"Assalto a Pompeiana, Terzorio, Cipressa" in "Lettera al Governo del PodestÓ di Porto Maurizio"

" In detto loco di Terzolo non hanno trovato piu di 25 persone sino a quell'ora e che del resto non ne sapevano altra nova, e giudicavano che essi Turchi li havessero captivati. Il medemo dicono de Pompiana che tra un loco e l'altro chi li rifferiva che avevano acaptivato 250 persone e chi 300, e morto solamenti uno e sacheggiato a lor possa e imbarcatosi poi tra Santo Stefano e Santo Lorentio in un loco che dicono il Marmaro; che invero Ŕ perci˛ nova di gran compassione. Perh˛ essi loro, come si Ŕ detto di sopra, se l'hanno in parte causata, perchŔ erano avvisati. Detti vasselli poi, a hore 15 vel circa, hanno tirato alla volta di mare per lebechio, e qui si sta alla veduta, e si ha havisato ogniuno delle podestarie che facino il medemo.

[Dopo i soliti saluti e firma il podestÓ precisa:]: In esso loco di Civetia hanno abruxiato otto di quelle case".