedimenti giudiziari, difendeva sia gli interessi della legge e dello Stato, come corpo politico sovrano, sia gli interessi di natura finanziaria e patrimoniale in genere, dello Stato come Pubblica Amministrazione> genericamente FISCALE come pubblico ufficiale, magistrato che nei procedimenti giudiziari del passato svolgeva l'ufficio dell'attuale Pubblico Ministero o dell'Avvocato generale: BATTAGLIA,s.v. 1,2 e 2,1).


LETTERE PATENTI (LETTERE DI MARCO)> Pubblico atto, con sigillo di Stato, contenente manifestazione della volontÓ sovrana, che pu˛ concretarsi nell'emanazione d'una norma generale, di carattere legislativo o regolamentare, nella decretazione di un atto o di un provvedimento amministrativo o nella concessione di un previlegio (l'uso del documento, introdotto in Italia sull'esempio francese, continu˛ per secoli fino all'UnitÓ) [BATTAGLIA, s. v. "Patente" n.2.]> A Genova il termine L. p. (oltre che come "autorizzazione a qualche missione") si us˛, fra '500 e '700, pei certificati sanitari di immunitÓ da malattie epidemiche (il Rastrello o barriera sanitaria dei Balzi Rossi nel "Capitanato di Ventimiglia" fu sino al 1800 un antemurale contro chi veniva da siti sospetti di contagio: persone fermate e non provviste di L. p. erano isolate nel vicino "Lazzaretto").
Da S.Ufficio e Inquisizione le Lettere patenti sancivano gli incarichi giudiziali di Procuratore fiscale, Consultori, Notaro, Vicario Generale, Vicario foraneo, Avvocato difensore dei Rei (inoltre Lettere patenti si davano a quanti avessero servito il S.Ufficio ed a chi avesse ben collaborato col tribunale ecclesiastico: S.A.I., 253-261).


LIBRO DEGLI ESULI> conservato negli archivi della Signoria, vi si registravano le generalitÓ dei condannati all'esilio, indicandovi sentenza, durata e luogo ove scontare la pena.


LIBRO DELLE NOTULE> citato in capo LXXVII del libro II, "delle pene" degli Stat. Criminali. Vi si registrava la ricusazione delle numerose richieste di supplica, grazia e petizione.


PROCURATORE LEGALE in antico anche Procuratore > Dottore in legge abilitato ad esercitare le funzioni di rappresentante della parte e che si deve distinguere dall'Avvocato il cui compito consiste nella difesa.